Storia di cobalto e puledro | Corretta alimentazione

La storia di cobalto e puledro

Questa storia è accaduta nella realtà. Il prof. Krotov. Ad un certo punto, seguì una confusione generale: davanti a tutti, il puledro tirò fuori un giornale dal cappotto del suo ospite e lo mangiò. Il direttore confuso ha respinto le sue scuse e ha spiegato che l'animale era destinato al macello. Il professore guardò il puledro: lo sfortunato animale era appena in piedi, il pelo sbiadito e la pelle dolorante. Cosa, tuttavia, potrebbe far mangiare un giornale a un animale? Carta, cioè cellulosa , no, sicuramente mancava sia paglia che fieno. Quindi forse l'inchiostro da stampa? E cosa c'è dentro? Aha! Cobalt. E il professore ha chiesto che il puledro "abbi pietà", e hanno iniziato ad aggiungere pillole, che avrebbe inviato. Ha preso campioni di fieno, che ha alimentato "spacciato", e campioni del terreno su cui il cibo è cresciuto. E nella terra, e nel fieno mancava il cobalto. Non appena il puledro ha iniziato a riceverlo (2-20 mg al giorno viene somministrato agli animali), è cambiato sotto i nostri occhi e presto si è trasformato in un bel cavallo con la pelliccia liscia. A quel tempo, era già noto che il cobalto e il manganese prevengono i primi capelli grigi nei capelli e generalmente migliorano le loro condizioni.

Oggi sappiamo già con certezza che il cobalto è associato alla vitamina B12 (contenente il 4,5% di cobalto) e ai suoi derivati. Sappiamo che il cobalto con un'attività eccezionale stimola i processi di formazione del sangue, aumenta la sintesi degli acidi nucleici e aiuta con la rigenerazione generale del corpo dopo gravi malattie. È necessario per il metabolismo degli amminoacidi. I medici spesso trattano con anemia di cobalto: malattia renale infettiva, tossica, maligna o accompagnatoria. In questo caso, dare 50-150 mg di cobalto al giorno.

Le osservazioni del veterinario e medico Tadeusz Podbelsky gli hanno permesso di concludere che sia le persone che gli animali domestici sviluppano più spesso le suddette malattie in quelle aree dove c'è una mancanza di cobalto.

Gran parte del cobalto nel grano e nel grano saraceno (0,35 mg per 1 kg), in aggiunta, nelle fave di cacao (0,3 mg / kg). Nel tè e nel mais contiene 0,15 mg / kg, in altri prodotti ancora meno - fino a un millesimo di milligrammo.

Tuttavia, il contenuto di cobalto nel corpo umano è piuttosto alto: nella milza - 35 μg% di peso secco, nel fegato - 25, nei muscoli - 2,5, nel sangue - circa 60 μg% (secondo Maximov).

Maksimov A. Traccia elementi e la loro importanza nella vita degli organismi.