Litio e depressione | Corretta alimentazione

Litio e depressione

Una volta che il litio è stato trattato per la gotta e l' eczema . E solo nel 1949, FJ Cade dall'Australia descrisse le proprietà psicotropiche di questo metallo. Naturalmente, il trattamento dei casi gravi di malattia mentale dovrebbe essere effettuato in speciali istituzioni mediche, ma forme più lievi, ad esempio la depressione, possono essere trattate con successo con il litio carbonato ambulatoriale (Litium carbonicum).

Nel 1971, Earl Dawson dell'Università del Texas riferì che l'ammissione di pazienti in ospedali psichiatrici in 12 città del Texas diminuì significativamente, mentre il contenuto di litio nell'acqua potabile fu mantenuto sopra i 70 mcg in 1 litro. Se, dopo le piogge, la concentrazione di litio nell'acqua potabile diminuiva, il numero di pazienti con malattia mentale aumentava immediatamente. A El Paso, dove il litio nell'acqua potabile è molto più di, ad esempio, a Dallas, la malattia mentale è 7 volte inferiore.

Questo metallo può essere usato per curare efficacemente i tossicodipendenti e, probabilmente, anche gli ipocondriaci, le persone aggressive, ecc. Dove c'è abbastanza litio nell'acqua potabile, le persone sono più gentili, più calme, tra loro ci sono meno persone scortesi e scandali. Per non andare oltre l'esempio, paragoniamo la psiche dei kashubiani polacchi e di Goral. Dopotutto, ci sono 300 volte meno litio su PoDalie, dove vivono gli animali resistenti, che a Pomorie, la patria dei Kashubian.

Dove si può trovare il litio? In alcune acque minerali, così come nei salgemma. Quindi non rimpiangiamo l'acqua minerale dei nostri intollerabili adolescenti (basta leggere la tabella dei contenuti degli elementi in traccia, di solito collocati sull'etichetta).

Questo elemento si trova anche nelle piante, ma la concentrazione di qualsiasi oligoelemento in esse dipende non solo dalla specie, dalla parte anatomica della pianta, ma anche dalla stagione, anche giorno o notte, dalle condizioni di raccolta e dalle condizioni meteorologiche, dalle caratteristiche geochimiche dell'area, ecc. Nell'URSS, queste domande furono studiate in modo molto dettagliato da V. V. Kovalsky e dai suoi collaboratori. T. F. Borovik-Romanova ed E. A. Belova dall'Istituto di Geochimica. Acad. V.I. Vernadsky dell'Accademia delle scienze dell'URSS a Mosca. Come risultato della loro ricerca, è stato trovato che le parti terrestri delle piante sono più ricche di litio rispetto alle radici. La maggior parte del litio si trova nelle piante della famiglia rosa (una media di 2,9 mg per 1 kg di peso secco); I rappresentanti della famiglia dei chiodi di garofano, 2,2 mg di ranuncoli e 1,9 mg di belladonna, contengono 2,2 mg / kg di peso secco, quest'ultima famiglia, come è noto, comprende patate e pomodori. Gli autori aggiungono che all'interno di una famiglia la differenza può essere enorme - diverse decine di volte, a seconda della posizione geografica della piantagione. In Francia, per esempio, i ranuncoli contengono una grande quantità di questo metallo, e in Kirghizistan - la belladonna. Pertanto, prima di porre una piantagione, è necessario studiare a fondo le condizioni ecologiche dell'area.

Sempre più spesso, sappiamo che il litio è uno dei mini-metalli più preziosi, che avverte della sclerosi e delle malattie cardiache, così come in una certa misura il diabete o l' ipertensione , che "aiuta il magnesio nel suo effetto anti-sclerotico". Alla fine del 1977, furono pubblicati i risultati degli studi sull'effetto del litio sul sistema ematopoietico, condotto nella clinica ematologica di Cracovia. Si è scoperto che il litio attiva l'azione di cellule del midollo osseo non ancora morte. Ma il lavoro sul litio continua e vedremo cosa dirà la scienza, per esempio, dopo 10 anni.