Problemi con i denti | Corretta alimentazione

Problemi con i denti

Vasi calcificati, un modo di pensare ben consolidato, il pensiero ... Ma questo è un paradosso! Sappiamo già ora che proprio per la mancanza di calcio nel corpo, la cosiddetta calcificazione vascolare può verificarsi nella vecchiaia .

Il calcio è il principale materiale da costruzione per ossa, denti e un elemento minerale molto importante per tutti i muscoli. Circa il 99% del calcio totale e il 70-75% del fosforo nel nostro corpo fanno parte dello scheletro, di solito sotto forma di apatiti, meno spesso - fosfati e carbonati di calcio.

Ricordiamo che nel nostro corpo contiene da 1 a 2,2 kg di calcio e circa 650 g di fosforo. Entrambi questi elementi funzionano insieme, quindi non è facile parlare solo di uno di loro, ma questo capitolo si occuperà principalmente di calcio.

Il Dr. Melvin Page, un dentista di San Pietroburgo (USA), in una delle riviste specializzate ha pubblicato i risultati della sua ricerca sulle cause delle malattie dentali: "La nutrizione irrazionale, la mancanza di minerali di origine organica sono le ragioni principali del terribile stato dei nostri denti". Scrive inoltre: "La principale fonte di cattiva alimentazione ricade sull'industria alimentare, che ci fornisce farina di alta purezza, zucchero, riso e altri prodotti privi di elementi minerali, in particolare di oligoelementi". Dr. Page consigliava a tutti di prendere pastiglie di Kelp, che compensano la mancanza di tutti i minerali. Kelp è "una piccola vegetazione dai giardini di Nettuno" - plancton , alghe, ecc. Vengono estratti dal mare, puliti, essiccati e compressi in compresse contenenti quasi tutti i minerali, inclusi gli oligoelementi e la maggior parte delle vitamine.

Un giorno queste pillole appariranno con noi. Nel frattempo, sono venduti in molti altri paesi. Possiamo utilizzare come fonte di alcuni macro e microelementi disponibili roccia o sale marino, vitamine e sali minerali in compresse e, soprattutto, acqua pura e dura proveniente da fonti naturali o acqua minerale. Torniamo, tuttavia, al nostro calcio.

Sappiamo già che il 99% del calcio contenuto nel nostro corpo viene speso per costruire ossa e denti. Il restante 1% viene costantemente prelevato nel sangue in altri fluidi del nostro corpo. Quindi, questo 1% è un valore costante. E questo significa che se non forniamo al corpo abbastanza calcio con il cibo, esso "prende in prestito" o "ruba" la quantità mancante di questo minerale dal proprio scheletro. Naturalmente, da tutto lo scheletro, ma più spesso le mascelle soffrono di questo "furto". E solo allora, molto più tardi, questo difetto colpisce i denti, la colonna vertebrale , le ossa degli arti, ecc.

E se c'è troppo poco calcio nelle mascelle, allora prima o poi arriva un momento in cui i denti si allentano nelle gengive, facendo spazio ai microbi, così le malattie dei denti iniziano fino a quando non scompaiono.

I medici Leonart Kruk (professore di patologia) e Lehr Lutvak della Cornell University, che, in senso stretto, possiedono questa teoria, hanno cercato di confermarlo su pazienti volontari. Hanno scelto 10 persone (5 uomini e 5 donne) di età compresa tra 29 e 45 anni, affetti da malattia parodontale . Dopo aver esaminato la loro dieta, è stato stimato che 9 persone provenienti da queste dozzine hanno ricevuto circa 400 mg al giorno o ancora meno calcio. Il bisogno del corpo umano per il calcio a questa età è di circa 800 mg. Pertanto, i pazienti sono stati dati, entro 180 giorni, a 1000 mg di calcio sotto forma di calcio gluconico, calcio carbonato o calcio lacico (cioè gluconato, carbonato o acido lattico di calcio ).

All'inizio, tutti i pazienti avevano gengive infiammate e persino sanguinanti. Dopo 6 mesi di trattamento con calcio, nessuna traccia di questi sintomi è rimasta. I denti erano stretti nelle gengive. I raggi X hanno mostrato che le ossa della mascella sono abbastanza sane. La normalizzazione della pressione e la riduzione del livello di colesterolo nel sangue sono noti come effetto collaterale.

In un altro esperimento, Kruk e Lutvak hanno dato 1 g di calcio al giorno a un gruppo di pazienti per un anno e un altro placebo (presumibilmente un medicinale). Coloro che hanno assunto calcio avevano il 12,5% di denti e ossa più forti di quelli che avevano ricevuto il placebo.

Gli scienziati aggiungono che, oltre al calcio, è necessario prescrivere il magnesio e lo zinco (perché la necessità di questi minerali aumenta con un aumento della quantità di calcio nella dieta), inoltre, le vitamine D, C e l'acido folico , rinforza perfettamente le gengive. Crook e Lutvak, come tutti i nostri nutrizionisti, sottolineano che latte e formaggio sono la migliore fonte di calcio.

Se forniamo al nostro corpo abbastanza calcio e altri elementi necessari per creare scheletri e denti per tutta la vita, le donne non dovranno pagare un dente per ogni bambino, come dice il proverbio del villaggio, non senza ragione, e "quei terzi" denti sono i più belli, artificiale - non tutti ne avranno più bisogno.