Silicio e bellezza | Corretta alimentazione

Silicio e bellezza

Alcuni sono un po 'sprezzanti di questo elemento, ma altri sono con straordinario entusiasmo. Soprattutto la grande fede in lui differisce dai guaritori, dalle erbe curative. Spesso prescrivono silice - diossido di silicio. Ecco cosa scrive il Dr. J. Pajor: "... Perdita di capelli, unghie fragili, una tendenza a lividi diversi, ogni tipo di infiammazione, cattive condizioni della pelle, piaghe da decubito , malattie fungine, forfora , vecchie ferite sono trattati con silice ...

In molti casi, l'acne, che è stata trattata in diversi modi per 8-10 anni senza un risultato positivo, è stata curata in poche settimane dall'ingestione di biossido di silicio ...

Nella pratica dei dentisti, la silice ha contribuito a guarire l'infiammazione ulcerosa delle gengive. Le infiammazioni delle gengive sono state rimosse con silice in 4-5 giorni. "

L'acido silicico è un componente del tessuto connettivo . La maggior parte è nei tessuti giovani e nell'epidermide. Anche il silice agisce bene sui capillari, riducendo la loro permeabilità (previene la comparsa di lividi). L'esperienza conferma che i preparati sintetici di silicio in termini di efficacia non possono essere confrontati con la silice vegetale.

Qual è il più silicio?

L'equiseto contiene il 60% di silice, sebbene solo l'1-1.5% in forma solubile. Inoltre, circa lo 0,25% di questo composto si trova in un pikulnik, un uccello di montagna, una pirena, ortiche e farfara.

Ecco cosa consiglia l'erboristeria agli erboristi: preparare 50 g di equiseto, pic-nic e ortica e 100 tonnellate di uccelli dell'altopiano; cucchiaio di questa miscela versare due tazze di acqua e far bollire a fuoco basso fino a quando "bolle metà del contenuto della casseruola. La silice è scarsamente solubile, quindi le erbe dovrebbero essere scaldate a lungo a fuoco basso in modo che si infittino bene. Bevi l'infuso 2 volte al giorno per mezza tazza. Jerzy Waldorf un tempo consigliava di bere il tè dagli equiseti, cosa che lo aiutò molto.

Soprattutto un sacco di silicio nella coda di cavallo nel periodo da metà luglio ad agosto. Ad esempio, la specie Eqwsetusm hiemale (secondo Sedlak, l'autore del famoso lavoro sul silicio) contiene dal 70 al 96% di silicio e Equisetum arvense (l' equiseto - la più comune) - dal 49 al 76%. Inoltre, l'equiseto ha un sacco di manganese sodio e altri componenti. Il silicio si trova anche in prodotti vegetali ricchi di cellulosa , crusca, farina d'avena e pane integrale.

Secondo J. Yancharsky, il silicio è circa lo 0,01% del nostro peso. Si concentra principalmente nella ghiandola tiroidea (310 mg%), poi nelle ghiandole surrenali (250 mg%), ipofisi (81,4 mg%), polmoni (40-80 mg%), muscoli (2-8 mg%), nel sangue (0,1-0,9 mg%). Il suo contenuto nel corpo umano diminuisce con l'età. È anche necessario sapere che nel processo di rigenerazione di ossa rotte il contenuto di silicio in loro aumenta 50 volte.

Ma come usare il diossido di silicio esteriormente: farfara, alpinista, erba di grano, equiseto, pikulnik mescolati in quantità uguali; 2-3 cucchiai di questa miscela versare 2 tazze di acqua, far bollire per 15 minuti, quindi aggiungere 2 cucchiai di aceto o azulene, che conservano il liquido in modo che non si torbida (questo è un segno che la soluzione è rovinata). Di sera, lava il viso prima con acqua, poi con l'infuso di erbe e 2-3 volte a settimana asciugalo con tutto il corpo. Ottimo effetto sulla pelle, dona un aspetto giovane e sano.

Il silicio favorisce la crescita, perché aiuta a "costruire" le ossa, avvia i processi di mineralizzazione e indipendentemente dalla vitamina D; Ha soprattutto bisogno di bambini. Ha un effetto benefico sul cuore , i denti , le ossa, i capelli e le unghie di un adulto.

Questo elemento, che si trova nel corpo umano in quantità trascurabili, è, dopo l'ossigeno, l'elemento più associato alla biosfera. Gli animali sperimentali che hanno ricevuto 50 mg di silicio per ogni 100 g di cibo sono cresciuti significativamente più velocemente di quelli che non hanno ricevuto questo oligoelemento.

Di quanto silicio abbiamo bisogno?
Non esiste ancora una risposta autorevole a questa domanda a causa delle complessità di natura medica e analitica. Dopotutto, il vetro da cui proviene la vetreria di laboratorio contiene silicio e tutte le analisi dovrebbero essere eseguite in dispositivi di plastica. Una delle ricerche più serie su questo argomento è stata condotta nell'URSS. Il lavoro ha totalizzato 587 pagine, è stato pubblicato nel 1978 sotto il nome di "Silicon and Nutrition", i cui autori sono Voronkov e i suoi collaboratori.

In Polonia, il già citato J. Yancharsky (un biochimico dell'Università di Varsavia) ha lavorato al silicio per molti anni. Ha concluso che per un corretto metabolismo è necessaria una combinazione di tre elementi; magnesio - calcio - silicio.