Calcoli renali ed emorroidi | Corretta alimentazione

Calcoli renali ed emorroidi

Parliamo un po 'dei reni. È noto che tutti gli scienziati sono molto attenti con le ipotesi e ancor più con le affermazioni. I rappresentanti della scienza medica non costituiscono un'eccezione. Piuttosto, sono ancora più attenti. Di solito, ciò che riportano è accompagnato da un sacco di "consentiamo", "probabilmente", "forse" e finisce quasi sempre così: "sono necessarie ulteriori ricerche".

In questo contesto, una sorpresa è stata la relazione di quattro scienziati francesi (J. Thomas, E. Thomas, P. Desgrez e A. Monsaingeon) della clinica urologica di Parigi, che con piena fiducia e anche con entusiasmo hanno riferito sugli effetti benefici del magnesio sulla prevenzione della formazione di calcoli in i reni .

Il magnesio, affermano, previene virtualmente la formazione di calcoli renali. L'organismo è in grado di espellere i sassolini stessi (come dicono le lingue malefiche, questa è l'unica cosa che un uomo può dare alla luce nel dolore e nel dolore), la situazione è peggiore di quelli grandi - il coltello di un chirurgo è quasi sempre necessario per rimuoverli.

Più spesso, la formazione di calcoli renali provoca l'acido ossalico, che entra nel corpo con molti prodotti ricchi di esso: spinaci, acetosella, rabarbaro , ecc. L'acido ossalico si lega al calcio nel corpo e forma ossalati insolubili; la sabbia si accumula gradualmente e quindi si formano i calcoli renali. L'effetto del magnesio sulla formazione di cristalli di ossalato è stato studiato dagli scienziati francesi prima in esperimenti in una provetta e sono giunti alla conclusione che, entro 3 minuti, si possono formare 100-120 microcristalli. Ma se si aggiunge alla miscela di cloruro di calcio con sali di magnesio acido ossalico, non si forma un singolo cristallo.

Quindi gli esperimenti sono stati condotti su ratti. Il risultato è stato lo stesso. Senza i sali di magnesio, i cristalli di ossalato si formavano facilmente, e se il ratto riceveva il sale di magnesio 30 minuti prima di assumere l'acido ossalico, i cristalli di ossalato non si formavano affatto.

Inutile dire che hanno cercato di trattare i pazienti con calcoli renali in questo modo. Hanno ricevuto circa 300 mg di magnesio al giorno o anche di più - i risultati sono stati eccellenti. I raggi X hanno mostrato che i sassi sono scomparsi parzialmente o completamente. Successivamente, molti medici di diversi paesi hanno provato questo metodo e alla fine sono giunti alla conclusione che i migliori risultati si ottengono quando si prescrivono circa 300 mg di magnesio al giorno con l'aggiunta di vitamina B6 in una quantità di 10 mg. Le statistiche mostrano che circa l'89% dei pazienti con tendenza cronica a formare calcoli di sabbia e ossalato può essere completamente curato con magnesio. Il trattamento (a volte durano 4,5-6 anni) è relativamente economico, ben tollerato, non ha effetti collaterali e dà quasi sempre risultati eccellenti.

Tutto questo è buono, ma è ancora meglio prevenire la formazione di calcoli renali. E per questo, devi mangiare bene e assicurarti che ci sia abbastanza magnesio nei prodotti.

Diamo una storia vera. Una paziente di 50 anni che lavorava come taglialegna era sempre in salute. Ma per qualche tempo ha iniziato a notare sintomi preoccupanti in se stesso: sanguinamento durante i movimenti intestinali - prima fino a 1 volta al mese, poi sempre più spesso e finalmente ogni giorno. Cominciò a stancarsi velocemente. C'erano frequenti crampi alle gambe e lividi - grandi e piccoli, blu scuro e giallo. Ma il più doloroso era l'odore odioso che emanava dal suo corpo. Non hanno aiutato né i deodoranti né i bagni frequenti. Negli altri giorni, faceva la doccia fino a 6 volte, e dopo mezz'ora l'odore ricompariva, e inoltre, così forte che sua moglie chiedeva una camera da letto separata.

Abbiamo studiato la dieta del paziente e abbiamo concluso che mangia troppa carne e proteine ​​in generale. Beve molto caffè nero e le verdure, in particolare le verdure a foglia verde, o frutta nella sua dieta non lo sono affatto. Pertanto, tutti i sintomi, comprese le emorroidi, sono stati attivati ​​da una dieta scorretta.

Le analisi hanno mostrato che il contenuto di vitamina K nel paziente era troppo basso ed era solo il 58% della norma. Non c'è da stupirsi che abbia ferito così facilmente. Un'analisi dei capelli ha confermato ciò che il medico ha suggerito dopo aver parlato con il paziente: un'enorme carenza di magnesio.

Gli è stato consigliato di mangiare verdure a foglia verde nella quantità maggiore possibile. Inoltre, il medico ha prescritto compresse di clorofilla, oltre a vitamina K e magnesio sotto forma di compresse di dolomite (con calcio). La moglie di dieter ha aiutato il paziente a creare un menu appropriato che contenesse molte verdure, in particolare insalate e vitamina P ( rutina ) - ce ne sono molti in buccia di agrumi bianchi, fianchi , grano saraceno e altri prodotti.

E dopo 2 settimane di tale nutrizione e trattamento, i crampi muscolari scomparvero, un mese dopo le emorroidi scomparvero. Dopo 3 settimane, il desiderio di lavorare di nuovo tornò da lui e l'energia scomparve. Le contusioni scomparvero e infine il cattivo odore che emanava dal corpo. Ci sono molti esempi simili. Ma loro occuperebbero l'intero libro.