Violazioni del ciclo ovarico-mestruale | ginecologia

Violazioni del ciclo ovarico-mestruale

L'inizio di una corretta comprensione della funzione mestruale come una combinazione di cambiamenti funzionali periodicamente ricorrenti (ciclici) che si verificano nel corpo di una donna è stata posta da D. O. Ott. Ha prima formulato la "legge della periodicità delle fluttuazioni ondulatorie nell'intensità dei processi vitali nel corpo delle donne".

Come è noto, l'aspetto periodico delle mestruazioni è strettamente correlato a quei processi ciclici che si verificano nell'ovaio e alla fine riducono alla maturazione dei follicoli primordiali e alla loro transizione nei follicoli grafici, allo scoppio del follicolo graaf e al successivo sviluppo del corpo giallo. La tempestività e la periodicità dei processi che si verificano nell'ovaio determinano il normale ciclo mestruale, sia in termini di inizio delle mestruazioni, sia in termini di durata e quantità di sangue perso.

Tenendo conto che i processi di cui sopra sono accompagnati dal rilascio di ormoni estrogeni e ormone del corpo luteo nel sangue, nella regolazione dei cicli mestruali l'importanza principale è stata attribuita alla regolazione ormonale.

Recentemente, è stato dimostrato che la regolazione dell'ovaio e il ciclo mestruale associato svolge un ruolo importante nei meccanismi ipotalamo-ipofisari, così come i fattori ambientali che influenzano questi meccanismi indirettamente attraverso la corteccia cerebrale.

È noto che le condizioni ambientali, come le condizioni climatiche, le condizioni generali di vita e la nutrizione, hanno una grande influenza sulla tempistica della pubertà del corpo femminile e sulla funzione delle ghiandole endocrine (in particolare le ovaie). È anche noto che la funzione delle ghiandole endocrine, dell'ovaio e soprattutto della ghiandola pituitaria è strettamente correlata allo stato del sistema nervoso e alla sua parte superiore - la corteccia dei grandi emisferi. È sufficiente, ad esempio, ricordare la cosiddetta "amenorrea del carico militare" che è sorto nelle donne sulla base del trauma psicogeno. Ciò che è stato appena detto è stato costretto a cambiare la visione delle ghiandole endocrine come un sistema chiuso inaccessibile agli influssi esterni e considerarle correlate alla funzione dell'organismo come un tutto organico.

Pertanto, i disturbi mestruali dovrebbero essere considerati da noi come il risultato di una malattia dell'intero organismo.

I fattori eziologici dei disturbi mestruali possono essere molto diversi. Spesso sono causati da varie malattie ginecologiche, ma bisogna tenere presente che i disturbi mestruali sono spesso associati a malattie che non sono direttamente correlate ai genitali. Le disfunzioni mestruali possono verificarsi sulla base di infezioni acute e croniche, malattie cardiovascolari, malattie del sangue, malattie delle ghiandole endocrine, malattie del sistema nervoso. Infine, la disfunzione mestruale può essere causata da alcune condizioni generali di vita (guerra, esperienze e disturbi alimentari).

Come sapete, le mestruazioni in donne sane compaiono ogni 3-4 settimane, durano 3-5 giorni, senza causare violazioni delle condizioni generali del corpo. Questo tipo di mestruazione si chiama normale ciclo mestruale. Nei disturbi del ciclo mestruale possono verificarsi le seguenti deviazioni:
1) troppo poco sangue durante le mestruazioni - scarse mestruazioni (ipomenorrea); se allo stesso tempo aumentano gli intervalli tra le mestruazioni, allora parlano di oligomenorrea;
2) l'assenza di mestruazioni - amenorrea;
3) riduzione degli intervalli tra le mestruazioni, frequenti mestruazioni - polimenorrea;
4) mestruazioni eccessivamente forti con la conservazione dell'intervallo usuale tra le mestruazioni o che dura più del solito numero di giorni - menorragia;
5) mestruazioni dolorose - dismenorrea .

A volte nel periodo della pubertà è necessario osservare un sanguinamento molto intenso nelle ragazze, che può portare allo sviluppo di un'anemia grave. La causa di questi cosiddetti sanguinamenti giovanili sono i disturbi funzionali delle ghiandole endocrine sulla base di malattie come l'ipertiroidismo, malattie con disturbi metabolici (obesità, ecc.).

I disturbi del ciclo mestruale comprendono anche casi di esordio premestruale delle mestruazioni (menstruatio praecox), che è causato dalla pubertà prematura. Quindi, ad esempio, ha descritto l'occorrenza delle mestruazioni nelle ragazze di 9-10 anni e anche prima; in tali casi, vi è anche una prima comparsa delle caratteristiche sessuali secondarie (comparsa di pelosità nel pube e sotto le ascelle, un aumento delle dimensioni del bacino, lo sviluppo degli organi genitali esterni e delle ghiandole mammarie).

L'eziologia della pubertà precoce non è sempre chiara. Molti casi sono stati descritti quando un'anomalia simile è stata osservata in ragazze che soffrivano di tumori ovarici (il più delle volte teratomi), come pure ipofisi, tumori della ghiandola surrenale, ecc. Il fatto che questi tumori causassero mestruazioni premature è dimostrato dal fatto che in alcuni casi hanno portato alla cessazione delle mestruazioni, alla riduzione delle ghiandole mammarie e persino alla scomparsa dei peli pubici sul pube.

In contrasto con l'inizio troppo precoce delle mestruazioni, ci sono casi in cui le mestruazioni appaiono troppo tardi (sul 20-21 ° anno), le cosiddette mestruazioni tardive (menstruatio tarda).

Un tale ritardo nelle mestruazioni indica una pubertà tardiva, un insorgenza tardiva della funzione ovarica.

Spesso in questi casi ci sono segni di infantilismo pronunciato.