psichiatria

La psichiatria come materia di insegnamento, i suoi compiti

  • Prevalenza delle malattie mentali
  • I principali aspetti dello studio della malattia mentale
  • Sviluppo delle direzioni principali in psichiatria
  • Lo sviluppo dell'assistenza psichiatrica e dell'insegnamento della psichiatria
  • Cura psichiatrica
  • igiene mentale
  • Psico-igiene del lavoro
  • Psico-igiene legata all'età
  • Psico-igiene della famiglia e vita sessuale
  • Combattere le cattive abitudini
  • psicoprofilassi
  • Gruppi di persone a maggior rischio di disturbi mentali
  • Fattori di rischio nelle condizioni di produzione e psicofilassi
  • I pazienti somatici come un contingente di aumentato rischio di disturbi mentali
  • Aspetti psichiatrici dell'infanzia e dell'adolescenza e problemi di profilassi psicoanalitica
  • Aumento del rischio di disturbi mentali in età avanzata
  • Consulenza medico genetica nel sistema di prevenzione delle malattie mentali
  • Il concetto di riabilitazione di pazienti con disturbi mentali
  • Sviluppo mentale del bambino
  • Acquisire un amico (età di transizione)
  • Il compito della psichiatria - uno dei rami della medicina clinica - è quello di studiare l'origine e la natura delle malattie mentali, le loro manifestazioni cliniche, il trattamento e la prevenzione. La portata dei compiti della psichiatria è anche l'esame: psichiatrico forense, militare, capacità di lavoro dei pazienti con disturbi mentali, ecc.

    La psichiatria è un campo di medicina clinica che studia le manifestazioni, l'eziologia e la patogenesi delle malattie mentali, la loro prevenzione, trattamento e organizzazione delle cure per i malati di mente. Il campo della ricerca psichiatrica non si limita alle psicosi (la cosiddetta grande psichiatria), ma si estende alle nevrosi (vedi) e alla psicopatia (vedi) - la cosiddetta psichiatria piccola o borderline. La psichiatria è divisa in psichiatria generale (psicopatologia), studiando la sintomatologia delle malattie mentali e la psichiatria privata, che indaga sulle malattie mentali individuali.

    Nell'insegnare il corso di psichiatria, il compito è quello di fornire agli studenti le conoscenze teoriche necessarie e le abilità pratiche per riconoscere le malattie e fornire cure mediche di base a pazienti con disturbi mentali.

    Un futuro medico, indipendentemente dalla sua specialità, dovrebbe sapere se ha a che fare con una persona mentalmente sana o malata. Se questo è malato di mente, allora dovresti scegliere il tipo di aiuto che è necessario per lui. Dato lo stato mentale del paziente, la questione della forma di assistenza psichiatrica deve essere risolta. L'aiuto può essere di emergenza (introduzione di farmaci, rinvio ad un ospedale, ecc.) O sotto forma di raccomandazioni giustificate.

    Oltre a risolvere problemi medici pratici, è responsabilità del medico, in particolare il profilo igienico, svolgere attività preventive. La prevenzione è uno dei tratti distintivi della medicina sovietica e svolge un ruolo importante nella lotta per la salute del popolo sovietico. Una prevenzione efficace porta alla prevenzione non solo delle malattie mentali, ma anche di varie forme di patologia somatica, all'origine delle quali lo stress emotivo può essere importante. Un importante contributo alla prevenzione generale della salute e alla psicoprofilassi è dato dall'igiene generale e dalla psico-igiene. Queste discipline, sviluppando problemi appropriati, forniscono raccomandazioni per il rafforzamento della salute fisica e mentale delle persone, che riduce il rischio delle varie malattie e contribuisce allo sviluppo armonioso dell'individuo.

    Nel nostro paese, ampiamente e attivamente a livello nazionale, vengono adottate misure per eliminare vari pericoli che incidono negativamente sulla salute umana. C'è una lotta contro l'inquinamento ambientale, i rischi professionali sono eliminati nelle condizioni di produzione, ecc. Nell'Unione Sovietica, non ci sono prerequisiti sociali che possano influire negativamente sulla salute delle persone. I diritti dei cittadini sovietici all'istruzione, al lavoro, all'assistenza medica gratuita qualificata, ecc. Sono garantiti dalla costituzione e regolati dalle leggi. L'assistenza medica, fornita da servizi generali e specializzati completi, garantisce l'identificazione, il trattamento dei pazienti e la continuità nella loro osservazione.

    La psichiatria come una delle principali discipline mediche include molti problemi scientifici e pratici. Uno di questi problemi, compresi sia gli aspetti teorici che quelli pratici, è l'istituzione della prevalenza e della forma della manifestazione dei disturbi mentali. I dati sulla prevalenza dei disturbi mentali e le peculiarità della loro manifestazione nella popolazione forniscono materiale scientificamente comprovato per la pianificazione dell'assistenza psichiatrica, la delucidazione di fattori eziologicamente significativi e lo sviluppo sulla base di efficaci misure preventive.

    Le malattie mentali nelle loro manifestazioni sono eterogenee. Valutazione della prevalenza delle loro forme individuali, le manifestazioni dovrebbero essere condotte sulla giusta base metodologica. Un allontanamento da questo principio porta a false conclusioni teoriche e pratiche.

    Gli psichiatri sovietici considerano la malattia mentale come il risultato di un disturbo nell'attività del cervello, che porta a una violazione della capacità di riflettere e di conoscere il mirto esterno, di cambiare lo stato di salute e la coscienza della propria personalità. Disturbi dell'attività cerebrale possono verificarsi sotto l'influenza di fattori esterni (infezione, intossicazione, trauma, alterazione della nutrizione cerebrale, psicogenesi , ecc.) O cause interne, difetti metabolici, processi degenerativi dovuti sia alla predisposizione che a numerosi altri fattori. Di conseguenza, il comportamento e l'adattamento dei pazienti alle condizioni di vita sono parzialmente o completamente compromessi.

    Le violazioni del cervello nei pazienti con la natura della manifestazione e della gravità sono diverse e dipendono dalle caratteristiche della malattia mentale, dalla forma e dallo stadio del suo decorso. Quindi, per le malattie che causano un disordine superficiale della funzione cerebrale, la capacità di riflettere e conoscere il mondo esterno di solito non è disturbata, e le anomalie mentali nei pazienti si manifestano prevalentemente in cambiamenti nel benessere e difficoltà nell'adattamento sociale. Nelle malattie accompagnate da un danno più profondo al cervello, il comportamento e gli atteggiamenti del paziente possono cambiare completamente; nella percezione e consapevolezza dell'ambiente, i motivi determinanti sono motivi dolorosi. Il primo gruppo di malattie è chiamato disturbi borderline, che comprendono principalmente nevrosi e psicopatie. Occupano una posizione intermedia tra salute mentale e gravi disturbi mentali. Il secondo gruppo consiste di psicosi (in passato, i pazienti con tali disturbi venivano definiti pazzi). Ciascuno di questi gruppi di malattie è eterogeneo e comprende varie malattie che hanno la loro stessa natura, le caratteristiche della clinica e la prognosi.

    Una definizione differenziata dello stato dei malati di mente, tenendo conto delle peculiarità della loro malattia, è di grande importanza. Molti studi sono stati dedicati a questo problema, sulla base del quale sono state proposte varie classificazioni di malattie mentali. Il più scientificamente provato sarebbe una classificazione basata sul principio etiologico. Tuttavia, la conoscenza dell'origine della maggior parte delle malattie mentali è ancora insufficiente, e in generale la sistematica della malattia mentale si basa su principi etiologici, clinici e di altro tipo. Inoltre, il sistema di classificazione delle malattie mentali è influenzato da atteggiamenti teorici generali prevalenti in questa o in quella fase dello sviluppo della psichiatria. Gli psichiatri sovietici, a differenza di molti stranieri, ritengono possibile sistematizzare le malattie mentali, così come le malattie somatiche, sulla base di un'eziologia, patogenesi e clinica comuni.

    Lo studio delle singole unità nosologiche in termini teorici e pratici è oggetto della psichiatria privata. Lo studio delle caratteristiche generali della malattia mentale, dei loro segni particolari (sintomi), delle condizioni psicopatologiche individuali (complessi dei sintomi - sindromi), dei meccanismi patogenetici dei disturbi psicopatologici è compito della psicopatologia generale. Lo studio dei modelli psicologici nella formazione dei disturbi mentali è oggetto di patologia.

    La valutazione diagnostica dei pazienti viene condotta sulla base dell'attuale classificazione generale internazionale o nazionale delle malattie mentali. Sfortunatamente, non hanno psichiatri, nonostante l'importanza di ottenere dati affidabili sulla vera prevalenza dei disturbi mentali. Questa circostanza dipende da una serie di ragioni: i malati di mente , specialmente quelli con forme non dette di disturbi mentali, raramente cercano aiuto da uno psichiatra. Le ragioni di ciò possono essere la mancanza di un atteggiamento critico nei confronti della propria condizione, la mancanza di volontà di essere registrati con medici psichiatrici, ecc. Non ci sono chiari criteri generalmente riconosciuti per delimitare un numero di forme leggere di disturbo mentale da quelle che possono essere nel quadro della "norma psichica". Quest'ultimo può essere attribuito a caratteristiche caratteriali individuali delle persone, disturbi mentali lievi transitori (manifestazioni subcliniche). A questo proposito, i dati sulla prevalenza dei malati di mente nella popolazione, ottenuti, di regola, dai risultati del trattamento dei pazienti per cure psichiatriche ospedaliere o ambulatoriali, sono caratterizzati da ampie fluttuazioni. Secondo questi dati, dal 10 al 20% della popolazione ha bisogno di cure psichiatriche. I dati sul numero di pazienti con gravi disturbi mentali (psicosi) sono molto meno suscettibili alle fluttuazioni e costituiscono una media dell'1-3% della popolazione totale.