Alcolismo nell'adolescenza

Alcolismo nell'adolescenza

Nell'adolescenza, lo sviluppo intellettuale è completato principalmente, e la relazione subordinata tra l'ideatore e la sfera affettiva non è stata ancora stabilita. Si notano l'immaturità e lo squilibrio dei principali tratti e caratteri della personalità, maggiore eccitabilità emotiva. Gli adolescenti sono preoccupati di trovare i propri modelli di riferimento di comportamento, guadagnando credibilità con i loro coetanei. Ciò implica una tendenza all'emancipazione e al riavvicinamento con i pari (Licko, 1977). La pubertà porta ad un aumento sessuale e altre forme di unità. Tutte queste circostanze creano i presupposti per l'emergere nell'adolescenza di varie varianti del comportamento deviante. Una di queste opzioni è l'alcolismo sistematico, che porta all'alcolismo.

L'alcolismo precoce è più spesso osservato negli adolescenti difficili che sono registrati presso l'Ispettorato per i minori, gli studenti delle scuole ausiliarie e le scuole professionali.

Nella fase iniziale della formazione della malattia, bere è di solito di gruppo e lo stato di intossicazione è piuttosto profondo. Difetti di memoria per tipo di palinsesti sono raramente rilevati. Si ritiene che in media l'alcolismo precoce si formi 3 volte più velocemente. Secondo V. V. Makarov (1981), l'alcolismo precoce è più comune nei pazienti con insufficienza organica residua (con effetti residui di danno organico al sistema nervoso centrale) in combinazione con deficit cognitivo: ipertimico instabile, combinato con negligenza educativa; crisi puberale (un periodo critico di sviluppo nell'adolescenza), combinato con rapporti conflittuali in famiglia; crisi puberale in concomitanza con ipertrattamento.

È stabilito che l'alcolismo nell'adolescenza e nella gioventù si forma più velocemente, più il paziente è giovane. La formazione della malattia coincide con la formazione della personalità. In questi pazienti, di regola, non esiste un nucleo di personalità sano, inizialmente viene formata la "personalità alcolica". I pazienti sono poco orientati sia in materia di autostima personale, sia nella malattia. Esiste un pronunciato e formidabile acritico in relazione alle principali manifestazioni dell'alcolismo e alle conseguenze del consumo sistematico di alcol. I sintomi dell'alcolismo sono instabili e polimorfici. La forma del consumo di alcol è soggetta a variazioni significative. Nella struttura di intossicazione da alcol nei pazienti ci sono varie manifestazioni, frequenti casi di intossicazione e comportamento criminale in intossicazione. La sindrome da astinenza da alcol non è completa e si forma brevemente negli adolescenti, ma l'abitudine di ridare peso può essere basata sul comportamento di bere i compagni e non sul proprio desiderio interno di sobrietà.

A stadio II della malattia, di regola, si formano abbuffate. Lo sharpening dei tratti della personalità premorbosa e dei cambiamenti nella personalità del tipo alcolico si sta sviluppando rapidamente; ci sono numerose violazioni dell'adattamento sociale: i giovani con alcolismo hanno un conflitto cronico con i loro parenti, abbandonano la scuola e non sono tenuti al lavoro. Spesso finiscono in società antisociali, commettono atti illeciti e atti suicidi (tentativi di suicidio).

Allo stesso tempo, la sovradiagnosi dell'alcolismo adolescenziale è possibile e avviene. Ciò è dovuto al fatto che il corpo degli adolescenti non è ancora maturo, quindi una vera e propria dipendenza dall'alcol in quanto tale non può svilupparsi. L'organismo giovanile non è sempre in grado di adattarsi all'omeostasi alcolica patologica. A questo proposito, a volte invece di "alcolismo precoce", l'uso del termine "alcolismo maligno" è più giustificato.