Celidonia (Chelidonium majus L.) | Piante medicinali

Celidonia grande

Celidonia (Chelidonium majus L.) è una pianta selvatica. L'erba contiene alcaloidi. L'erba in polvere con acido carbolico è usata sotto forma di pasta per la tubercolosi della pelle, l'erba è usata come agente coleretico per le malattie del fegato.

celidonia maggiore
Fig. 82. Celidonia grande

Alla fine della primavera nella foresta e nei luoghi pieni di erbacce, lungo le strade e vicino alle recinzioni, appaiono fiori giallo oro che sembrano ranuncoli di celidonia. Si siedono su lunghi steli ramificati.

La celidonia ha foglie splendidamente scolpite, verdi sopra e bluastre sotto. C'è una celidonia in tutta la parte europea del nostro paese, nel Caucaso, in Siberia, in alcuni luoghi dell'Asia centrale. Non è solo nelle regioni settentrionali.

Questa pianta ha una caratteristica: se si rompe un ramoscello o una foglia, appare una linfa lattiginosa, che immediatamente si trasforma in un colore rosso-arancio nell'aria. E quando ti sporcano le mani, la macchia gialla diventa marrone dopo un po ', come se imitasse questo posto con lo iodio. Questo succo è amaro, bruciante, con un odore sgradevole, anche se debole. L'intera pianta è velenosa, specialmente la radice.