Apparato digerente | Anatomia e fisiologia dell'uomo

Sistema digestivo

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8

Il corpo umano ha una composizione chimica estremamente complessa. La maggior parte degli elementi del nostro pianeta sono contenuti in essa. Sono parte di vari composti chimici, di cui sono costruite cellule e tessuti. L'uomo li prende con il cibo. Acqua, alcuni sali minerali e ossigeno che percepiamo sotto forma di composti inorganici. Tutte le altre sostanze chimiche il corpo attinge solo da composti organici formati nei corpi di piante e animali. In altre parole, l'uomo (come gli animali) non potrebbe esistere affatto se non ci fossero piante e animali a spese dei quali solo il cibo può essere fornito.

Sostanze complesse come proteine, grassi e carboidrati vengono introdotte nel corpo con il cibo. La più grande varietà di questi tipi di composti è nota. Ciò è spiegato dal fatto che ogni tipo di organismo ha nella sua composizione proteine, grassi e carboidrati, peculiari solo di esso. Pertanto è chiaro che queste sostanze non possono essere assimilate dal corpo nella forma in cui sono contenute nel cibo. In modo che possano essere percepiti, è necessario dividerli, cioè, in senso figurato, smontarli in componenti più semplici. Questo è esattamente il ruolo principale del sistema digestivo. Parti di molecole grandi e complesse si formano a seguito della digestione, quindi passano nel sangue, che le trasporta nelle cellule del corpo, dove costruiscono nuove molecole di proteine, grassi e carboidrati, peculiari solo del corpo umano. Immaginate quali complesse trasformazioni di materia organica debbano subire per trasformarsi in proteine, grassi e carboidrati del corpo umano. Se provassimo a riprodurre per mezzo della chimica moderna solo il primo stadio di questo processo, cioè ciò che sta accadendo nel sistema digestivo, ciò richiederebbe la creazione di un intero complesso di grandi laboratori equipaggiati con le attrezzature più complesse. I "Laboratori" della natura vivente sono sempre molte volte più economici di qualsiasi altro laboratorio moderno. Sotto le condizioni del corpo, l'intero complesso processo di lavorazione del cibo avviene in breve tempo su una lunghezza relativamente breve del canale alimentare.

sistema digestivo
Fig. 6. Schema della struttura del sistema digestivo:
1 - cavità orale;
2 - gola;
3 - l'esofago;
4 - lo stomaco;
5 - duodeno;
6 - il fegato;
7 - cistifellea;
8 - pancreas;
9 - intestino tenue;
10, 11, 12,13 - l'intestino crasso (due punti);
14 - il retto;
15 - il cieco e la sua appendice ( appendice ).

Schematicamente, il sistema digestivo può essere rappresentato come un tubo che va dalla testa alla sua estremità inferiore (Fig. 6). Questo tubo può essere confrontato con il trasportatore. Mentre i contenuti si muovono lungo il "trasportatore" del tubo digerente in diverse parti di esso, vengono eseguite alcune "operazioni" di elaborazione dei nutrienti e la transizione dei prodotti finali della digestione nel sangue.

Il tubo del canale digerente per la maggior parte della sua lunghezza ha un piano generale della struttura! consiste di tre strati - al di fuori forma una guaina di tessuto connettivo, quindi segue uno strato di tessuto muscolare liscio, infine, lo strato interno è rappresentato dalla cosiddetta membrana mucosa. Lo strato esterno separa il tubo digerente dagli organi circostanti; a causa di contrazioni del secondo - lo strato muscolare - la promozione dei suoi contenuti è effettuata; Il terzo strato (membrana mucosa) contiene ghiandole, i cui succhi giocano un ruolo cruciale nella digestione del cibo.

Sulla mucosa bisogna dire un po 'di più. Tutti hanno visto la mucosa della lingua della superficie interna delle labbra o delle guance, quindi il suo aspetto è facile da immaginare. È un guscio sottile e delicato, sempre con un colore rosa salutare e una superficie umida. È molto ricco di vasi sanguigni, il colore delle mucose dipende dal loro riempimento con il sangue. Inoltre, ci sono molte ghiandole. Alcuni di loro secernono un liquido viscoso trasparente, incolore - muco, che idrata la sua superficie, facilitando lo scivolamento del contenuto del canale alimentare - queste sono le cosiddette ghiandole mucose. Altri espellono i succhi digestivi, queste sono le ghiandole digestive. Inoltre, nella mucosa ci sono molti grappoli di protezione speciale - tessuto linfoide, che forma linfonodi; con il loro aiuto viene svolta la lotta contro i microbi dannosi, che possono entrare nel corpo con il cibo e con l'aria. Anche qui ci sono molte terminazioni nervose che ne assicurano la sensibilità. La membrana mucosa è rivestita di tessuto epiteliale, perché in condizioni normali entra in contatto con l'ambiente esterno - aria, acqua e cibo. Attraverso la delicata superficie della mucosa e i più piccoli vasi sanguigni (i cosiddetti capillari), l'acqua e le sostanze disciolte in essa vengono assorbite (assorbite). Questa è la pianta generale della struttura del tubo digerente.

Sopra, abbiamo detto che la digestione del cibo si verifica gradualmente, mentre si muove lungo il tratto gastrointestinale, quindi, ogni sezione di esso è specializzata nell'eseguire una certa fase di questo processo. A questo proposito, in presenza di un piano generale della struttura, alcune parti del tubo digerente hanno le proprie caratteristiche e rappresentano una serie di organi cavi successivi. Pertanto, la sezione iniziale del tubo digerente è rappresentata dalla cavità orale. Segue la faringe, poi l'esofago, lo stomaco e l'intestino tenue * e poi l'intestino crasso (vedi figura 6).

* La sezione iniziale dell'intestino tenue che segue lo stomaco è chiamata duodeno.