Vitamina C, che potrebbe essere troppo | Corretta alimentazione

Vitamina C, che potrebbe essere troppo

Non elencheremo tutte le vitamine, le loro proprietà, il valore biologico, i benefici per la salute, ecc. Questo può essere letto in altre pubblicazioni. Ne parleremo solo alcuni, ancora sottovalutati dagli scienziati moderni, e presenteremo nuovi dati, ancora sconosciuti.

Avvisa immediatamente che non devi bere troppe vitamine in pillole, anche se ora è di moda in molti paesi. Alcuni di essi, come le vitamine A e D, possono causare effetti molto negativi, anche gravi, se assunti in dosi troppo elevate.

C'è una teoria secondo la quale i giovani, o meglio gli adolescenti, sono così aggressivi, irascibili, ecc., Che durante il periodo di maturazione l'energia accumulata nei loro corpi esplode, i cui catalizzatori sono quantità eccessive di vitamine assunte durante l'infanzia. C'è una certa dose di fantasia letteraria in questo, ma ...

Di tutte le vitamine necessarie per il nostro corpo, abbiamo bisogno di più della quantità di vitamina C - una media di 80 mg al giorno, mentre la necessità di tutte le altre vitamine ammonta a 20 mg al giorno. Questo non significa che siano meno preziosi!

Già nel 1747, lo studente di medicina James Lind dell'Università di Edimburgo, un futuro medico di bordo, scoprì che gli agrumi erano un rimedio efficace per lo scorbuto tra i marinai dell'epoca. Ma solo nel 1932 divenne possibile stabilire che la misteriosa sostanza contenuta negli agrumi è l'acido ascorbico o vitamina C.

Quanta vitamina C è richiesta al giorno?

La risposta a questa domanda non è così semplice. Si ritiene che un adulto non possa assorbire più di 30 mg e tutto ciò che è al di sopra di questo sarà espulso dal corpo. Ma a un esame più attento, risulta che i nostri bisogni sono molto individuali. Inoltre, molte malattie aumentano il bisogno da un modesto 30-80 a 3000 mg. E ancora di più!

Nel 1974, il dott. Terence V. Anderson dell'Università di Toronto condusse ricerche su 600 volontari. Mentre erano sani, diede loro 500 mg di vitamina C a settimana. Ai primi segni di raffreddore, la dose è stata aumentata a 500 mg al giorno per ogni malato. Il resto ha ricevuto un placebo. Tutti coloro che hanno ricevuto 500 mg di vitamina C sono guariti molto più velocemente rispetto ai pazienti nel gruppo di controllo. Il dottor Anderson consiglia nel periodo di grandi raffreddori di prescrivere tutti i profilattici 200 mg di vitamina C! al giorno, e in caso di infezione acuta un breve periodo di tempo per dare circa 1000 mg, o 1 g, di vitamina al giorno.

Più tardi, questo scienziato ha condotto la stessa ricerca su migliaia di volontari ed è giunto alla conclusione che 1200 mg al giorno di vitamina C è una dose (per la salute), avvertimento di un raffreddore durante epidemie di influenza, catarri o altre infezioni. Alcuni hanno bisogno solo di prendere 100 mg, ma non appena compaiono i primi segni della malattia, è necessario aumentare la dose a volte fino a 1 g. Questa è una raccomandazione per tutte le cosiddette persone di mezza età. Ma ognuno di noi ha le proprie esigenze individuali, più spesso dipende dall'ambiente in cui viviamo.

E i nostri medici prescrivono la vitamina C per i loro pazienti, come dimostra il fatto che le farmacie lo vendono il doppio in inverno e addirittura quattro volte durante le epidemie.

Spesso, le persone stesse ricorrono a questo rimedio quando sono tormentate da dolori reumatici o "dolenti" delle ossa e della parte bassa della schiena, e talvolta anche dalla stanchezza ordinaria, credendo nell'universalità dell'azione della vitamina C. Non si può fare a meno di chiedersi se influisce davvero sul decorso della malattia o un fattore?

Una cosa è certa: il corpo umano non può fare a meno della vitamina C. È presente in quasi tutti i tessuti. È stato a lungo concluso che la vitamina C agisce come stimolatore dei processi metabolici. Forse attiva anche alcune reazioni del sistema immunitario. La situazione è in una certa misura paradossale, perché finora tutto questo non è stato studiato correttamente.

Allocato questa vitamina nel 1928. Albert Sent-Gyorgye. Quattro anni dopo, Walter Haworth ne determinò la struttura chimica e la sintesi fu effettuata per la prima volta nel 1933 da Tadeusz Reichstein, un chimico svizzero di origine polacca.

La vitamina C è chiamata acido ascorbico perché previene una terribile malattia: lo scorbuto. Si dice che molti più marinai siano morti di scorbuto di quanti ne siano stati uccisi in tutte le catastrofi e battaglie navali.

Ora, nessuno, di regola, muore per lo scorbuto. La vitamina C tratta i suoi sintomi iniziali, che non sono così pericolosi, ma sono abbastanza diffusi, specialmente tra quelli che trascurano questa vitamina nella dieta. Aiuta anche con molte altre malattie e disturbi.