Prevenzione di malattie infettive e cardiovascolari

Metodi fisici di prevenzione delle malattie

I metodi fisici di trattamento e la prevenzione sono sempre più utilizzati come prescritto dal medico. Come funzionano i metodi fisici sul corpo del paziente, come usarli correttamente per prevenire varie malattie e prevenire le loro esacerbazioni, è descritto nella sezione.

La sezione è progettata per una vasta gamma di lettori.

introduzione
Nell'era della rivoluzione scientifica e tecnologica, le persone sono ben consapevoli che la prevenzione, ovvero la prevenzione delle malattie, è un potente strumento per il mantenimento della salute. Ma non è così facile trovare le ragioni alla base dello sviluppo delle malattie e delineare misure efficaci con le quali potrebbero essere prevenute. Queste complesse domande teoriche e pratiche si trasformano in un intero problema che è sempre stato, è e sarà molto difficile, poiché è inesauribile, poiché la vita stessa è inesauribile nella sua cognizione.

Molti medici fino a poco tempo fa credevano che la scoperta della causa (eziologia) della malattia fosse abbastanza per l'applicazione di misure mediche volte a combattere le malattie. Ma la scienza ora sa che la conoscenza dell'eziologia di varie malattie non fornisce ancora sufficientemente una comprensione del meccanismo del loro sviluppo (patogenesi). L'effetto delle misure terapeutiche e preventive può essere efficace solo quando sono patogenetici.

Pertanto, la prevenzione, nel senso più ampio del termine, si basa non solo sul chiarire l'eziologia, ma anche sulla divulgazione della patogenesi, che determina, in sostanza, le caratteristiche specifiche dello sviluppo di ciascuna malattia. Va notato che la direzione preventiva nella medicina moderna ha i suoi aspetti teorici e pratici.

Attualmente, gli scienziati medici identificano la prevenzione primaria e secondaria, ognuno dei quali persegue obiettivi specifici e ha determinate direzioni. La prevenzione primaria prevede la prevenzione dell'insorgenza e lo sviluppo della malattia. Per la sua attuazione, è necessario non solo eliminare le cause immediate, ma anche promuovere la normale formazione di una persona fin dalla prima infanzia, aumentare la resistenza del suo corpo ed eliminare condizioni di lavoro e di vita sfavorevoli. Ciò richiede grandi misure sociali (miglioramento dell'ambiente e delle condizioni di produzione, fornitura di una casa normale, miglioramento delle misure sociali e igieniche, educazione igienica di una persona e del suo pieno sviluppo) volte a migliorare la salute e aumentare l'aspettativa di vita delle persone.

La prevenzione secondaria prevede la possibilità di prevenire esacerbazioni di malattie croniche che contribuiscono a compromettere la capacità di lavorare, la comparsa di una disabilità prematura. Per eliminare le gravi conseguenze della malattia, ogni persona dovrebbe rafforzare la propria salute, utilizzare razionalmente le misure raccomandate dal medico per prevenire l'insorgenza e la progressione delle malattie, in particolare quelle che sono chiamate malattie della civiltà moderna.

Tuttavia, per conoscere l'essenza di queste malattie, è necessario avere idee concrete sulle cause e i meccanismi del loro sviluppo. Ciò aiuterà a utilizzare razionalmente i metodi di prevenzione, compresi quelli fisici.

Il Ministro della Salute dell'URSS S.P.Burenkov alla sessione dell'Accademia delle scienze mediche del 9 aprile 1981 ha sottolineato: "Le decisioni del 26 ° Congresso del PCUS ci obbligano a fare un ottimo lavoro per migliorare radicalmente le attività di policlinici, dispensari, dispensari e altre istituzioni primarie di assistenza sanitaria ... Dobbiamo cambiare l'approccio alla decisione delle domande collegate ad aumento di livello di lavoro preventivo, diagnostico e medico di policlinici ». Ciò significa che è necessario aumentare il livello di prevenzione primaria e secondaria, identificare le prime forme di malattia e applicare misure preventive efficaci che impedirebbero lo sviluppo di varie malattie, per così dire, anche nella "gemma".

Senza toccare misure di prevenzione sociale di grande importanza biologica e socio-economica, è necessario sottolineare che le misure mediche svolgono un ruolo importante non solo per la prevenzione primaria, ma anche per la prevenzione secondaria.

Delle misure preventive mediche, i fattori fisici e trasformati sono di grande importanza. Ciò è particolarmente importante per quei pazienti che sono spesso prescritti farmaci che a volte smettono di avere un alto effetto terapeutico e preventivo.

Il commonwealth dei medici con una grande massa della popolazione è la chiave per il successo di rafforzare la salute delle persone e aumentare la loro capacità di lavorare.

La profilassi (dal greco prophylaktikos - sicurezza) è un insieme di misure preventive e sanitarie per la protezione e la promozione della salute di un individuo o di un intero collettivo. A seconda di ciò, si distingue la prevenzione individuale (personale) e sociale (sociale). In diverse fasi dello sviluppo storico, la prevenzione ha assunto forme diverse a seconda della struttura di classe della società, del livello di sviluppo culturale, della morale prevalente, delle abitudini, delle opinioni religiose, del grado di sviluppo della scienza.

Nei moderni Stati capitalisti, la portata e la natura delle misure preventive sono dettate principalmente dagli interessi della classe dominante.

Sotto la pressione del movimento rivoluzionario operaio e al fine di preservare la forza lavoro per un maggiore sfruttamento, lo stato borghese è costretto a prendere certe misure per proteggere il lavoro e l'assicurazione sociale dei lavoratori.

Scienziati borghesi, apologeti e ideologi del sistema borghese, cercando di giustificare l'atteggiamento negativo verso misure sociali e preventive di massa, predicano teorie pseudoscientifiche sulla presunta predeterminazione genetica genetica dell'elevata morbilità dei lavoratori, il danno delle misure sociali e preventive che sembrano promuovere la sopravvivenza di gruppi "biologicamente validi" della popolazione, sulla "convenienza" da guidare nel campo della salute pubblica secondo i principi di "non ingerenza dello stato", "libertà personale", cioè l'individuo la duplice preoccupazione di tutti per la loro salute. Questo è anche servito dal darwinismo sociale, dall'eugenetica, dal freudianesimo, dalla psicosomatica, dall'ecologia umana e da altre teorie finalizzate alla biologizzazione dei fenomeni sociali. Tutti i tipi di teorie riformiste borghesi sulla salute pubblica hanno come obiettivo quello di dimostrare che, attraverso le riforme, è possibile garantire anche la necessaria protezione della salute dei lavoratori sotto il capitalismo. In contrasto con queste affermazioni, P. P. Soloviev disse che la medicina nei paesi capitalisti non può entrare nel percorso di una larga prevenzione pubblica senza invadere le fondamenta stesse del sistema capitalista.

La prevenzione pubblica nell'URSS è un sistema di complesse misure statali e pubbliche sociali, economiche e sanitarie volte a prevenire l'insorgenza e la diffusione di malattie e a migliorare la salute pubblica in ogni modo possibile. La costruzione socialista di successo è la base della prevenzione sociale nell'URSS. L'attuazione dei compiti di prevenzione nell'URSS non riguarda solo le autorità e le istituzioni sanitarie, ma anche una parte delle attività di tutte le autorità statali e dell'amministrazione statale, degli enti economici e delle organizzazioni pubbliche.

La prevenzione, secondo NA Semashko, non dovrebbe essere intesa strettamente come compito dipartimentale delle autorità sanitarie, ma in senso ampio e profondo come preoccupazione dello stato sovietico per rafforzare la salute del popolo sovietico.

Il governo sovietico ha creato tutti i prerequisiti per attuare le misure preventive necessarie per proteggere la salute pubblica in conformità con tutte le sue politiche sociali nell'interesse dei lavoratori.

I decreti sulla terra, la pace, l'assicurazione sociale, il primo codice del diritto del lavoro indicano che lo stato sovietico, fin dai primi anni della sua esistenza, ha intrapreso un ampio percorso di prevenzione sociale. Nella sua opera e nel suo lavoro, Lenin ha dedicato molta attenzione ai temi della prevenzione sociale. Il programma del partito, adottato dall'Ottavo congresso del partito nel marzo del 1919, proclamò la direzione preventiva della salute sovietica: "Il PCR basa le sue attività nel campo della protezione della salute pubblica principalmente sulla realizzazione di ampie misure sanitarie e sanitarie volte a prevenire lo sviluppo di malattie ... ". E nell'ulteriore espansione e rafforzamento delle misure preventive nel sistema della sanità pubblica sovietica, si è prestata attenzione alle decisioni dei congressi e delle conferenze del Partito comunista e dei plenum del Comitato centrale del PCUS. Il Programma del PCUS, adottato dal 22 ° Congresso del Partito, prevede l'attuazione di un ampio sistema di misure sociali, economiche e mediche volte a proteggere e migliorare continuamente la salute della popolazione. Al centro dell'attenzione ci sono i problemi di prevenzione delle malattie: "Verrà implementato un vasto programma per prevenire e ridurre drasticamente le malattie, eliminare le malattie infettive di massa e aumentare ulteriormente l'aspettativa di vita". Gli stessi obiettivi sono perseguiti dalle misure specificate nel programma per soddisfare i bisogni vitali della popolazione. La Costituzione dell'URSS fornisce a ogni cittadino il diritto al lavoro (articolo 118), il riposo (articolo 119), la sicurezza materiale in età avanzata, nonché in caso di malattia e disabilità (articolo 120); Inoltre, esistono misure per la protezione statale dei diritti delle donne e dei bambini (vedere Maternità e protezione dell'infanzia) - che hanno tutti un grande valore preventivo. La natura preventiva è anche l'intera legislazione sociale sovietica, compresa la legislazione sanitaria. Possibili fattori di prevenzione sono l'enorme aumento delle abitazioni e della costruzione comunale di anno in anno, il miglioramento significativo della nutrizione della popolazione, la crescita dei salari, le pensioni, la riduzione della giornata lavorativa, la conservazione dei salari per il periodo di malattia, la fornitura di trattamenti tempestivi gratuiti, il riposo sano, l'ampio uso di dispensari, case per vacanze, istituti di educazione fisica.

Nell'URSS, dove opera la legge economica del socialismo, mirata alla massima soddisfazione delle sempre crescenti esigenze materiali e culturali dell'intera società, le esigenze di prevenzione sono prese in considerazione in tutte le costruzioni socialiste economiche e culturali. Tutti i principali problemi dello sviluppo economico nazionale nel nostro paese sono risolti, in connessione con il compito di proteggere la salute pubblica, proteggendolo dalle possibili influenze dannose dell'ambiente esterno, tenendo conto delle esigenze di igiene. Particolarmente importante nella prevenzione sovietica è la standardizzazione igienica, che copre sempre più tutti i rami della produzione, i processi tecnologici, lo stato dell'ambiente, il lavoro, l'apprendimento, il mangiare e le condizioni di riposo. Ciò contribuisce all'implementazione del principale compito di prevenzione nell'URSS: il rafforzamento della salute e della capacità lavorativa, lo sviluppo armonioso delle forze fisiche e spirituali del popolo sovietico. Qui è influenzata l'unità di compiti e obiettivi socio-economici e preventivi. Nell'URSS, viene condotta una grande quantità di ricerche per giustificare scientificamente gli standard igienici in varie aree dell'economia nazionale, ei risultati di questo lavoro in termini di igiene del lavoro, igiene delle comunità, igiene alimentare e igiene scolastica sono molto ampi. L'osservanza obbligatoria di questi standard è stabilita dalla legislazione vigente.

Il progresso della tecnologia comporta progressi nella prevenzione. Il miglioramento della tecnologia industriale porta a una significativa riduzione delle sostanze nocive nell'ambiente. In connessione con l'automazione e la meccanizzazione della produzione, con la drastica riduzione dei processi manuali, con l'uso significativo di elettronica, fisica nucleare, chimica, cibernetica, dispositivi informatici, metodi di gestione della produzione a distanza, lo sviluppo scientifico della fisiologia e della salute sul lavoro in nuove condizioni, una modalità di lavoro e di riposo in connessione con i compiti dell'organizzazione scientifica del lavoro. Nella risoluzione del Comitato centrale del PCUS e del Consiglio dei ministri dell'URSS del 14 gennaio 1960, "sulle misure per migliorare ulteriormente l'assistenza medica e proteggere la salute della popolazione dell'URSS", molta attenzione è rivolta alla prevenzione. Strettamente connesso con i problemi della prevenzione è la legge sulla protezione della natura nella RSFSR, adottata il 27 ottobre 1960. Particolarmente importante è l'art. 12 di questa legge, dedicata ai problemi della protezione sanitaria della natura, tra cui l'aria atmosferica, le acque superficiali e sotterranee, il suolo. Questa legge impone ai ministeri, dipartimenti ed enti economici l'obbligo di progettare e attuare processi tecnologici che garantiscano la massima trasformazione di materie prime e combustibili che non danno rifiuti nocivi all'atmosfera, all'acqua e al suolo nella progettazione di imprese e strutture. Le ampie misure adottate nell'URSS per trasformare la natura (imboschimento, drenaggio delle paludi, sviluppo di deserti, consolidamento di sabbie, costruzioni idroelettriche, ecc.) Portano ad un miglioramento delle condizioni di vita della popolazione e, quindi, hanno anche valore preventivo. Alla prevenzione viene assegnato il ruolo principale nel sistema sanitario sovietico.

L'intero sistema e le attività delle istituzioni sanitarie sono costruiti in modo tale da tenere conto dei compiti specifici di prevenzione nei rispettivi legami, dettati dalle peculiarità dell'età e dei contingenti sessuali della popolazione, dalle loro condizioni di vita, dalla natura della loro morbilità e dalla sua eziologia (il focus preventivo del lavoro di consultazioni, poliambulatori, dispensari femminili e per bambini , centri sanitari in imprese industriali, uffici adolescenti, ecc.).

Nell'attuazione di misure preventive, un ruolo significativo è svolto dalla vigilanza sanitaria preventiva e attuale effettuata dall'ispezione sanitaria statale. Secondo il "Regolamento sulla supervisione sanitaria statale dell'URSS", hanno garantito grandi diritti, assicurando un controllo rigoroso sulla conformità a tutti gli standard, le norme e le prescrizioni sanitarie stabilite (vedi legislazione sanitaria).

Particolarmente importante è la supervisione sanitaria nella pianificazione e nel miglioramento delle aree popolate; deve controllare la costruzione di alloggi, misure per la protezione sanitaria di acqua, aria e suolo, protezione del lavoro, ecc.

I successi della scienza igienica e le attività di una potente rete di istituzioni sanitarie ed epidemiologiche, dipartimenti di igiene e dipartimenti di epidemiologia di istituti e istituti medici per il miglioramento dei medici svolgono un ruolo importante nello sviluppo della direzione preventiva della medicina sovietica. L'orientamento profilattico è anche una caratteristica dello sviluppo di tutte le discipline cliniche nell'URSS, in cui si presta attenzione alle questioni di eziologia sociale (fattori lavorativi e familiari), diagnosi precoce di malattie, misure di miglioramento della salute, inserimento lavorativo razionale, rafforzamento del corpo (terapia fisica, nutrizione, ecc.) e aumentare la sua capacità di adattamento.

La prevenzione è organicamente correlata alle attività terapeutiche. Numerosi specialisti domestici hanno apprezzato molto la prevenzione e hanno riconosciuto la necessità di combinare le cure mediche con misure preventive (vedi Medicina). Nell'URSS, il trattamento non si oppone alla prevenzione, ma si fonde in un'unità inseparabile, che ha trovato l'espressione più vivida nel metodo del dispensario del trattamento e nel mantenimento preventivo della popolazione.

I medici, svolgendo la sintesi del trattamento e della prevenzione, si sforzano di garantire il primo riconoscimento delle malattie, il corretto trattamento dei pazienti, le condizioni necessarie e il regime di lavoro, riposo, alimentazione, prevenzione della ricorrenza della malattia. Da questi compiti seguono i doveri del medico curante per familiarizzare con l'eziologia sociale della malattia, in particolare con le condizioni di lavoro e di vita dei pazienti che lo affascinano e in ogni modo promuovono attraverso queste organizzazioni il miglioramento di queste condizioni. Tutto ciò dovrebbe riflettersi nelle case history.

Di grande importanza nella prevenzione è l'implementazione da parte dei medici del monitoraggio periodico dei risultati a lungo termine del trattamento (operazioni chirurgiche, terapia a raggi X, trattamento di sanatorio), uso corretto di ricoveri preventivi, dispensario tempestivo nei dispensari, case di riposo, sanatori, assunzione dietetica, impiego razionale in conformità con stato di salute. La profilassi di contingenti sani della popolazione è di grande importanza per la prevenzione delle malattie e viene effettuata in modo pianificato [bambini, adolescenti, donne incinte e madri, lavoratori nei negozi e nelle professioni principali e che lavorano nei rischi professionali (vedi dispensario)].

Nell'arsenale dei mezzi di prevenzione, un'arma potente è l'educazione alla salute (vedi), che aiuta a prevenire l'insorgere di molte malattie. "Senza educazione sanitaria non c'è prevenzione" (NA Semashko).

Un'importante area di prevenzione include il diffuso negli esami preventivi dell'URSS dei lavoratori e le conseguenti misure preventive e di miglioramento della salute per i singoli lavoratori e interi collettivi. Un'indicazione importante per l'ulteriore sviluppo della direzione preventiva della medicina sovietica è l'istruzione del Programma CPSU che "... la scienza medica deve concentrare i suoi sforzi sulla scoperta di mezzi per prevenire e superare malattie come cancro, malattie virali, cardiovascolari e altre malattie potenzialmente letali."

Grande ruolo della prevenzione nella lotta contro le malattie infettive. Nella prevenzione delle malattie infettive, i risultati dell'epidemiologia domestica e della microbiologia, l'immunologia sono ampiamente utilizzati, specialmente nello studio della patogenesi delle infezioni, dell'immunità, del problema della variabilità microbica, della diagnosi precoce microbiologica, della prevenzione specifica, dell'immunoprofilassi e del trattamento di numerose malattie infettive. Il ruolo della prevenzione nella prevenzione delle malattie cardiovascolari è grande; l'eliminazione di fattori nocivi associati a condizioni di lavoro e di vita sfavorevoli, porta a una riduzione del numero di malattie cardiovascolari. Nelle attività di un medico, psicofrophylaxis, psicohygiene occupano un posto prominente.

I principi di prevenzione sono la base per la lotta contro la tubercolosi, le malattie del tratto gastrointestinale, gli organi urogenitali, le malattie del sistema nervoso, le neoplasie maligne, ecc. Il valore delle misure preventive che assicurano il corretto sviluppo fisico delle giovani generazioni è inestimabile. Qui, la cultura fisica è in prima linea, che è un potente strumento per preservare e rafforzare la salute delle persone di tutte le età. Nell'URSS, è stata istituita una potente rete di istituzioni di cultura fisica e si sta svolgendo un lavoro di massa tra la popolazione per impegnarsi nell'educazione fisica. Le misure preventive di successo sono promosse da iniziative pubbliche di massa a imprese, istituzioni, gestione di case, fattorie collettive, allevamenti statali, movimenti popolari di massa per la cultura sanitaria, pulizia nelle città e nelle zone rurali, "giornate di salute", attività di numerose commissioni sanitarie, posti sanitari, commissari sanitari pubblici.

Nello sviluppo delle basi teoriche della prevenzione e delle forme pratiche della sua attuazione nell'assistenza medica della popolazione in varie strutture sanitarie, grande merito appartiene all'igiene sociale (vedi) e alle organizzazioni sanitarie, l'insegnamento di cui nelle scuole mediche dota i medici delle conoscenze necessarie. Elementi di prevenzione sono inclusi nell'insegnamento di tutte le principali discipline mediche. L'orientamento profilattico è un aspetto caratteristico del lavoro di ricerca di istituti di ricerca, dipartimenti di istituti medici e istituti di miglioramento dei medici. L'ampio sviluppo della direzione preventiva nelle attività delle istituzioni mediche sullo sfondo di un costante aumento del benessere materiale e del livello culturale del popolo sovietico, lo sviluppo della scienza medica e il miglioramento della qualità dei servizi medici per la popolazione hanno svolto un ruolo decisivo nella riduzione della morbilità, eliminando una serie di malattie infettive, riducendo drasticamente la mortalità totale e infantile e estendendo significativamente l'aspettativa di vita media di un uomo sovietico. La prevenzione sovietica ha acquisito un grande significato internazionale - i suoi principi, forme e metodi di attuazione sono stati ampiamente riconosciuti nella socialista, nella democrazia popolare e in altri paesi. Vedi anche Salute.