Organizzazione del trattamento farmacologico | alcolismo
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7

Organizzazione del trattamento farmacologico

Attualmente, nel paese è stato istituito un servizio speciale di abuso di sostanze, che viene presentato come un sistema specializzato di trattamento e assistenza preventiva specializzato per persone che soffrono di alcolismo cronico, tossicodipendenza e abuso di sostanze.

Il collegamento principale nell'organizzazione dell'assistenza narcisistica alla popolazione è un dispensario narcologico (repubblicano, regionale, regionale), introdotto nella nomenclatura delle istituzioni sanitarie per ordine del Ministro della Sanità dell'URSS del 5 febbraio 1976 e assistente medico centri di trattamento farmacologico presso imprese industriali, nonché stazionari e semi-stazionari (day hospital e night dispensari a industriali, edili, imprese di trasporto) reparto abuso di sostanze. Nel dispensario si creano anche stanze specializzate - adolescenti, intossicazione da alcool, esami psicoterapeutici, nonché varie unità ausiliarie e di consulenza. Ad esempio, il Tomsk Oblast Narcological Dispensary incorpora vari laboratori, tra cui un day hospital psicologico, uffici di medici di specialità diverse, un gabinetto psichiatrico per adolescenti, consulenza legale, un ICV specializzato, un reparto di diagnostica funzionale e un dipartimento organizzativo e metodologico.

Il dispensario di droga è un centro organizzativo e metodologico per la lotta all'ubriachezza e all'alcolismo.

In conformità con il "Regolamento su un dispensario narcologico", approvato dal Ministero della Sanità dell'URSS il 20 agosto 1976, un dispensario narcologico sul suo territorio di servizio dovrebbe eseguire:
- identificazione e registrazione dei pazienti con alcolismo e prestazione di cure specialistiche (ricoverato e ambulatoriale);
- lo studio dell'incidenza dell'alcolismo e l'analisi dell'efficacia dell'assistenza medica e preventiva;
- lavoro psico-igienico e preventivo sia all'interno del dispensario che al di fuori di esso (nelle imprese industriali, nelle istituzioni educative, ecc.);
- visita medica delle persone riferite al trattamento obbligatorio per l'alcolismo, nonché un esame di invalidità temporanea e un esame di intossicazione alcolica;
- consulenza e assistenza metodologico-organizzativa agli uffici di trattamento dei farmaci, che fanno parte delle cliniche ambulatoriali, delle istituzioni psico-neurologiche, delle unità mediche e sanitarie e dei centri di trattamento delle tossicodipendenze nelle imprese industriali;
- organizzare e condurre attività per la specializzazione e la formazione avanzata di medici e personale infermieristico;
- partecipazione a misure preventive per combattere l'alcolismo, insieme ad altri dipartimenti, organizzazioni e istituzioni.

Il servizio narcologico si basa sul principio del distretto. L'organizzatore del trattamento farmacologico è uno psichiatra-narcologo locale, che svolge tutte le attività mediche, preventive e sociali sul suo sito, svolgendo le necessarie comunicazioni con le organizzazioni e le istituzioni dell'area di servizio. Le posizioni dei medici - psichiatri distrettuali - narcologi sono fissate al tasso di 0,2 posizioni per 10.000 lavoratori di imprese e organizzazioni industriali e di costruzione e trasporti e 0,1 posizioni per 10.000 persone del resto della popolazione adulta della città e altri insediamenti i cui residenti sono collegati al dispensario per l'immediato cure ambulatoriali. Nelle zone rurali vengono stabiliti anche i posti di un medico distrettuale - uno psicologo-psichiatra a seconda della popolazione, ma non meno di 0,5 posti per distretto.

Le stanze per la cura delle droghe, nelle quali lavora il narcologo distrettuale, dovrebbero essere il più vicino possibile alla popolazione. Pertanto, è consigliabile crearli non solo nel dispensario (per la popolazione delle aree adiacenti), ma anche nelle aree di servizio delle istituzioni mediche (poliambulatori, parti mediche e sanitarie), geograficamente lontane dal dispensario. È consigliabile utilizzare centri sanitari separati per gli uffici di trattamento delle droghe, che forniranno una connessione funzionale più stretta tra queste unità.