alcolismo

alcolismo

L'alcolismo è un uso eccessivo e regolarmente ripetuto di bevande alcoliche nella misura in cui il bevitore danneggia regolarmente se stesso o altri. Il danno può essere fisico o mentale; può anche essere sociale, legale o economico. Poiché tale consumo di alcol è generalmente considerato insormontabile e incontrollabile, l'alcolismo è considerato dalla maggior parte, ma non tutti, i medici come una disastrosa dipendenza e malattia.

Il concetto di ubriachezza come malattia sembra radicato nell'antichità. Il filosofo romano Seneca lo classificò come una forma di follia. Tuttavia, il termine "alcolismo" apparve nel saggio classico "Alcoholismus Chronicus" (1849) del medico svedese Magnus Huss. La frase alcolismo cronico divenne rapidamente un termine medico per uno stato di intossicazione regolare, e il portatore della "malattia" fu chiamato alcolizzato (ad esempio, l'alcoolizzato italiano, l'alcolico francese, l'alkoholiker tedesco, l'alcolico spagnolo, l'alkoholista svedese).

Definizione di alcolismo

L'alcolismo è un fenomeno complesso e sfaccettato, e le sue numerose definizioni formali differiscono a seconda del punto di vista del determinante. In una definizione semplificata, l'alcolismo provoca una malattia causata da bere cronico e incontrollato. Puramente farmacologicamente, la definizione fisiologica dell'alcolismo lo classifica come una tossicodipendenza che richiede il consumo di dosi crescenti per produrre gli effetti desiderati e provoca sintomi da astinenza quando si consuma alcol. Tuttavia, questa definizione non è del tutto corretta, dal momento che gli alcolizzati, a differenza di altri tossicodipendenti, non sempre hanno bisogno di dosi di alcol sempre più elevate. I tossicodipendenti da oppio, d'altra parte, sono così adattabili al farmaco che possono sopravvivere a una dose che è cento volte più letale per una persona media, ma quelle dosi a cui gli alcolizzati si adattano raramente superano raramente la normale dose singola letale. Inoltre, le sindromi da astinenza nell'alcolismo si verificano in modo incoerente, a volte non appaiono in una persona che le ha già sperimentate prima e non si verificano mai in alcuni bevitori il cui comportamento distruttivo non differisce da quelli che sono farmacologicamente dipendenti dall'alcol.

La terza definizione, comportamentale, definisce l'alcolismo come un disturbo in cui l'alcol acquisisce un significato significativo nella vita di una persona e in cui l'individuo sperimenta la perdita del controllo sul suo uso desiderato. Questa definizione di alcolismo può o non include la dipendenza fisiologica, ma invariabilmente è caratterizzata da un consumo sufficiente di alcol per causare rimpianti e difficoltà fisiche, mentali, sociali, economiche o legali. I medici chiamano questo disturbo comportamentale una malattia, perché persiste per molti anni, è ereditaria ed è la principale causa di morte e disabilità. Inoltre, l'alcol altera la capacità del cervello di controllare la possibilità di cessazione volontaria del suo uso. Come nel caso di altre malattie mediche, ma a differenza della maggior parte delle cattive abitudini, gli studi dimostrano che la forza di volontà nel curare l'alcolismo di per sé è insignificante.

Alcuni sociologi credono che la medicazione dell'alcolismo sia un errore. A differenza della maggior parte dei sintomi della malattia, la perdita di controllo sul consumo di alcol non è sempre rilevante e non in tutte le situazioni. L'alcolizzato non è sempre sottoposto a una pressione interna da bere, e talvolta può sopportare l'impulso di bere o bere in modo controllato. I primi sintomi dell'alcolismo vanno dalla cultura alla cultura, e l'ubriachezza pubblica ricreativa a volte può essere definita come un osservatore prevenuto l'alcolismo. Nella popolazione generale, la variabilità del consumo di alcol nella vita di tutti i giorni è distribuita su un continuum regolare. Questa caratteristica è incompatibile con il modello medico, il che implica che l'alcolismo sia presente o assente, come nel caso, ad esempio, della gravidanza o di un tumore al cervello. Per tali ragioni, la definizione sociologica considera l'alcolismo uno dei sintomi della deviazione sociale e ritiene che la sua diagnosi dipenda spesso dalla visione del mondo e dal sistema di valori dell'osservatore. Ad esempio, l'intossicazione alcolica periodica può causare malattie che richiedono l'assenza dal lavoro. Nella moderna comunità industriale, questo rende l'alcolismo chiaramente come una malattia. Tuttavia, nella società rurale, l'ubriachezza periodica, che si verifica durante le festività della comunità e porta alla sospensione del lavoro per diversi giorni, è normale. Va notato che questa ubriachezza alla festa è una scelta volontaria e non causa rimpianti. Se il modello sociologico era completamente corretto, ci si aspetta spesso che l'alcolismo scompaia aumentando la coscienza sociale, come nel caso di molti altri sintomi di deviazioni sociali. Tuttavia, questo non succede.

Infine, gli epidemiologi hanno bisogno di una definizione di alcolismo che consenta loro di identificare gli alcolizzati tra la popolazione che potrebbe non essere disponibile per un singolo sondaggio. Per determinare l'alcolismo, possono fare affidamento su misurazioni quantitative e di frequenza dei casi di ospedalizzazione segnalati associati all'uso di alcol, in base a una formula basata sull'incidenza delle morti per cirrosi o sugli arresti dovuti all'abuso di alcool.

In questa sezione viene considerato l'uso di alcolici nell'aspetto storico. L'alcolismo è descritto come una malattia. L'urgenza del problema del superamento dell'ubriachezza e dell'alcolismo è dimostrata. Vengono discussi aspetti biochimici, psicofarmacologici, neurofisiologici e psicologici della formazione di alcolismo. Viene fornita la descrizione delle principali manifestazioni cliniche della malattia. Vengono forniti moderni metodi scientifici di trattamento e profilassi.

Contiene anche informazioni sugli effetti dannosi dell'alcool sui bambini e sugli adolescenti. Viene descritto non solo l'impatto negativo diretto del consumo di alcol sull'organismo in via di sviluppo, ma anche l'influenza indiretta dell'ubriachezza degli adulti sulla formazione della personalità del bambino è considerata in dettaglio. Vengono fornite raccomandazioni per prevenire la diffusione del consumo di alcol tra bambini e adolescenti.

Progettato per una vasta gamma di lettori.

Completato con nuovi dati sulla prevalenza e le conseguenze dell'alcolismo, il capitolo principale "Organizzazione della lotta contro l'alcolismo" è stato sottoposto a un trattamento sostanziale, è stata introdotta una nuova sezione sulla prevenzione primaria dell'alcolismo, un grande spazio è dato alla promozione di stili di vita sani.

Per gli organizzatori di assistenza sanitaria, narcologi e altri professionisti interessati ai problemi di alcol.

Sommario

  • prefazione

  • Capitolo I. Definizione e classificazione dell'alcolismo
  • Sulla terminologia dell'alcolismo
  • Criteri diagnostici e classificazione dell'alcolismo

  • Capitolo II. Metodi di studio dell'alcolismo
  • Approcci metodici allo studio dell'alcolismo come problema sociale e igienico
  • Programma e metodologia di complessi studi sociali e igienici sull'alcolismo

  • 2. Capitolo III. Consumo di bevande alcoliche
  • Dinamica del consumo di bevande alcoliche nei paesi economicamente sviluppati
  • Consumo di bevande alcoliche nella Russia prerivoluzionaria e nell'URSS

  • Capitolo IV. Prevalenza di alcolismo
  • Prevalenza dell'alcolismo in determinati paesi del mondo
  • Alcuni aspetti socio-igienici della prevalenza dell'abuso di alcol

  • Capitolo V. Conseguenze mediche e sociali dell'abuso di alcol
  • Mortalità da alcolismo e ubriachezza
  • L'impatto dell'abuso di alcol sull'incidenza complessiva della popolazione
  • Morbilità con invalidità temporanea dei lavoratori che abusano di alcol
  • Danno economico e morale da alcolismo e ubriachezza

  • Capitolo VI. Cause sociali di alcolismo e ubriachezza
  • Analisi dei concetti attuali di alcolismo
  • Cause di alcolismo
  • Il ruolo dei fattori socio-igienici nello sviluppo dell'alcolismo

  • Capitolo VII. Dalla storia della lotta contro l'alcolismo
  • La lotta contro l'alcolismo in paesi stranieri
  • Le principali fasi della lotta contro l'alcolismo nella Russia prerivoluzionaria e nell'URSS

  • Capitolo VIII. Organizzazione della lotta contro l'alcolismo nell'URSS
  • Misure statale-amministrative e pubbliche per combattere l'alcolismo e l'alcolismo
  • Organizzazione del trattamento farmacologico
  • Organizzazione della lotta contro l'alcolismo nelle imprese industriali
  • Le principali direzioni della prevenzione dell'alcolismo
  • riferimenti
  • * * *

  • Elenco delle abbreviazioni

  • Capitolo 1 . Uno sguardo nel passato
    Capitolo 2 . Alcool nel mondo moderno
    Capitolo 3 . Alcol e alcolismo
  • Fattori socio-psicologici che contribuiscono al consumo di alcol e alla formazione di alcolismo
  • Singoli fattori psicologici che contribuiscono allo sviluppo dell'alcolismo
  • Capitolo 4 . Intossicazione alcolica da diversi punti di vista
  • Cos'è l'alcol?
  • Fisiologia dell'intossicazione alcolica
  • Distribuzione di alcol nel corpo
  • Ossidazione di alcol
  • Effetto tossico dell'alcool
  • Grado di intossicazione alcolica
  • Aspetti psicofisiologici dell'intossicazione
  • Cambiamenti nel sistema endocrino e nel metabolismo nell'intossicazione

  • Capitolo 5 . Cerchi viziosi o patogenesi dell'alcolismo
  • Metabolismo dell'etanolo e formazione di alcolismo
  • Cambiamenti nel metabolismo
  • Disturbi del processo immunitario
  • Partecipazione di sistemi ormonali nella patogenesi
  • Cambiamenti neurofisiologici
  • Alcool e fegato

  • Capitolo 6 . Una malattia chiamata alcolismo
  • Pazienti con caratteristiche caratterologiche di un circolo instabile
  • Pazienti con le caratteristiche del cerchio sintonico
  • Pazienti con le caratteristiche del cerchio astenico
  • Pazienti con caratteristiche caratterologiche di un circolo eccitabile isterico
  • Pazienti con le caratteristiche del circolo stenico
  • Alcolismo nell'adolescenza e nell'adolescenza
  • Alcolismo nelle donne
  • Il ruolo dell'ereditarietà

  • Capitolo 7 . Classificazione di alcolismo e diagnosi
    Capitolo 8 . Approcci moderni al trattamento dell'alcolismo
  • medicazione
  • Trattamento non farmacologico
  • Alcolisti Anonimi

  • Capitolo 9 . Prevenire la malattia
  • Formazione della personalità
  • Stile di vita sano
  • igiene mentale
  • Prevenzione specifica
  • conclusione
  • letteratura

  • * * *
  • Personalità e alcolismo
  • Alcolismo nei bambini e negli adolescenti
  • Gli effetti dannosi dell'alcol sulla società
  • L'alcolismo. Cos'è?


  • L'alcolismo e l'uso di alcool sono un ostacolo allo sviluppo di qualsiasi società e civiltà in generale. L'ostacolo che deve essere superato, poiché l'alcol costa troppo per l'umanità. E l'essenza non è solo nelle perdite materiali, ma nella perdita di forze spirituali, vite spezzate e vite perse.

    L'alcolismo non può essere considerato in isolamento, è strettamente correlato all'alcolismo e all'uso di alcol in generale. Se guardi più ampiamente, allora l'attenzione all'alcol è solo un frammento di un problema più complesso - il rapporto di una persona con l'uso di droghe psicotropiche (capaci di cambiare lo stato mentale). Tra questi ci sono molti mezzi che causano dipendenza e dipendenza, portando allo sviluppo della tossicodipendenza e dell'abuso di sostanze. Sebbene lo spettro di distribuzione dell'abuso di farmaci psicotropi non sia lo stesso in diverse regioni, l'alcol è un leader assoluto qui.

    Il quadro reale è che nella maggior parte dei paesi del mondo è il consumo di alcol e alcolismo a causare l'ansia più grave e portare a gravi conseguenze. Allo stesso tempo, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, nei primi anni '80 la produzione mondiale di bevande alcoliche ha raggiunto i 2,5 litri pro capite all'anno in termini di alcol al 100%.

    La situazione narcologica, storicamente sviluppata nell'URSS, è anche caratterizzata dalla prevalenza dell'alcolismo. Il consumo di alcol in confronto a qualsiasi altro farmaco psicotropico è in gran parte dovuto ai diversi costumi, tradizioni e rituali che esistono nella nostra società. Pertanto, oggi è arrivato a capire che il superamento dell'ubriachezza e dell'alcolismo non è un'azione a un solo stadio, ma un processo a più fasi finalizzato alla transizione della società verso un nuovo stile di vita sano. Ciò richiede una seria ristrutturazione in diversi ambiti della vita. Una simile ristrutturazione in URSS è già iniziata e sta avvenendo sotto i nostri occhi.

    Il partito e il governo hanno adottato documenti la cui caratteristica principale è il loro carattere fondamentale: non mirano a ridurre, ma a superare l'alcolismo e l'alcolismo, che è particolarmente importante nelle "condizioni moderne, quando le forze creative del nostro sistema socialista si rivelano più pienamente, i vantaggi del modo di vita socialista, un'importanza particolare assume una stretta osservanza dei principi della moralità e della morale comunista ". Corrisponde agli obiettivi stabiliti e alla scala nazionale delle attività svolte.

    Il compito è quello di raggiungere l'eliminazione delle condizioni che supportano l'uso di alcol e altri mezzi di dipendenza. Questo compito è risolto solo attraverso l'attuazione di un programma a lungo termine di una serie di misure, compresi gli aspetti socio-economici, educativi, psicologici e medico-biologici della lotta all'alcol. Tuttavia, la difficoltà speciale è il superamento dell'alcolismo corretto.

    Cos'è l'alcolismo? Il dibattito sul fatto se la malattia sia o meno è molto tempo fa. L'alcolismo è un aumento di peso in proporzione alla progressione e diventa una malattia cronica che si sviluppa durante il consumo regolare ed è caratterizzato dallo sviluppo di un desiderio patologico per l'alcol, la comparsa di altri disturbi mentali e fisici e le conseguenze sociali associate all'uso di alcol. L'alcolismo come malattia è principalmente un problema medico. Tuttavia, il suo sviluppo tra i bevitori diventa possibile solo se c'è un fenomeno sociale su larga scala - la produzione e la conservazione delle tradizioni del consumo di alcol. Il pericolo della malattia sta in ogni anello della catena "consumo di alcool - alcolismo (uso regolare di alcol) - alcolismo". Ogni collegamento precedente è necessario per l'aspetto del prossimo. Ed è chiaro che per risolvere il problema non è sufficiente concentrare gli sforzi solo sulla lotta contro la più ovvia e terribile malattia - l'alcolismo. Non bisogna dimenticare che i tragici risultati del consumo di alcol si manifestano in qualsiasi parte della catena. Come stabilito, il consumo "ordinario" di alcol riduce la produttività del lavoro, contribuisce a offese, lesioni , può portare alla morte. Non c'è bisogno di prove e di affermazioni sul pericolo dell'uso sistematico dell'alcool - ubriachezza, perniciosa sia per il bevitore che per gli altri. Da qui la naturale tendenza della società a sostituire qualsiasi forma di consumo di alcol. Sebbene la riduzione del consumo di alcolici di per sé sia ​​chiaramente insufficiente (deve essere supportata da una serie di misure costruttive), è chiaro che il superamento radicale dell'alcolismo e dell'ubriachezza è fondamentalmente fattibile solo sullo sfondo di una significativa riduzione del consumo di alcol. E qui decisivo sono la riduzione dell'interesse e l'eliminazione del bisogno di alcol.

    Del totale contingente di alcolisti, gli alcolizzati diventano una media del 6% (Slowik, 1984). Sembra un po '? Ma se prendiamo in considerazione la reale scala del consumo di alcool nel mondo, la gravità significativa dell'alcolismo come una malattia, l'intera quantità di conseguenze negative per la società, causata dall'alcolismo, allora i forti sforzi compiuti per studiare e superare questa malattia diventeranno evidenti.

    Allo stesso tempo, un ampio studio dell'alcolismo da parte di rappresentanti di varie specialità e direzioni ha causato una sempre più profonda differenziazione della ricerca scientifica, portando all'accumulo di un'enorme massa di materiale fattuale, a volte eterogeneo.

    Il problema dell'alcolismo è così complesso che, per comprenderlo, è necessario essere esperti nello stesso tempo in diverse aree della conoscenza. A questo proposito, gli autori, pur essendo medici, hanno comunque tentato di non limitarsi a questo aspetto degli aspetti medici del problema, ma di analizzare anche i principali risultati di studi biologici, sociologici e di altro tipo. Questo approccio richiederà un certo sforzo da parte del lettore, ma speriamo che gli sforzi siano fruttuosi e portino a una comprensione più completa dell'alcolismo.

    1. Risoluzione del Comitato centrale del PCUS "Sulle misure per superare il bere e l'alcolismo" / / Vero. 1985. 17 maggio.