Sistema muscolare | Anatomia umana e fisiologia

Sistema muscolare

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7

Il movimento del nostro corpo e dei suoi organi separati è fornito dall'attività dei muscoli. Sopra è stato descritto il tessuto muscolare striato, che li forma. La capacità di eseguire movimenti si basa sul fatto che le fibre muscolari sotto l'influenza dell'impulso nervoso o in risposta all'azione del contratto di stimolo, cioè, diventano più corte e allo stesso tempo più spesse. La loro lunghezza può essere ridotta della metà. La capacità del tessuto muscolare di contrarsi è uno dei fenomeni più sorprendenti della natura. Il tessuto muscolare umano nell'aspetto e nella struttura non è fondamentalmente diverso da quello degli animali. Sappiamo molto sulla struttura dei muscoli, sulla loro composizione chimica, sulle complesse trasformazioni chimiche che si verificano quando sono stressati, ma il mistero del meccanismo della contrazione muscolare rimane in gran parte irrisolto fino alla fine. Non è sorprendente che il tessuto muscolare, che ha una consistenza gelatinosa, diventi solido al taglio e sia in grado di fare un ottimo lavoro ?! Non sembra sorprendente la capacità delle fibre muscolari di sollevare un carico migliaia di volte maggiore del loro stesso peso ?! E dopo tutto, le contrazioni muscolari possono essere ripetute molte volte - fino a diverse centinaia di volte al secondo (per esempio, alcuni insetti).

Secondo la scienza moderna, l'atto della contrazione muscolare è il seguente. È stato detto sopra che la contrattilità degli elementi muscolari è dovuta alla presenza nella loro composizione di strutture fibrose - miofibrille. Queste formazioni sono costituite da proteine ​​di actina e miosina. Entrambe le sostanze formano strutture filamentose capaci di allungarsi e contrarsi come una molla. Il microscopio elettronico rafforzava l'occhio umano a tal punto che era in grado di osservare grandi molecole di proteine; questo ha permesso agli scienziati di vedere riduzioni nei filamenti di actomiosina proteica. Il loro accorciamento avviene come risultato del riavvicinamento delle singole sezioni (collegamenti) della molecola. Ciò richiede un grande dispendio di energia, che è prodotto dalla scissione di adenosina trifosfato (ATP), contenuta nei muscoli, e anche a causa di processi di ossidazione molto complessi. Si tratta della "combustione" di sostanze organiche - in particolare glicogeno * - a biossido di carbonio e acqua, che si verifica nei muscoli sotto la condizione di afflusso di ossigeno.

L'energia risultante viene utilizzata solo per il 30% per il lavoro meccanico (movimento, sollevamento di gravità, ecc.), Il 70% di esso viene convertito in calore. Quindi, i muscoli sono un potente generatore di calore. L'attività muscolare a seguito di trasformazioni complesse di molte sostanze influisce sulla composizione del sangue e dei fluidi tissutali, influenzando così molti importanti processi vitali.

struttura muscolare
Fig. 27. Struttura del muscolo:
a - muscolo in sezione trasversale:
1 - un fascio di fibre muscolari;
2 - fibre muscolari individuali;
b - visione generale del muscolo scheletrico:
1 - addome;
2 - tendine.

Ogni muscolo è costituito da singole fibre, che sono unite da un tessuto connettivo in fasci (Figura 27). Il tessuto connettivo che collega i singoli elementi muscolari alle estremità forma dei tendini, che servono ad attaccarli alle ossa. Tutti i muscoli ricevono abbondante afflusso di sangue e innervazione, attraverso i quali sono regolati i processi più complessi di metabolismo e gestione del loro lavoro. I fenomeni chimici e fisici che avvengono nei muscoli sono accompagnati dalla formazione di correnti elettriche, scoperte già nel XVIII secolo. Con l'aiuto di moderne attrezzature è possibile registrare queste correnti muscolari e, per loro natura, catturare i cambiamenti più sottili che si verificano nel corpo, diagnosticare con varie malattie. Tali studi hanno trovato un'applicazione particolarmente ampia nelle malattie dei muscoli e del cuore (elettromiografia ed elettrocardiografia).

All'esterno, i muscoli sono ricoperti da speciali membrane dense - le fasce, che formano, per così dire, il loro morbido scheletro esterno. Sono film densi e leggeri che si trovano tra i singoli muscoli. I muscoli possono avere forme diverse a seconda delle loro funzioni.

* Il glicogeno è un carboidrato complesso; si chiama "amido animale".