Colchicum speciosum Stev.) | Erbe medicinali

Colchico magnifico

Colchicum speciosum Stev. È una pianta selvatica. Il principio attivo dei cormi è la colchamina alcaloide (vedi).

colchico magnifico
Fig. 5. Colchicum magnifico (in alto a destra - il frutto nella sezione, a destra sotto - la lampadina).

Il cimitero è magnifico - non si può trovare in estate, è nascosto nel terreno. Alla fine di agosto - settembre, bellissimi fiori rosa o viola chiaro con sei petali appaiono su uno stelo sottile senza foglie e steli. Dopo l'impollinazione, i fiori svaniscono. In primavera appaiono grandi foglie e insieme a loro un bocciolo simile a un'ovaia - un frutto-scatola. Prima che i semi di calore devono essere maturi e versati, le foglie ingialliscono. La vita della pianta rimarrà sotterranea, nei cormi. La pianta è chiamata coccodrillo perché non fiorisce in primavera, ma in autunno. Il colchicum è noto da tempo per la sua tossicità. I suoi cormi contengono alcaloidi, tra cui la colchamine e la colchicina. Entrambi sono altamente tossici.

Tutti gli inquilini (nel nostro paese crescono 10 specie) sono entrati nel Libro Rosso come piante che sono sull'orlo dello sterminio completo. I fiori sono strappati ai mazzi e venduti nei mercati . I cormi vengono scavati carnalmente in primavera per autotrattamento, anche se questo è molto pericoloso: la loro applicazione scorretta può finire tragicamente.

È impossibile far sparire un cimitero. Questa sarà una perdita irreparabile, poiché un tempo con l'aiuto del suo alcaloide di colchicina, gli scienziati sono stati in grado di modificare il numero di set cromosomici nelle cellule - per ricevere piante poliploidi. Questo ha aperto un nuovo percorso nella selezione delle piante agricole. Eccellenti varietà di barbabietola da zucchero e da foraggio sono state ottenute erbe foraggere. Tritikale (un ibrido di segale e grano) - il pane del futuro, forse, e non sarebbe stato creato, non si dimostrerebbe una cacofonia. E ora, nell'era della biotecnologia, gli scienziati ricorrono continuamente all'aiuto degli alcaloidi di un croco.