Mercurio | Avvelenamento da mercurio | Corretta alimentazione

mercurio

Questo è un componente naturale di alcune rocce, e quindi dell'acqua, del suolo e dell'aria. Ma nonostante ciò, il mercurio non può essere definito "metallo della vita", ma merita il nome di "metallo della morte". Torna nel 1 ° c. n. e. Plinio il Vecchio la soprannominò "il più forte di tutti i veleni" e 400 anni prima di lui Paracelso dichiarò: "È impossibile elencare le malattie causate dall'argento vivente (mercurio)".

Il Giappone molto sviluppato, così come l'Iraq, in Argentina, possono servire da esempio tragico: la Germania occidentale è tra i nostri vicini più vicini. Vediamo che ovunque si sviluppi l'industria pesante e gli imprenditori risparmiano fondi per gli impianti di trattamento delle acque reflue (bisogna ammettere che a volte costano lo stesso o anche di più delle attrezzature industriali), finisce sempre con l'avvelenamento ambientale.

L'Elba può essere considerato il fiume più inquinato dell'Europa occidentale. Le sue acque sono avvelenate da detriti provenienti da stabilimenti industriali della Repubblica Federale di Germania, dalla Cecoslovacchia e dalla RDT. Le misurazioni sperimentali effettuate nella regione di Schnechenburg hanno dimostrato che le acque di questo fiume trasportano 112 kg di mercurio, 186 kg di stagno, 457 kg di rame e 3913 kg di zinco al giorno. Si stima che ogni anno circa 370 tonnellate di mercurio (!) Vengano rilasciate nell'ambiente naturale della Repubblica Federale di Germania, e si presume che questa cifra crescerà sempre.

Ma questo non è abbastanza. Il mercurio agisce slealmente, perché all'inizio l'avvelenamento è asintomatico. Cambiamenti irreversibili nel corpo non iniziano affatto tipici: in primo luogo, mal di testa, vertigini, infiammazione delle gengive, difficoltà nel concentrare l'attenzione, nausea , insonnia appaiono, i capelli cominciano a cadere. E solo allora la parola è disturbata, appare uno stato di paura, nervosismo o sonnolenza, il numero di globuli bianchi diminuisce - questi sono tutti segni di perdita di immunità da parte del corpo, uno stato in cui anche un'infezione minore può essere fatale. E nella fase finale di questo avvelenamento "strisciante", la mobilità delle articolazioni scompare e la persona si trasforma in una bambola rigida.

Il mercurio si accumula gradualmente nel corpo degli animali e degli umani. Ad esempio, in molti luoghi dell'Elba, la concentrazione di mercurio, come altre sostanze tossiche, è inferiore alle norme ammissibili dell'OMS , ma gli organismi che vivono nelle acque del fiume a volte accumulano enormi quantità di questi "veleni" in sé stessi.

La storia delle anguille è ampiamente nota. Nel 1981, i pescatori di Amburgo, Bassa Sassonia e Schleswig-Holstein avevano organizzato una manifestazione (affiancata da circa 50 mila persone) e bloccato le barche alla foce del fiume vicino ad Amburgo, perché era vietato vendere le anguille catturate nell'Elba con multe salate. Come si è scoperto, il contenuto di mercurio in questo pesce era migliaia di volte superiore al tasso consentito. La disoccupazione ha minacciato i pescatori.

Il mercurio può anche essere sentito nelle generazioni successive. Gli ambientalisti credono che la morte degli uccelli selvatici che vivono nella regione dell'Elba sia causata anche dall'avvelenamento delle sue acque. I composti del mercurio vengono assorbiti a poco a poco, ma fondamentalmente si depositano nei muscoli, nei reni, nel sistema nervoso e nel cervello. È più difficile attacca il feto , spesso causando malattie ereditarie.

Oltre 450 morti sono stati segnalati in Iraq nel 1972 dopo aver mangiato il pane di farina avvelenato con mercurio. Nel 1980 vennero scoperti segni di avvelenamento di 1600 bambini in Argentina e i pannolini furono disinfettati con un preparato contenente mercurio .

Il mercurio puro, nella sua forma originale, non è pericoloso quanto i suoi vapori o derivati ​​organici formati nell'acqua sotto l'azione di microrganismi. Sono assorbiti dall'intera catena di organismi viventi finché non finiscono nelle "anguille di Amburgo" e, infine, nel corpo umano. Non c'è da stupirsi che le nostre nonne cadessero in preda al panico quando un termometro si spezzò e "l' argento vivente" rotolò sul pavimento, dividendosi in palline. Anche allora sapevano quanto fosse velenoso il mercurio, sebbene i fiumi non fossero stati ancora avvelenati da esso.

Dal corpo umano, il mercurio viene rilasciato molto lentamente. Gestisce, come abbiamo detto, penetrare nel cervello, alterare la vista , il gusto e il tatto, così come la psiche. È vero che nel 1981 è stata introdotta una nuova legge nella Repubblica federale di Germania, secondo la quale tutti coloro che scaricano rifiuti nei fiumi sono soggetti a una multa. La legge mirava a costringere gli imprenditori a costruire impianti di trattamento delle acque reflue, ma i bonzi industriali ei loro fedeli consulenti legali hanno determinato la procedura in modo tale da rendere più redditizio pagare multe relativamente basse oltre a costruire moderni impianti di trattamento delle acque reflue. Di conseguenza, i fiumi in questo paese assomigliano sempre più a grondaie piene di fango schiumoso. Non abbiamo tali fiumi e torrenti? Prima di tutto, un alto contenuto di mercurio è stato trovato nei capelli e nel sangue di persone che si nutrono costantemente di pesci provenienti dal Mar Baltico o dalle acque che lavano la costa industrialmente sviluppata del Canada e degli Stati Uniti. Ancora una volta ricordiamo che il selenio aiuta in questi casi - serve da antidoto. La prova può essere il tonno, che contiene, di regola, enormi quantità di mercurio. Ma dal momento che c'è anche molto selenio, né il pesce stesso è stato avvelenato, né le persone che lo hanno mangiato.

Molti paesi hanno stabilito standard che definiscono il contenuto massimo ammissibile di mercurio nei prodotti alimentari, incluso il pesce oi suoi prodotti. Gli studi hanno dimostrato che nel pesce in scatola della produzione polacca c'è il mercurio, ma in quantità minime, inferiore al limite inferiore della norma accettato in tutto il mondo. Questi studi sono stati effettuati presso l'Institute of Nutrition Technology di Szczecin20.

Negli Stati Uniti e in Inghilterra, il contenuto di mercurio ammissibile è 0,5 mg per 1 kg di cibo, in Italia e Francia - 0,7 mg / kg, in Svezia, Finlandia e Giappone - 1 mg / kg, in Norvegia - 1,5 mg / kg.

In Polonia, si ritiene che un contenuto superiore a 0,5 mg di mercurio in 1 kg di prodotti sia già inaccettabile. 121 lotti di pesce in scatola sono stati analizzati in 5 assortimenti - in media, contenevano 0,2 mg di mercurio per 1 kg. Il pesce in scatola polacco può essere tranquillamente mangiato.

Il mondo divenne improvvisamente estremamente piccolo. Perfino la neve sulle inaccessibili vette dell'Himalaya era contaminata dalla "polvere" della civiltà. È sempre più difficile trovare acqua pulita, non solo nelle profondità dei continenti, ma anche nei mari e negli oceani. Le richieste di protezione ambientale non dovrebbero essere chiamate solo se una persona vuole veramente sopravvivere su questo pianeta.