Malattia di montagna (altitudine)

Malattia dell'altitudine

La malattia di altitudine (sinonimo di mal di montagna) è un complesso di sintomi causato da una mancanza di pressione parziale di ossigeno nell'aria che respiriamo quando si sale a grandi altezze. A causa della carenza di ossigeno, le funzioni del sistema nervoso, respiratorio e cardiovascolare sono disturbate. Cambiamenti osservati negli organi digestivi , nelle ghiandole endocrine, nei muscoli. Si sviluppano sintomi di ipossia .

La malattia di altitudine è suddivisa in malattia da altitudine (malattia degli aviatori) e mal di montagna, nello sviluppo dei quali fattori aggiuntivi come l' esaurimento fisico, il raffreddamento, l' aria ionizzata e le radiazioni ultraviolette giocano un ruolo. Fino ad un'altezza di circa 2000-2500 m, la saturazione di ossigeno del sangue arterioso rimane quasi invariata a causa dell'azione dei meccanismi compensatori.

Nelle persone più anziane, i segni di mal di montagna possono apparire a un'altitudine di 1000 m, in giovani esperti, a un'altitudine di 4000 m. Un'altitudine di 3000-4000 m è considerata il confine del volo senza ossigeno (e recupero). Particolarmente bruscamente, i sintomi del mal di montagna sono espressi ad altitudini superiori a 5000 m. Ad altitudini di 6000 me più rapidamente, c'è un pericolo mortale di fame acuta di ossigeno.

I sintomi principali di altitudine e mal di montagna sono gli stessi: mancanza di respiro , palpitazioni , vertigini , mal di testa, tinnito , aumento della frequenza cardiaca, debolezza muscolare, sanguinamento nasale, nausea , vomito , sonnolenza. Con l'ulteriore sviluppo della malattia da altitudine, si osservano scompensi di attività cardiaca, perdita di coscienza, cessazione della respirazione e arresto cardiaco. Il tasso di sviluppo dei singoli segni del mal di montagna dipende dalle condizioni del suo verificarsi e dallo stato iniziale del corpo. La diagnosi è semplice. La previsione è favorevole quando si fornisce ossigeno o un rapido declino verso un'altezza o una terra sicura.

Trattamento: discesa rapida verso il basso, riposo completo, respirazione periodica con ossigeno e carbogeno, riscaldamento del corpo con i riscaldatori ; rimedi sintomatici - ammoniaca (sniff), caffeina-sodio benzoato 1 ml di soluzione al 10% sotto la pelle, acido acetilsalicilico 0,5 g 3 volte al giorno, farmaci cardiovascolari - Cordiamina 1 ml sotto la pelle.

La prevenzione è un adattamento graduale (adattamento) all'altitudine (attraverso l'allenamento) e l' acclimatazione al clima di alta montagna, mangiando cibi acidi (per esempio, una miscela di acido citrico e zucchero), acido ascorbico , elevando a grandi altezze solo con dispositivi a ossigeno.