Alcolismo nelle donne

Alcolismo nelle donne

L'alcolismo nelle donne è soggetto alle stesse leggi di base degli uomini. In precedenza si credeva che l'alcolismo si formasse nelle donne di famiglie socialmente svantaggiate; nelle donne, professionalmente legate alla produzione e alla vendita di alcol; nelle donne i cui mariti soffrono di alcolismo. Più spesso, le donne che fanno parte dei contingenti migranti si ammalano di alcolismo. Secondo studi stranieri, l'alcolismo è anche comune tra le donne casalinghe. I ricercatori hanno a lungo notato che le donne che si ammalano di alcolismo, un'alta percentuale di anomalie mentali prima dello sviluppo della malattia. Spesso, l'insorgenza di abuso sistematico di alcool nelle donne coincide con qualsiasi trauma mentale, una situazione di conflitto prolungata.

Attualmente la situazione è cambiata. Tra coloro che bevono, ci sono spesso donne di famiglie agiate, senza peso ereditario, senza alcuna patologia mentale premorbosa (cioè prima dell'alcolismo).

Di solito, le donne raramente arrivano all'attenzione dei narcologi nelle fasi iniziali della malattia. Questo è preceduto da un abuso di alcol a lungo termine. Poiché l'ubriachezza delle donne è condannata dalla società, preferiscono bere alcolici in alcune aziende, nascondere i loro drink e cercare di negare l'ubriachezza agli altri. L'alcol viene spesso consumato da solo nelle prime fasi.

In generale, la maggior parte dei ricercatori nota lo sviluppo accelerato dell'alcolismo tra le donne (Shuisky, 1983), enfatizzando la sua grande severità (Timofeyeva et al., 1973).

Anche i sintomi clinici dell'alcolismo nelle donne hanno le loro caratteristiche. Secondo V. B. Altshuler (1987), le donne hanno spesso vari cicli nel loro decorso della malattia. Un'alta percentuale di forme periodiche di abuso di alcool (pseudo-zapos, vere abbuffate) e la frequenza è determinata già nelle prime fasi della malattia. Spesso la malattia nelle donne debutta con eccessi periodici. Nella maggior parte dei pazienti, all'inizio della fase II dell'alcolismo, la ciclicità è chiaramente definita. La brama patologica per l'alcol nelle donne è solitamente impulsiva e esacerbata dal parossistico. Tutte le manifestazioni di alcolismo nelle donne sono solitamente accompagnate da disturbi emotivi, anche se nel periodo premorboso le fluttuazioni dell'umore si riscontrano solo nel 5-6% dei pazienti. Con un po 'di alcolismo vecchio disturbo distimico prevalgono, con una depressione di grandi dimensioni.

I cambiamenti mentali, di regola, si riducono alla comparsa di tratti isterici, cambiamenti psicopatici e miglioramento delle caratteristiche caratteriali premorbose.

Quando l'alcolismo nelle donne arriva rapidamente cambiamenti di personalità. I bevitori mostrano chiaramente un declino del livello morale ed etico, spesso considerato il degrado dell'alcol. Allo stesso tempo, secondo M. V. Steinfeld ed altri (1976), la maggior parte delle manifestazioni di degradazione di solito scompaiono in remissione.

Le complicanze somatiche nelle donne con alcolismo sono più comuni che negli uomini e sono più gravi. La clinica ha una ridotta funzione generativa, un'alta percentuale di anomalie della gravidanza e disturbi dello sviluppo fetale. L'infertilità , la menopausa precoce e l'invecchiamento precoce sono comuni.

Tuttavia, si dovrebbe tenere presente che i dati ottenuti riguardano principalmente il contingente di donne catturate nel campo visivo dei narcologi, cioè sono in regime di terapia anti-alcolica ospedaliera. È anche noto che le donne con alcolismo spesso evitano di cercare un trattamento farmacologico. Tutte queste circostanze suggeriscono che l'alcolismo delle donne è meno progressista di quanto si pensasse in precedenza.