ghiandole

ghiandole

Le ghiandole sono organi che producono e secernono sostanze specifiche che sono importanti per le attività di determinati sistemi corporei. Alcune ghiandole sono organi separati, altre fanno parte di alcuni organi. La maggior parte delle ghiandole si sviluppa dall'epitelio .

Ci sono ghiandole esocrine con secrezione esterna (vedi ghiandole sudoripare , ghiandole salivari , ecc.), Che secernono un segreto sulla superficie della pelle o nella cavità corporea (tratto gastrointestinale) e le ghiandole endocrine che secernono nel sangue o nella linfa. (vedi Pituitaria, Pancreas, Tiroide , ecc.). Secondo il tipo di secrezione (vedi), le ghiandole sono divise in merocrine (formano un segreto senza disturbare il citoplasma della cellula secretoria), apocrine (formando un segreto con distruzione parziale del citoplasma) e olocrine ( secrezione accompagnata dalla morte di cellule secretorie).

Le ghiandole sono monocellulari (per esempio, cellule epiteliali a calice della mucosa intestinale e del tratto respiratorio) e multicellulari. Le ghiandole pluricellulari sono semplici e complesse, ramificate e non ramificate, alveolari, tubolari e alveolari-tubulari (Fig.). In queste ghiandole si distinguono il dotto secretorio o terminale, il dotto escretore. Se il dotto escretore non si dirama, la ghiandola è chiamata inattiva; una ghiandola con un dotto ramificato (se nello stesso momento in ciascuno dei suoi rami si apre ma diverse sezioni terminali) è classificata come complessa.

Il segreto delle ghiandole può essere proteico, viscido, misto, grasso. Pertanto, le ghiandole sono anche divise in proteine ​​(sierose), mucose, miste e sebacee. La struttura delle ghiandole esocrine pluricellulari
La struttura di ghiandole esocrine multicellulari: 1 - una ghiandola tubolare non ramificata semplice; 2 - semplice ghiandola alveolare non ramificata; 3 - una ghiandola tubolare semplice con una fine ramificata; 4 - ghiandola alveolare semplice con estremità ramificata; 5 - ghiandola tubolare alveolare complessa.