Dispositivi per il riscaldamento dell'acqua (riscaldamento dell'acqua)

Scaldabagni

I dispositivi di riscaldamento dell'acqua (acqua calda) sono dispositivi per bollire o riscaldare l'acqua. Per ottenere acqua potabile bollita vengono utilizzate caldaie realizzate in lamiera d'acciaio zincata stagnata dall'interno, acciaio legato (inossidabile) o fogli di rame stagnati dall'interno, e le tubazioni sono realizzate in acciaio zincato.

Esistono due tipi di riscaldatori ad immersione: batch e azione continua. Il primo tipo comprende le caldaie del tipo samovar e quelle liquide, in cui l' acqua viene riscaldata dai gas di scarico che passano attraverso un tubo situato nella caldaia o a causa del vapore che passa attraverso una serpentina posta nella caldaia. Ci sono caldaie con stufe elettriche. Le caldaie a azione periodica hanno una produttività relativamente bassa; Inoltre, le inevitabili interruzioni nella produzione di acqua bollente rappresentano un notevole inconveniente. Queste carenze vengono eliminate in caldaie continue con una capacità da 150 a 300 litri di acqua bollente all'ora. La preparazione dell'acqua bollente in questi dispositivi viene fatta continuamente, viene data automaticamente solo acqua bollita.

Almeno due volte al mese dovrebbe essere effettuato l'ispezione tecnica della caldaia e, se necessario, la decalcificazione e la stagnatura (cfr. Metà campo ). L'acqua bollita non deve essere conservata per più di un giorno e mescolare anche l'acqua appena preparata con acqua bollita il giorno prima. Almeno una volta ogni 2 mesi. L'esame batteriologico di acqua bollita è necessario.