Cadmio | Metalli potenzialmente letali | Corretta alimentazione

cadmio

È riconosciuto come un elemento molto pericoloso. I residenti di un piccolo villaggio giapponese, situato sopra il mare, non lontano dalla raffineria, mangiavano principalmente riso, che, come risultò, fu avvelenato da acqua contaminata da composti di cadmio provenienti dai rifiuti della raffineria. I residenti hanno sofferto di dolori insopportabili ai muscoli, fratture ossee involontarie ( calcio dilavato con cadmio), deformità scheletriche , funzioni alterate di polmoni, reni e altri organi. L'eccesso di questo elemento può causare tutti i tipi di tumori maligni. Alcuni ricercatori associano, ad esempio, l'effetto carcinogenico della nicotina con la presenza di cadmio nel tabacco e nel fumo di tabacco.

La quantità di cadmio consumata giornalmente con alimenti di origine vegetale e animale raggiunge i 48 mg. E la stessa quantità viene escreta nelle feci e nelle urine. La maggior parte è nel fegato e nei reni, un po '- nel sangue.

Sfortunatamente, più il paese è industrializzato, maggiore è la concentrazione di questo elemento nel suolo . Ad esempio, con un contenuto di 1 ppm, il cadmio modifica lo sviluppo dell'orzo e ad un contenuto di 100 ppm i cereali non si sviluppano nei cereali. Inoltre, in presenza di superfosfati, le piante digeriscono il cadmio in grandi quantità, si potrebbe dire "con appetito", e se è basso, è minimo o non viene digerito affatto.

I risultati di esperimenti condotti su ratti, è dimostrato che l'assorbimento di cadmio può essere ridotto prescrivendo allo stesso tempo il selenio , che funge anche da antidoto per avvelenamento con mercurio e altri metalli. Tuttavia, il contenuto di selenio nel suolo riduce i composti dello zolfo e il cadmio diventa nuovamente pericoloso.

Nel nostro ambiente, si verificano costantemente cambiamenti nel contenuto di vari elementi, causando cambiamenti funzionali nel nostro corpo in caso di carenza o eccesso di uno di essi. Una dose eccessiva di oligoelementi può influenzare il nostro metabolismo. Ad esempio, un eccesso di cadmio superiore al tasso medio accettato di 50 μg può disturbare il metabolismo del sale : ferro, calcio, zinco , magnesio e rame. C'è antagonismo tra cadmio e ferro. Quindi, vediamo come i risultati degli studi geochimici aiutano a prevedere il valore nutrizionale dei prodotti.