Più alta attività nervosa

Più alta attività nervosa

Un'attività nervosa più elevata è una forma complessa di attività del sistema nervoso, basata su una combinazione di riflessi condizionati che forniscono l'adattamento più perfetto di animali e esseri umani alle mutevoli condizioni dell'ambiente esterno. Un'attività nervosa più elevata è il risultato dell'attività combinata di varie parti del cervello - la corteccia degli emisferi cerebrali e le formazioni sottocorticali (vedi Sistema nervoso).

La dottrina dell'attività nervosa superiore è stata creata da IP Pavlov e dalla sua scuola a seguito di un'analisi scientifica del principio fisiologico di base del sistema nervoso centrale, il principio del riflesso condizionato. L'interrelazione e la sequenza delle reazioni riflesse condizionate dell'organismo gli consentono di adattarsi nel modo più preciso ai minimi cambiamenti nell'ambiente. La complessità e la poliedricità delle attività nervose superiori in vari animali e umani sono strettamente correlate allo sviluppo della corteccia cerebrale, che svolge un ruolo di primo piano nel meccanismo di formazione e inibizione dei riflessi condizionati. L' eccitazione condizionata dal riflesso condizionale sorge nel caso in cui uno stimolo condizionato indifferente sia ripetutamente rinforzato da uno incondizionato (vedi Riflessi condizionati , Riflessi condizionali ). Insieme all'eccitazione riflessa condizionata, ci sono processi di inibizione del riflesso condizionato nel sistema nervoso centrale (vedi Braking ). Esistono due tipi di inibizione: esterna (incondizionata) e interna (condizionale).

L'interazione dei processi di eccitazione riflessa condizionata e inibizione interna rende possibile che un animale e una persona si orientino nelle situazioni di vita più difficili. Ciò è ottenuto anche dalla natura sistemica dell'attività sintetica della corteccia cerebrale. Se una persona esegue approssimativamente le stesse azioni su base giornaliera, quindi vari stimoli, che sono condizionati in relazione alle azioni in corso, creano uno stereotipo della loro performance. Il sistema di eccitazioni, che si verifica nella corteccia cerebrale e conduce a una certa sequenza di atti comportamentali, è chiamato stereotipo dinamico. Una forte violazione dello stereotipo dinamico, che si è sviluppato durante la vita di una persona, può essere la causa dello sviluppo di varie malattie (ad esempio, nevrosi).

Un'attività nervosa più elevata nelle singole specie di animali e nell'uomo ha caratteristiche individuali, che consistono in diverse velocità e forze della formazione dei riflessi condizionati, nell'intensità dell'inibizione esterna e interna, nella rapidità dell'irradiazione e nella concentrazione dei processi nervosi. La totalità di queste caratteristiche determina il tipo di attività nervosa più elevata. Studi sperimentali hanno stabilito quattro tipi principali di attività nervosa superiore nei cani, che, secondo gli indicatori più importanti (forza, mobilità ed equilibrio dei processi di eccitazione e inibizione) coincidono con i quattro temperamenti nell'uomo. Il tipo forte, squilibrato con predominanza di processi di eccitazione coincide con il temperamento collerico; tipo forte, equilibrato, sedentario, con un temperamento flemmatico; un tipo forte, equilibrato, mobile con un temperamento sanguigno; il tipo è debole, veloce, lento, con un temperamento malinconico. Le persone con un tipo puro di attività nervosa superiore non esistono, ogni persona può rivelare un vantaggio di un tipo o di un altro che determina il suo comportamento generale.

Le leggi fondamentali dell'attività nervosa superiore sono comuni negli animali e negli esseri umani, per cui qualsiasi stimolo del mondo esterno può servire come segnali per una reazione riflessa condizionata. L'analisi e la sintesi di questi segnali nel sistema nervoso centrale costituiscono il primo sistema di segnalazione. Nell'uomo, a differenza degli animali, insieme al primo c'è un secondo sistema di segnali associato alla parola. La parola per uomo non è solo un suono, ma anche un segnale semantico. Lo sviluppo della segnalazione verbale ha reso possibile all'uomo generalizzare molti dei fenomeni circostanti. La capacità di generalizzare innalza bruscamente il pensiero di una persona oltre il livello della psiche primitiva di un animale.

Il primo e il secondo sistema di segnali nell'uomo sono inseparabili. Solo in un bambino prima di padroneggiare la parola, e in un adulto in caso di patologia, è possibile un funzionamento separato del primo sistema di segnalazione. Le caratteristiche dell'interazione dei due sistemi di segnale ci permettono di rivelare le basi della realtà riflettente nella mente di una persona. Le leggi dell'attività nervosa superiore consentono di spiegare fisiologicamente molti dei fenomeni della psiche umana.