Cambiamenti nel metabolismo | alcolismo
Pagine: 1 2

Cambiamenti nel metabolismo

Quando l'alcolismo ha violato tutti i tipi di metabolismo, e il quadro generale della dinamica corrisponde al danno tossico aggravante per il corpo.

I pazienti identificano le violazioni del normale percorso per l'ossidazione del glucosio, rendendo difficile l'utilizzo da parte del tessuto cerebrale. Allo stesso tempo, è noto che il cervello richiede molta energia, in condizioni normali, il 50% del fabbisogno energetico è soddisfatto dai carboidrati e circa il 40% dal grasso. Tuttavia, l'alcolismo riduce la necessità di composti nutrizionali tradizionali. L'alcol è utilizzato come fonte di energia: 1 g di alcol è equivalente al rilascio di 30 J o 7.1 kcal. I calcoli mostrano che se si ricevono 3 g di alcol per 1 kg di peso corporeo al giorno, il fabbisogno energetico del corpo può essere soddisfatto di 2/3 (Musil, 1985).

Le violazioni del metabolismo delle proteine, così come altri tipi di metabolismo, nell'alcolismo sono associati agli effetti tossici dell'alcool e ad una serie di altri fattori, in particolare l'alimentazione inadeguata dei pazienti. La gravità della patologia del metabolismo proteico aumenta nel corso della malattia, ma già nelle fasi iniziali nei pazienti con disproteinemia (violazione delle frazioni proteiche del sangue). L'ipoproteinemia (diminuzione del contenuto proteico) è più comune. Questo non è sorprendente, poiché è noto l'effetto dannoso dell'alcol sui processi di sintesi proteica. Nel frattempo, il valore medio dell'emivita di proteine ​​dell'intero organismo è di circa 3 settimane, cioè le proteine ​​del corpo sono intensamente aggiornate. È molto importante fornire all'organismo aminoacidi essenziali e la natura della nutrizione quotidiana dei pazienti con alcolismo lo impedisce. Il metabolismo delle proteine ​​è particolarmente importante per la funzione cerebrale. Nelle cellule del cervello umano, ci sono circa 6x105 proteine ​​(Gershtein, 1983), e entro un giorno un neurone sintetizza 20 volte più proteine ​​rispetto alla quantità di cui è composto. La violazione della sintesi proteica nei neuroni nell'alcolismo ha il più ampio impatto sul lavoro del sistema nervoso centrale, in particolare, può essere la base per la violazione dei processi di memoria, l'intelligenza ridotta, ecc.

Tuttavia, non a caso l'alcol è chiamato veleno epatotropico: il danno epatico nell'alcolismo è osservato in tutti i pazienti. Il più importante per le proteine ​​del fegato del corpo - anche gli enzimi sono interessati. Inoltre, le cellule epatiche (epatociti), per così dire, si suicidano.

Come già accennato, l'accumulo di acetaldeide danneggia e uccide gli epatociti che lo sintetizzano. Nel frattempo, in ogni cellula epatica contiene diverse migliaia di enzimi, con la sconfitta dell'epatocita, il loro numero nel plasma sanguigno può aumentare o diminuire. È su questo cambiamento nello "spettro enzimatico" delle proteine ​​del sangue che si basa la diagnosi di danno epatico.

Ci sono cambiamenti nel metabolismo dell'azoto. Anche con una intossicazione da alcol singolo, la deaminazione è disturbata e l'ammoniaca, che è estremamente tossica per il cervello, può accumularsi. Questi processi stanno progredendo con l'alcolismo. L'azoto residuo nel sangue dei pazienti con alcolismo è registrato al limite superiore della norma.

I cambiamenti nel metabolismo dei grassi nell'alcolismo sono più pronunciati. La caratteristica principale è l'aumento della massa grassa.

È stato detto sopra che un eccesso di nicotina adenina dinucleotide ridotta si forma durante l'ossidazione dell'alcool, e va nella sintesi degli acidi grassi e degli steroidi. L'eccessiva lipogenesi si forma anche a causa dell'aumentata produzione di glicerofosfato, da cui derivano le triacilgicerine. L'ossidazione degli acidi grassi è inibita, essi sono esterificati per formare trigliceridi.

Inoltre, nel caso di assunzione cronica di alcol, si osserva un aumento del numero di strutture del reticolo endoplasmatico, che è associato alla connessione di MEOS all'utilizzo di etanolo. Ma questo porta ad un'accelerazione della sintesi del colesterolo e alla sua esterificazione.