Erezione ed eiaculazione | sessuologia

Paffuto ed eiaculazione

Un prerequisito per i rapporti sessuali negli uomini è un'erezione (dal latino "eriger" - per sollevare) il pene. Si basa sul riflesso vascolare, a seguito del quale l'organo si riempie di sangue, il suo volume aumenta (3-4 volte) e la temperatura aumenta. Il meccanismo di erezione è che gli impulsi nervosi che si verificano durante l'eccitazione sessuale, causano una forte espansione e il rilassamento del tono delle pareti delle arterie del pene e un aumento del flusso di sangue arterioso. Allo stesso tempo, il flusso di sangue attraverso i corpi cavernosi aumenta 8-10 volte. Allo stesso tempo, c'è una contrazione del muscolo trasversale del perineo e della ghiandola prostatica. L'erezione coinvolge anche i muscoli sciatico-cavernoso e bulboso-cavernoso, che, contraendosi, comprimono la radice del pene. Sotto l'influenza di questi muscoli e caverne piene di sangue, le vene, che scaricano il sangue dagli spazi cavernosi che formano la base del pene, sono compresse. Di conseguenza, il flusso inverso del sangue viene inibito, gli spazi cavernosi del pene traboccano di sangue e si gonfiano. Questo causa un'erezione. Allo stesso tempo, il tessuto cavernoso dell'uretra e le teste sono meno tese rispetto ai corpi cavernosi del pene; Questo crea condizioni favorevoli per il passaggio dello sperma attraverso l'uretra.

Tuttavia, la completa cessazione della circolazione del sangue nel pene durante l'erezione non si verifica, come evidenziato dall'aumento della temperatura del pene eretto; la circolazione del sangue durante l'erezione rallenta solo, ma non si ferma. Il flusso sanguigno è bilanciato dal suo deflusso corrispondente.

Insieme ai corpi cavernosi, il tubercolo di seme si gonfia leggermente, spremendo entrambi i fori dei dotti eiaculatori. In questo momento, la parte prostatica dell'uretra si restringe leggermente e lo sfintere cistico interno (sfintere muscolare) si contrae acutamente, bloccando il messaggio dell'uretra con la cavità della vescica. A causa di ciò, la parte del canale che si trova prima dei fori dei dotti eiaculatori diventa passabile solo per lo sperma e il flusso di urina si arresta. Questo spiega il fatto che con un pene intenso , la minzione è quasi impossibile. Questo si osserva durante l'eccitazione sessuale, con erezioni ed eiaculazioni, quando c'è molto ormone sessuale nel sangue, che involontariamente tonifica la vescicola e rilassa i muscoli della vescica.

Il centro di erezione spinale è eccitato sotto l'influenza di ormoni delle ghiandole sessuali, impulsi dalla corteccia cerebrale, così come da impulsi della prostata, vescicole seminali e zone erogene (specialmente dal glande del pene). L'irritabilità delle cellule nervose del centro di erezione fluttua e cambia costantemente.

Le erezioni derivano anche da irritazioni che provengono da diverse parti dell'apparato urogenitale, ad esempio, nell'infiammazione acuta dell'uretra, della ghiandola prostatica, dei calcoli cistifellari, dell'overflow della vescicola seminale, nonché dell'irritazione del collo vescicale quando è piena di urina (erezioni mattutine) e così via, ma queste erezioni sono spontanee, cioè spontanee, sono passive, come se fossero "cieche", non orientate verso un obiettivo specifico. Le erezioni fisiologicamente e biologicamente vantaggiose si verificano solo in determinate condizioni, in presenza del desiderio sessuale e dell'eccitazione sessuale della corteccia cerebrale.

Allo stato attuale, grazie ad uno studio sperimentale molto approfondito e ad una ricerca completa condotta da un certo numero di scienziati, in particolare gli autori americani W. Masters e W. Johnson, siamo stati arricchiti con la conoscenza delle reazioni fisiologiche che si verificano durante l'eccitazione sessuale e durante i rapporti sessuali tra uomini e donne. . Questo vale sia per le reazioni dell'apparato sessuale, sia per le reazioni fisiologiche di altri sistemi corporei.

Con sufficiente eccitazione sessuale e desiderio di erezione si verificano nell'apparato sessuale di una donna. L'intero canale genitale di una donna, compreso l'utero, è pieno di sangue, le pareti della vagina sono notevolmente aumentate di volume. Il clitoride aumenta anche di dimensioni, ma a causa delle sue piccole dimensioni è quasi impercettibile. L'erezione di una donna non raggiunge mai lo stesso grado delle feci di un uomo. Può anche non apparire con lei o si verifica solo durante i rapporti sessuali.

Durante un'erezione con una forte eccitazione sessuale, l'uomo viene dall'uretra e la donna ha una secrezione mucosa viscosa sulla vulva. Con la loro reazione alcalina, creano condizioni favorevoli nell'uretra per lo sperma, rendendo scivoloso il muco del canale e facilitando la rimozione dello sperma.

L'eiaculazione (dal latino "eiaculazione" - espulsione, eruzione) è anche un atto riflesso. Gli impulsi eccitatori al centro dell'eiaculazione provengono dal pene, dal tubercolo seminale, nonché dalle fiale dei vasi deferenti, delle vescicole seminali e della ghiandola prostatica. Senza un sufficiente accumulo di secrezione (tensione secretoria) in questi ultimi organi e liquido seminale nelle ampolle del dotto deferente, non avviene l'eiaculazione, che a volte viene osservata con rapporti sessuali eccessivamente frequenti negli anziani. Una serie coerente di attriti (l'attrito prima dell'eiaculazione) crea un processo fisiologico di somma degli stimoli al livello raggiunto quando si raggiunge la soglia di eccitabilità del centro dell'eiaculazione.

L'eccitabilità del centro eiaculatorio è influenzata da effetti neuropsichiatrici e ormonali, oltre che da stimoli diretti o inibitori dalla corteccia cerebrale. Gli impulsi che completano il riflesso eiaculatorio vanno dal centro dell'eiaculazione alla muscolatura liscia dello sperma vascolare, alla ghiandola prostatica, alle vescicole seminali, all'uretra e ai muscoli del perineo. Dalle contrazioni dei potenti muscoli del dotto deferente, delle sue ampolle e delle vescicole seminali, il seme viene inviato attraverso i dotti eiaculatori alla parte posteriore dell'uretra, dove viene mescolato con il succo della ghiandola prostatica. Inoltre, il dotto deferente durante l'eiaculazione viene notevolmente accorciato (dalla contrazione), e dopo l'eiaculazione tende di nuovo alla sua lunghezza originale. Durante l'eiaculazione, la fiala viene prima svuotata. La ghiandola prostatica dei suoi potenti muscoli è anche coinvolta nell'eiaculazione.

Il seme che avanza verso l'apertura esterna dell'uretra avviene con l'aiuto di contrazioni convulsive delle fibre muscolari lisce delle pareti dell'uretra, della polpa esterna striata dell'uretra e dei muscoli dei corpi cavernosi del membro. Seguono velocemente e ritmicamente una dopo l'altra le contrazioni successive di tutti questi muscoli, coprendo la parte posteriore dell'uretra e causando la secrezione dello sperma dall'uretra. È impossibile fermare con la forza di volontà l'eiaculazione che è iniziata: è un riflesso involontario.

Lo sperma esplode sotto la pressione creata dalla contrazione di questi gruppi muscolari, con una forza considerevole, che nella fase iniziale dei giovani uomini sani può raggiungere fino a 1 m al secondo con una goccia di seme a una distanza di 20-30 cm. tono dei muscoli nominati. Nella vecchiaia e nell'invecchiamento, il rilascio dello sperma avviene a pochi centimetri dall'apertura esterna dell'uretra o anche semplicemente ne esce. Anche la forza delle sensazioni orgasmiche viene ridotta.

I riflessi di erezione ed eiaculazione, che si sviluppano uno dopo l'altro durante il rapporto sessuale, sono indipendenti l'uno dall'altro a tal punto che possono apparire l'uno senza l'altro. In alcune condizioni, è possibile rilasciare uno sperma senza un'erezione, così come i casi opposti, quando un'erezione non è accompagnata dall'espulsione dello sperma. Tuttavia, nel corso della normale attività sessuale, entrambi i riflessi sono correlati. I riflessi di erezione e di eiaculazione sono di natura esecutiva, sono determinati da impulsi provenienti da istanze più elevate del sistema nervoso e da zone erogene.

La possibilità di erezione ed eiaculazione segna la maturità sessuale di una persona, la sua capacità di riprodurre la prole.