Verità che fanno riflettere Corretta alimentazione

Verità che fa riflettere

  • La necessità del corpo umano per i microelementi
  • Quando il corpo manca degli "elementi della vita", il loro posto è occupato da metalli, dannosi per la salute umana, che causano varie malattie. Ad esempio, con la mancanza di magnesio, lo stagno penetra nel tessuto cerebrale, sottoponendo quindi la persona ad avvelenamento graduale. All'epoca prima della caduta dell'Impero Romano, una fonte di avvelenamento da stagno del cervello erano vasi di bronzo coperti dall'interno con smalto di stagno. Alcolismo è stato diffuso in questo momento, così come ai nostri giorni, e l'alcol più di ogni altra di tutte le sostanze presenti nei prodotti alimentari, riduce il contenuto di magnesio nel sangue. Di conseguenza, apparvero malattie associate alla sua mancanza. I più gravi sono malattie del cervello, sistema cardiovascolare e leucemia.

    Tutti noi oggi siamo avvelenati dall'inquinamento dell'ambiente. Non trovare tra noi un "organismo idealmente pulito", perché respiriamo aria avvelenata, beviamo acqua avvelenata, mangiamo cibo contaminato da varie sostanze contenute nel suolo : fertilizzanti artificiali, pesticidi , ecc. Tracce di stagno ci arrivano con cibi dal cibo in scatola . Tin è a volte poliziotti avvelenati, che regolano il traffico per le strade, respirando prodotti di combustione di carburante. In Giappone, è stata scoperta una ben nota malattia di ita-ita, causata da avvelenamento da cadmio.

    Intorno al 1974, nella Repubblica federale di Germania (Istituto per la lavorazione del grano in Defmold) furono condotti studi su larga scala, il cui scopo era determinare il contenuto di metalli pesanti di mercurio , stagno e cadmio nei cereali.

    I risultati complessivi sono stati confortanti. Non c'erano motivi di preoccupazione. Ma l'eccezione era il pane , che cresceva vicino alle autostrade e alle strade ad alto traffico, adiacente alle acciaierie e ad alcune imprese industriali. I metalli pesanti sono stati trovati nel grano di avena, domestico e importato, mais domestico e riso importato. Fortunatamente, le quantità rilevate non hanno superato il limite superiore del livello consentito, cioè 2 mg per 1 kg.

    Come puoi pulire il grano da questi metalli nocivi? Si scopre che, ad eccezione del cadmio, sono tutti sulla superficie del grano e possono essere rimossi insieme alla crusca.

    Ad esempio, con il peeling a secco di grano pesantemente contaminato, è possibile rimuovere fino al 70% del contenuto iniziale di lattina e fino al 50% di mercurio. Il cadmio è contenuto in modo uniforme lungo tutta la grana, in modo da rimuovere solo il 10-20% della crusca (viene analizzata la crusca ruvida, pari al 4-5% del grano) e l'irradiazione a umido non dà alcuna diminuzione del contenuto di metalli pesanti nel grano.

    Altri ricercatori hanno dimostrato che anche le patate non contengono quantità pericolose di sali di metalli pesanti, sebbene esistano in essa. Allo stesso tempo, patate, purè, fiocchi o cosiddette patatine, contengono metalli molto meno pesanti di quelli grezzi.

    Da un lato, dobbiamo cercare di proteggere il cibo dall'inquinamento industriale, dall'altro, per garantire che sia l'industria a non privarli dei loro preziosi componenti. Il professor Schroeder ha compilato una tabella in cui sono state calcolate le perdite (in%) per la pulizia industriale di alcuni elementi necessari per la salute:

    Elemento di traccia Farina bianca Zucchero bianco Riso lucidato Farina di mais Latte sgrassato
    cenere
    calcio
    fosforo
    magnesio
    cromo
    manganese
    ferro
    cobalto
    rame
    zinco
    molibdeno
    selenio
    stronzio
    Vitamina B6
    78
    60
    71
    85
    40
    86
    70
    89
    68
    78
    48
    16
    95
    72
    88
    -
    -
    98
    93
    89
    -
    95
    83
    98
    100
    100
    96
    100
    -
    -
    -
    83
    75
    45
    -
    38
    26
    75
    -
    -
    -
    69
    -
    -
    -
    97
    72
    93
    -
    37
    31
    91
    -
    100
    -
    87
    32
    -
    -
    6
    > 50
    100
    -
    -
    -
    14
    90
    88
    -
    -

    Il latte intero, non scremato, come sappiamo, è stato a lungo riconosciuto come il "cibo più salutare del mondo" (è necessario integrarlo con il ferro, che è quasi assente in esso, e la vitamina C, che è troppo poco in esso). Quindi, il latte nel processo di sgrassatura perde non solo grasso e vitamine A, D ed E, che sono solubili nel grasso, ma anche molti oligoelementi, come manganese, selenio, molibdeno e anche metà del cromo in esso contenuto. Tuttavia, è giustamente considerato una ricca fonte di tutto il complesso di oligoelementi rimasti in esso: magnesio, calcio, cobalto, rame e zinco, sebbene la loro composizione minerale non sia bilanciata e dovrebbe essere integrata. Di cosa si tratta? Formaggio? Olio? È meglio bere latte intero! Contiene quasi tutti i tesori alimentari!

    Ma cosa significa "quasi tutto"? 1 l di latte consumato ogni giorno copre il fabbisogno del nostro corpo (quando si lavora moderatamente) nelle proteine ​​animali dell'80%, nel calcio di oltre il 100%, nella vitamina B2 dell'88%, nella vitamina A del 40% e il fabbisogno di calorie - di 20%. Le proteine ​​del latte contengono tutti gli amminoacidi necessari.

    Se una persona "mangia" 620 calorie sotto forma di zucchero (100 g = 399 calorie) aggiunto a bevande, dolci, piatti vari, allora questo è il 19,4% della dieta, che dovrebbe dare 3200 calorie per gli uomini o fino al 28,8% del giorno fabbisogno calorico per le donne (2150 calorie).

    Se una persona beve birra (una o due tazze), su 2150 kcal, il 7,1% è alcol. Le calorie causano un cambiamento di forma poco attraente ("pancia di birra") e l'alcol, che riduce il livello di magnesio, crea le condizioni per l'insorgenza di sclerosi e infarti.