Sintomi di posizioni anomale dell'utero | ginecologia

Sintomi di posizione anomala dell'utero

Tra le lamentele piuttosto frequenti, principalmente durante la flessione retroversione dell'utero, è necessario attribuire principalmente menorragia - come conseguenza dell'iperemia uterina, causata dalla congestione nella pelvi. Spesso, i pazienti si lamentano dei bianchi a causa dell'aumento della secrezione della mucosa uterina sulla base della stessa stagnazione nel bacino.

Di solito, i pazienti lamentano dolore al sacro durante i movimenti intestinali, a volte nel dolore alle gambe, soprattutto durante una condizione prolungata. Va notato che la localizzazione e l'intensità del dolore possono essere molto diversi. Spesso, i pazienti lamentano dolore durante i movimenti intestinali, a seconda dello spostamento dell'utero durante lo sforzo, o una sgradevole sensazione di pressione sul retto. La defecazione dolorosa porta in primo luogo a deliberare la ritenzione delle feci, e in futuro questo porta spesso a costipazione cronica.

Anche i reclami di vari disturbi, la minzione non sono rari. Minzione frequente appare quando l'utero esercita una pressione sulla vescica in caso di antiflection patologico, o questa pressione è causata dalla cervice dell'utero durante la sua retroversione. A volte la flessione retroversione dell'utero può contribuire all'infertilità dovuta al movimento della faringe esterna anteriormente, a causa della quale lo sperma si accumula nel fornice posteriore e la sua penetrazione nell'utero è difficile.

In caso di omissione e prolasso dell'utero e della vagina, i sintomi di solito aumentano in una sequenza nota. Un sintomo precoce è la minzione frequente a causa dello svuotamento incompleto della vescica.

Quando la ptosi si protende, si può formare un rigonfiamento della vescica erniaria, in conseguenza della quale parte della vescica si troverà sotto il livello dell'apertura interna dell'uretra e l'urina localizzata non sarà in grado di drenare e viene trattenuta. Dopo la minzione, il paziente avverte una sensazione di svuotamento incompleto della vescica, che a breve causa una nuova urgenza di urinare. Con una grande discesa della parete anteriore della vagina insieme alla vescica, i pazienti spesso soffrono di incontinenza relativa dovuta allo stiramento e alla chiusura incompleta dello sfintere interno della vescica. Con il prolasso dell'utero dovuto alla compressione meccanica e alla flessione dell'uretra, è più spesso osservata, al contrario, la ritenzione urinaria, ei pazienti di solito indicano che la minzione è possibile solo dopo il riposizionamento degli organi prolasso.

Se l'utero è in una posizione sbagliata, spesso non ci sono sintomi e viene scoperto per caso se esaminato da un paziente. Per quanto riguarda la diagnosi di prolasso dell'utero, non è difficile. Di fronte agli organi genitali esterni, una vagina invertita si trova sotto forma di una massa a forma di pera, nella cui profondità si sente l'utero. Sulla parte più convessa della vagina invertita, c'è una laringe esterna (di solito estesa) dell'utero. La mucosa della vagina prolassata appare ispessita, ruvida, secca e simile alla pelle; attorno all'os, e talvolta sulle superfici laterali della mucosa, ci sono spesso piaghe da decubito sotto forma di ulcere decubitali.

All'inizio della malattia, gli organi che cadono sono facilmente facilitati dal paziente stesso, ma più tardi, mentre la mucosa si ispessisce e si ingrossa, la loro reposizione diventa difficile.

La formazione di ulcere decubitali sulla parte vaginale della cervice e sulle pareti della vagina durante il prolasso dell'utero è accompagnata da secrezioni purulente appiccicose. Il mensile diventa spesso abbondante e anormale.

Le grandi cisti della vagina e i tumori che possono sporgere oltre i propri limiti, con inesperienza, vengono a volte scambiati per un utero del prolasso.

Tenendo conto che il prolasso dell'utero e della vagina può essere dovuto a trauma della nascita, è necessario esaminare lo stato dei muscoli del perineo e, in particolare, determinare la condizione dei muscoli che sollevano l'ano.

Per fare questo, al paziente viene offerto di ritrarre l'ano, come si fa quando si vuole trattenere i gas, il che rende possibile determinare l'abilità funzionale dei muscoli perineali - divergenza o rilassamento e lo stato dei legamenti sacro-uterini. Questo test dovrebbe essere fatto attraverso la vagina e attraverso il retto.

È necessario, infine, ricordare la possibilità di violazione dell'utero caduto nella fessura genitale. Questa complicazione è solitamente accompagnata da sintomi di shock: c'è un forte dolore, nausea, vomito, svenimento. In caso di fallimento di tale assistenza operativa tempestiva del paziente, l'utero strangolato potrebbe diventare cieco.