Neurologia (lo studio del sistema nervoso) | Anatomia umana

Neurologia (lo studio del sistema nervoso)

Il sistema nervoso è costituito da due sezioni: somatica e vegetativa, con parti centrali e periferiche.

La parte centrale del sistema nervoso somatico comprende il cervello e il midollo spinale, la parte periferica - 12 coppie di nervi cranici e 31 coppie di nervi spinali.

Il sistema nervoso somatico innerva il corpo e alcuni organi interni - la lingua, la laringe, la faringe, i muscoli del bulbo oculare, l'orecchio medio.

La divisione vegetativa del sistema nervoso consiste in parti simpatiche e parasimpatiche, che comprendono gruppi di cellule situate nel cervello e nel midollo spinale, nervi autonomi, nodi e plessi che innervano gli organi interni.

Il sistema nervoso è costituito da miliardi di cellule nervose, combinate con elementi gliali in materia grigia e bianca. Esiste un'ampia varietà di forme e funzioni delle cellule nervose, che sono la base di archi di riflesso semplici e complessi che formano percorsi (Figura 452).

schema della struttura di vari neurociti
452. Schema della struttura di vari neurociti.
A - neurociti unipolari; B - neurocito bipolare; B - falsa cella unipolare; G - cellula nervosa multipolare: 1 - dendriti, 2 - assoni.

Le cellule nervose (neurone) sono suddivise in: sensibile - afferente, situato nei nodi spinali, nuclei dei nervi cranici, nel midollo spinale e nel cervello; 2) motore - efferente, situato nella corteccia, regione subcorticale, tronco cerebrale, corna anteriori del midollo spinale; 3) associativa - combinando, trasmettendo impulsi dai circuiti neurali effettori a quelli effettori; 4) neurosecretory (per esempio, situato nella regione ipotalamica), che ha la proprietà di produrre e secernere ormoni nel sangue, chiamati neurosecretes.

La cellula nervosa ha un corpo irregolare e due tipi di processi: spesso numerosi, chiamati dendriti, lunghi diversi millimetri, e un singolo processo filamentoso - assone lungo fino a 1 me più. Il corpo cellulare ha un diametro da 10 a 100 micron o più. La superficie del corpo cellulare e dei dendriti è ricoperta da placche sinaptiche di neuroni afferenti che trasmettono l'eccitazione da un neurone all'altro (Figura 453). Il diametro delle placche è di 1 μm e il lume tra la placca e il detrito o il corpo cellulare (fessura sinaptica) è 0,02 μm. Nelle placche ci sono vescicole sinaptiche contenenti mediatori che entrano nella fessura sinaptica, chiudendola, con il passaggio degli impulsi. Con il passaggio di un impulso, i mediatori vengono distrutti. L'assone è una parte specializzata della cellula nervosa e conduce l'eccitazione nella direzione dalla zona dendritica alle placche sinaptiche. Al sito del distacco di assoni dal corpo cellulare c'è un tumulo assonale. Oltre alla divisione iniziale, l'assone è coperto da cellule satelliti che formano il neurylemma o la guaina mielinica. Nel sistema nervoso centrale, le cellule satelliti sono oligodendroglia.

schema di struttura dei neurociti
453. Diagramma della struttura del neurocita (neurone) (di Cadel)
1 - dendrite; 2 - sinapsi; 3 - il corpo cellulare; 4 - guaina mielinica; 5 - targhe del motore.

analisi microstrutturale della fibra nervosa
454. Rappresentazione schematica dei risultati dell'analisi microstrutturale a raggi x della fibra nervosa, vale a dire neurite delle cellule nervose. Gli strati isolanti disposti radialmente delle strutture lipoidi di supporto. Sulla tangente sono strati proteici ben conduttori. Una tale struttura rende il condensatore multi-cilindro della guaina mielinica (secondo Schmidt).

istantanea della guaina mielinica
455. Fotografia microscopica elettronica della guaina mielinica Il diagramma mostra uno sviluppo a spirale particolarmente evidente di questo condensatore multiplo (secondo Geren, Robertson).

La guaina mielinica della fibra nervosa ha una struttura molto complessa, che fornisce senza indebolire la trasmissione degli impulsi nervosi fino a 1,2 M. La guaina mielinica è formata da 5-10 strati proteici sotto forma di cilindri, nel mezzo dei quali è localizzato l'assone delle fibre nervose (Figura 454). In questa membrana ci sono strutture lipoidi che sono isolanti (Figura 455). Questo design della guaina mielinica è un condensatore multi-cilindro, in cui i cilindri delle proteine ​​sono riempiti di ioni. La guaina mielinica si trova in tutto l'assone e ogni 2 - 3 mm viene interrotta da aree strette e senza mielina (che intercettano Ranvier). In questi luoghi c'è diffusione di ioni nell'assone. Nella guaina mielinica, con il passaggio dell'eccitazione, sorgono due correnti deboli. Una corrente ionica ponderomotrice passa attraverso l'intercettazione del Ranvier nella fibra nervosa, da dove esce nella successiva intercettazione verso il lato esterno della guaina mielinica e ritorna all'intercettazione originale del Ranvier, chiudendosi alla successiva intercettazione. Questa corrente di loop scorre solo lungo la superficie della guaina mielinica fino alla profondità di due cilindri proteici. Il percorso della corrente elettromotrice è molto più breve, cioè dall'intercettazione di Ranvier al condensatore più vicino della guaina mielinica, dove si scarica sul condensatore adiacente e rapidamente, superando il movimento ponderomotrico degli ioni, raggiunge la successiva intercettazione (Figura 456). Questo disegno fornisce la velocità di passaggio dell'impulso lungo l'assone in ogni intercettazione di Ranvier (eseguendo la funzione del relè integrato) al livello precedente. Pertanto, la velocità media di propagazione dell'eccitazione aumenta di dieci volte, raggiungendo circa 100 m / s. La velocità di trasmissione degli impulsi potrebbe essere accelerata a causa dell'ispessimento delle fibre nervose, il cui diametro, in assenza della guaina mielinica, aumenterebbe di 50-300 volte.

Nel citoplasma del neurone ci sono un nucleo e varie inclusioni (corpi di Nissl, l'apparato di Golgi, neurofibrille, corpi tigroidi, mitocondri, ecc.).

circuito di trasmissione della fibra nervosa
456. Schema di trasmissione dell'eccitazione lungo la fibra nervosa (secondo Stampeli).

Le cellule nervose sono classificate in base al numero di processi, alla loro lunghezza e alla velocità degli impulsi. La cellula unipolare ha solo un assone ed è priva di dendriti, la cellula bipolare ha un assone e dendrite (figura 452); la cellula multipolare include un assone e molti dendriti. Le cellule a lungo assone e assone corto, lunghe 1-2 mm, si distinguono lungo la lunghezza dell'assone. A seconda della velocità degli impulsi, gli assoni A, B e C sono distinti dagli assoni, i neuroni dei gruppi A e B sono mielinizzati e conducono un impulso con una velocità maggiore rispetto alle fibre C di diametro minore. Le fibre nervose hanno una varietà di terminazioni nervose: afferenti - sensibili, efferenti - motori e secretorie.

Le terminazioni nervose sensibili - i recettori - iniziano nel corpo umano e negli organi interni, percepiscono stimoli meccanici, termici, chimici e di altro tipo. La stimolazione prodotta viene trasmessa al sistema nervoso centrale, trasformandosi in sensazioni. I recettori hanno una forma e struttura diversa (figura 457). Le terminazioni nervose del motore appartengono alle fibre delle cellule delle colonne anteriori del midollo spinale, i nuclei del tronco cerebrale; le sinapsi axo-muscolari si trovano alla loro estremità.

tipi di recettori e terminazioni nervose 457. Vari tipi di recettori e terminazioni nervose.
A - Terminazione del nervo motorio (placca motoria) nel muscolo scheletrico (secondo A. Sklensky); B - terminazione nervosa sensibile: C - corpo piatto di Vater - Pacini; G - corpo genitale sensibile; D - corpo tattile di Meisner; Е - fiasca Krause sensibile (secondo L. Malinovsky).

Le fibre nervose sensoriali (afferenti) trasmettono irritazioni dai recettori del corpo, dagli organi interni e dagli organi sensoriali al sistema nervoso centrale, dove vengono sintetizzati e analizzati. In risposta agli stimoli in entrata, un flusso di impulsi di risposta viene generato nel sistema nervoso centrale, propagandosi lungo il motore (effettore), fibre secretorie e causando contrazione muscolare o secrezione. Il sistema nervoso regola e coordina le funzioni di tutti gli organi e sistemi. Nel sistema nervoso si trovano i meccanismi di adattamento dell'organismo all'ambiente esterno quando cambia.

Elementi neuroglialici . In altri tessuti, le cellule e le fibre del tessuto connettivo sono delimitate, sostenenti e protettive. Nel tessuto nervoso, queste funzioni sono eseguite da gliociti (ependimociti, astrociti, oligodendrogliociti), derivati ​​di cellule del tubo neurale e macrofagi gliali, che si sviluppano dal mesenchima.