Concetto di tessuti | Anatomia e fisiologia dell'uomo

Il concetto di tessuto

Abbiamo già notato che una cellula nel corpo non è un'unità indipendente, quindi, nel corso della storia della formazione di organismi complessi, si formano complessi complessi di cellule e elementi non cellulari del corpo, aventi funzioni e struttura simili; sono formati da certe primordie del corpo. Tali complessi di cellule e elementi non cellulari costituiscono i tessuti del nostro corpo. È accettato per distinguere 4 gruppi principali di tessuti.

tessuto epiteliale
Fig. 4. Tessuto epiteliale.
e - un epitelio cubico a strato singolo;
b - epitelio squamoso stratificato.

Tessuto epiteliale o di confine . Si trovano sulla superficie del corpo, formando la pelle, le membrane mucose che rivestono il canale alimentare, il tratto respiratorio e altri organi. Quindi, questi tessuti si trovano dove il corpo è in contatto con l'ambiente esterno - aria, cibo, acqua, ecc. Le cellule del tessuto epiteliale sono strettamente adiacenti l'un l'altro, come soldati in una formazione chiusa, formano strati situati su una struttura comune il piatto; gli strati di celle possono rappresentare uno o più strati (Figura 4). L'epithelia svolge un ruolo protettivo, proteggendo il corpo dall'ingresso di sostanze nocive e microbi, evitando l'evaporazione dell'acqua, con cui i nostri tessuti sono così ricchi. Poiché l'epitelio occupa una posizione di confine, parteciperà certamente allo scambio tra l'organismo e l'ambiente esterno: ad esempio, attraverso le mucose, acqua e sostanze alimentari penetrano nell'ambiente interno dell'organismo; attraverso la pelle (con il sudore) e le membrane mucose, le sostanze escrete che non sono necessarie per lui, i prodotti di scarto, vengono espulse dal corpo. L'epitelio ghiandolare appartiene anche a questo gruppo di tessuti - le sue cellule producono e secernono vari succhi del nostro corpo. L'epitelio ghiandolare forma ghiandole, per esempio salivari, gastrici, intestinali, lacrimali e altri.

Tessuto connettivo Mentre i tessuti epiteliali si trovano sul confine del corpo con l'ambiente circostante, i tessuti connettivi costituiscono l'ambiente interno del corpo e quindi sono chiamati tessuti dell'ambiente interno. Questo gruppo combina numerosi e molto diversi tessuti dell'aspetto, come tessuto osseo, sangue, tessuto connettivo lasso, ecc. Tuttavia, nonostante la differenza esterna, hanno caratteristiche comuni nella struttura e nelle funzioni: in primo luogo, per questo intero gruppo è caratteristico che le cellule non si adattano strettamente l'una all'altra, come negli epiteli, ma si trovano spesso a distanze considerevoli e lo spazio tra di loro è riempito di materia vivente intermedia o intercellulare; in secondo luogo, questi tessuti svolgono un ruolo importante nel metabolismo e svolgono un ruolo di sostegno e protezione. Quindi, per esempio, il sangue trasporta sostanze nutritive e ossigeno, le sue cellule combattono i microbi, proteggendo il corpo dalla malattia. Le ossa del cranio, del torace e della colonna vertebrale fungono da supporto per gli organi e li proteggono dai danni, mentre allo stesso tempo svolgono un ruolo importante nel metabolismo dei sali. Il tessuto adiposo è costituito da cellule contenenti goccioline di grasso nel protoplasma, rappresenta una sorta di deposito di sostanze nutritive e allo stesso tempo forma "guarnizioni" tra gli organi. Alcuni tipi di tessuto connettivo sono coinvolti nella formazione di tutti gli organi e svolgono un ruolo importante nella loro struttura. Di seguito esaminiamo più da vicino la struttura dell'osso, i tessuti della cartilagine, il sangue e la linfa.

Tessuto muscolare Una proprietà comune di questi tessuti è la capacità di ridurre gli elementi che li formano. Queste proprietà forniscono la possibilità di muoversi. Ci sono due tipi di tessuto muscolare: liscio e striato. L'elemento principale del tessuto muscolare liscio è la cellula muscolare. Il suo protoplasma contiene speciali strutture filamentose - miofibrille, a causa delle quali viene effettuata la riduzione. Le cellule di questo tessuto sono strettamente adiacenti l'una all'altra, formando strati. I muscoli che lo compongono si trovano negli organi interni (nello stomaco, nell'intestino, ecc.) E nei vasi sanguigni. La loro peculiarità sta nel fatto che sono ridotti indipendentemente dalla volontà, cioè non sono soggetti a controllo cosciente. Quindi, per esempio, non possiamo forzare arbitrariamente uno stomaco restringente più veloce o più lento.

Il tessuto muscolare striato è costituito da fibre lunghe fino a 12 cm. Se visualizzate al microscopio, è facile rilevare molti nuclei in tale fibra. Inoltre, le fibre muscolari, come le cellule muscolari lisce, sono penetrate nella direzione longitudinale dalle miofibrille, che forniscono l'attività contrattile delle fibre muscolari. Tuttavia, a differenza dei muscoli lisci, le miofibrille consistono in due sostanze che rifrangono la luce in modo diverso. Queste sostanze si alternano uniformemente l'una con l'altra; sezioni di miofibrille della stessa struttura si trovano sullo stesso livello all'interno della fibra; quindi, se visto al microscopio, la striatura incrociata della fibra viene osservata con linee sottili (più scure a spese delle aree che rifrangono fortemente la luce, più leggere a spese delle aree debolmente rifrangenti). A differenza del tessuto muscolare liscio, il lavoro dei muscoli striati è controllato e controllato dalla coscienza. Questo tessuto forma tutti i muscoli del nostro corpo e fa parte di alcuni organi interni, come la lingua, la faringe.

Tessuto nervoso Sulla descrizione di questo tessuto qui non ci fermeremo. A riguardo sarà discusso nel quarto capitolo.