Medicina dello sport | Malattie e lesioni nello sport

Medicina sportiva

La medicina sportiva è un'area di medicina che studia i problemi della cultura fisica e dello sport. Gli obiettivi principali della medicina sportiva: lo studio dell'impatto sul corpo degli esercizi fisici come fattore di promozione della salute, miglioramento dell'efficienza e della longevità, convalida dei metodi razionali di esercizio fisico e allenamento sportivo. La medicina sportiva studia anche le condizioni ambientali che promuovono l'efficacia degli esercizi fisici, sviluppa misure per prevenire e curare le conseguenze dannose di un'applicazione impropria degli esercizi fisici. Insieme alle osservazioni di massa (vedi Controllo medico), vengono condotti studi sperimentali anche in laboratori, ospedali, cliniche mediche e sportive (vedi), palestre, negli stadi. Vedi anche Sport, cultura fisica .

Malattie e lesioni nello sport

La sezione presenta metodi di diagnostica, trattamento e prevenzione delle malattie negli atleti. Per medici sportivi e medici generici.

Malattie dei reni e delle vie urinarie

Le malattie renali rappresentano una delle aree più difficili per la diagnosi a causa del fatto che i loro sintomi spesso non sono espressi. La diagnosi è particolarmente difficile per gli atleti che possono avere tali cambiamenti fisiologici nel rene e nel tratto urinario che rendono difficile individuare le loro lesioni patologiche in modo tempestivo.

Malattie e danni del sistema nervoso

Lo sport moderno fa grandi richieste al sistema nervoso umano. È ovvio che le malattie del sistema nervoso, sia centrale che periferico, così come il suo danno, possono, da un lato, ostacolare l'attività sportiva, dall'altro sorgere quando è usato irrazionalmente.

Questo capitolo presenta i dati sulle più comuni malattie e lesioni del sistema nervoso dell'atleta.

Le domande sull'incidenza degli atleti, in particolare i cambiamenti patologici negli organi interni e nel sistema nervoso, stanno diventando più acuti ogni anno. La crescita continua dei risultati sportivi richiede per il loro conseguimento un allenamento più intenso, che, naturalmente, aumenta il rischio di sovraccarico, con tutte le conseguenze che ne conseguono. Ad esempio, il numero di atleti con disturbi del ritmo cardiaco è aumentato significativamente, la colecistite cronica è diventata più evidente, ecc. Sfortunatamente, nonostante la crescente urgenza di questi problemi, si stanno sviluppando in medicina sportiva in modo estremamente insufficiente, e alcuni non prestare affatto attenzione. E se ci sono certi successi nella cardiologia dello sport, la dermatologia sportiva, l'otorinolaringoiatria, l' oftalmologia , la ginecologia , ecc. Non si stanno davvero sviluppando oggi, anche se c'è un bisogno urgente di farlo.

Nella traumatologia sportiva, insieme agli indubbi risultati nel trattamento chirurgico delle lesioni gravi, pochissima attenzione viene prestata alle malattie e alle lesioni dei muscoli e dell'apparato miooencefalico, delle ossa e del periostio, delle articolazioni e dei sacchi articolari che non richiedono un intervento chirurgico. Queste malattie chirurgiche, che rappresentano il 70% di tutte le lesioni muscoloscheletriche negli atleti, richiedono cure chirurgiche qualificate, ma non sono studiate nella misura in cui lo richiedono.

L'obiettivo principale della medicina sportiva è studiare modi per aumentare l'abilità degli atleti, migliorare la forma fisica, ecc. Ciò è facilitato da una certa dualità nella posizione della medicina sportiva come scienza. Da un lato, è collegato con il comitato sportivo statale, nella subordinazione di cui ci sono reparti abbastanza potenti di medicina sportiva degli istituti di istruzione fisica e reparti di medicina sportiva di istituti di ricerca. Naturalmente, il comitato sportivo statale sottopone ai medici sportivi i problemi a cui è interessato. I problemi di patologia non si applicano a loro, e in essi la guida del comitato statale dello sport non è abbastanza competente. Per quanto riguarda il Ministero della Salute, anche se l'intero servizio medico e sportivo (dispensari, medici in cultura fisica, ecc.) E sotto il suo controllo, funziona, in effetti, "commissionato" dal Comitato di Stato per lo sport. Il Ministero della salute ha molti dei suoi problemi che la medicina sportiva tra di loro occupa un posto molto piccolo, soprattutto perché l'idea che gli sport e le malattie siano incompatibili esiste nel Ministero della Salute.