Pazienti con caratteristiche caratterologiche di un cerchio instabile | alcolismo
Pagine: 1 2 3

Pazienti con caratteristiche caratterologiche di un circolo instabile

I tratti caratteriali di un cerchio instabile sono determinati da un numero significativo di pazienti con alcolismo, e la particolarità dell'alcolismo in questo gruppo è già stata sottolineata da un certo numero di ricercatori (Iwaniec, Igonin, 1981, Burneau, 1983). Le caratteristiche dello stato mentale dei pazienti di questo tipo da noi osservate sono immaturità, leggerezza, conformismo, obbedienza all'ambiente, desiderio di agire "come tutti gli altri". I pazienti non hanno interessi e aspirazioni permanenti e stabili; l'entusiasmo è notato in combinazione con la suggestionabilità: i pazienti hanno facilmente preso fuoco, ma si sono rapidamente raffreddati, hanno gettato le loro precedenti occupazioni. La labilità emotiva superficiale dei pazienti era caratteristica del processo; La maggior parte dei pazienti erano semplici, benevoli, docili e allo stesso tempo incontinenti, facilmente risolvibili con maleducazione, ma non erano vendicativi, facilmente sopportavano i colpevoli. Se le loro azioni non erano costantemente dirette, non erano sotto controllo, quindi di solito non cercavano un lavoro sistematico che richiedesse perseveranza e sforzo personale, spesso mostrassero passività e pigrizia, erano negligenti, non possedevano assiduità, non portavano alla fine il business iniziato. Sono caratterizzati da una tendenza all'ozio, all'intrattenimento, al desiderio di aziende associate a un passatempo spensierato. Nelle aziende, di solito erano artisti, fornivano vari servizi ai leader. Facilmente caduto sotto l'influenza di vari tipi di gruppi antisociali, ha partecipato a reati minori. Spesso i pazienti hanno avuto difficoltà nella formazione di contatti stabili e completi con un ambiente micro-sociale positivo, non sono riusciti a stabilire qui una comunicazione profonda e completa. Di conseguenza, non essendo riusciti a esprimersi, non hanno ricevuto l'approvazione e il riconoscimento previsti. Questo, tra le altre cose, ha contribuito al riavvicinamento dei pazienti con le caratteristiche di un cerchio instabile con una compagnia di persone che usano sistematicamente alcol, dove hanno facilmente ottenuto un certo sostegno e attenzione, dove sono facilmente nati numerosi contatti "amichevoli". In un tale ambiente, hanno facilmente assimilato i corrispondenti stereotipi comportamentali, che si sono rivelati particolarmente forti quando c'erano leader negativi nella compagnia che erano inclini all'alcol e avevano alcolismo. Spesso vi era un inizio relativamente precoce del consumo sistematico di alcool (16-18 anni) in combinazione con non-critico che seguiva tutte le tradizioni alcoliche estese adottate in questo ambiente micro-sociale sfavorevole. Il consumo di alcol in determinate situazioni è stato percepito come qualcosa di ordinario, a causa, i pazienti inizialmente non erano pronti a valutare adeguatamente e ad evidenziare il proprio ruolo nell'attuazione di una specifica intenzione di bere.

Le proprietà positive dell'alcol in sé non rappresentavano un valore speciale per i pazienti, la loro appartenenza al gruppo era di maggiore importanza e l'attrattiva dell'effetto nell'intossicazione. Per questo motivo, gli atteggiamenti negativi individuali nei confronti dell'alcol a causa della scarsa tolleranza o di altri fattori che hanno accompagnato i primi esperimenti con l'assunzione di alcol sono stati spesso superati. Nello sforzo di bere "come tutti", alcuni pazienti "hanno imparato a bere", sopprimendo consapevolmente le proprie reazioni protettive e protettive biologiche. L'uso di alcol era basato sul gruppo, bere da solo e l'iniziativa nell'organizzare i pasti in questi pazienti veniva raramente osservata. Di regola le installazioni interne dirette, di regola, si sono rivelate deboli e fragili e le proibizioni interne sono state facilmente superate dai pazienti. E nonostante il fatto che all'inizio della malattia, le barriere esterne e l'influenza di un ambiente sano fossero in grado di rallentare il consumo regolare, il consumo di alcol aumentava gradualmente con la tendenza a riempirli con tutto il loro tempo libero. L'alcol, la comunicazione e il tempo libero erano strettamente legati nelle loro menti. Allo stesso tempo, la gamma di situazioni in cui, secondo il parere dei pazienti, dovevano consumare alcol espanso. Motivi polarizzati potrebbero portare a bere, per esempio, bere alcolici in connessione con gioia o dolore.