Sistema riproduttivo | Anatomia e fisiologia dell'uomo

Sistema riproduttivo

Le sezioni precedenti di questo capitolo hanno trattato i sistemi di organi che forniscono processi metabolici. Qui parleremo del sistema riproduttivo, la cui funzione biologica più importante è la conservazione e la continuazione della razza umana.

L'uomo, come tutti i mammiferi, è un essere bisessuale. Durante l'evoluzione di piante e animali, la riproduzione sessuale si è affermata come la forma più comune di riproduzione. Come sottolinea A. Barnett, "la spiegazione di questo fenomeno deve essere cercata, apparentemente, nel fatto che tutti i tipi di esseri viventi si evolvono, e il vantaggio della riproduzione sessuale è in un individuo che riceve i tratti di entrambi i genitori - due individui diversi. Ciò gli consente di adattarsi e sopravvivere in modo più diversificato, soprattutto in condizioni mutevoli, e per la specie rappresenta la possibilità potenziale di un'evoluzione relativamente rapida. "*

Da quanto precede è chiaro che la differenza di genere nell'uomo ha profonde radici biologiche, e questa è la ragione della somiglianza nella struttura del sistema riproduttivo dell'uomo e degli animali. Ma è qui che finisce la somiglianza: verrà mostrato sotto che nel processo di formazione dell'uomo moderno, le caratteristiche più essenziali caratteristiche dell'uomo appaiono nelle funzioni del sistema riproduttivo. Queste caratteristiche sono dovute al secondo sistema di segnali, all'attività umana cosciente, alle condizioni e al livello di sviluppo della sua vita sociale.

Facciamo prima conoscere la struttura del sistema riproduttivo.

Sebbene, a prima vista, sembra che la struttura del sistema riproduttivo maschile e femminile sia completamente diversa (confrontare le figure schematiche 21, 23), infatti, nella loro struttura, si può notare il piano generale. In entrambi i casi ci sono due gruppi di organi: organi genitali esterni e interni, e nel complesso degli organi genitali interni il ruolo principale è svolto dalla gonade. Tutte le altre formazioni relative al complesso interno di organi costituiscono le vie escretorie per le cellule germinali e le ghiandole accessorie. Il piano generale della struttura del sistema riproduttivo maschile e femminile è spiegato dal fatto che durante la formazione dell'embrione, il sistema riproduttivo maschile e femminile si sviluppa da una coppia di primordia, che si trova su entrambi i lati della colonna vertebrale quasi per tutta la sua lunghezza. È solo nel terzo mese della vita fetale del feto che il germe del sistema riproduttivo si differenzia e il feto mostra segni di sesso **. Lo sviluppo degli organi del sistema riproduttivo femminile e maschile da un germe comune ci permette di spiegare alcuni dei difetti (deviazioni dalla norma) della loro struttura, che dobbiamo incontrare nella vita.

* A. Barnett. La razza umana. M., 1968, P. 67,
** Attualmente, utilizzando i metodi speciali di esame microscopico (metodo luminescente), il sesso dell'embrione può essere determinato dalla struttura dei cromosomi molto prima della nascita del feto. Le differenze di genere sono determinate dalla presenza del cromosoma X (caratteristica delle cellule femminili) o del cromosoma Y (caratteristica delle cellule maschili), che sono identificate nello studio dal metodo menzionato (giuria: Science and Life, 1071, 8, pp. 112-113).