Vitamina E (Vitamina E)

Vitamina E

La vitamina E (vitamina E) inibisce il metabolismo di proteine, acidi nucleici , steroidi, protegge varie sostanze del corpo dai cambiamenti ossidativi. Sotto il nome di "vitamina E" è noto un certo numero di sostanze (tocoferoli), contenute principalmente in oli vegetali (mais, arachidi, olivello spinoso, ecc.). L'alfa-tocoferolo più attivo, anche ottenuto sinteticamente (alfa-tocoferolo acetato). Applicare la vitamina E per le distrofie muscolari, un certo numero di malattie nervose. È anche efficace nei cambiamenti infiammatori e distrofici nella retina, nella psoriasi e nelle malattie della pelle ulcerative, nel lupus eritematoso cronico. I preparati di vitamina E sono prescritti contemporaneamente alla vitamina A.

Per l'ingestione, la vitamina E viene rilasciata nell'olio (assegnato a 1 cucchiaino 2 volte al giorno), per la somministrazione intramuscolare - 5, 10 e 30% di soluzioni di olio di alfa-tocoferolo acetato. Vedi anche Vitamine.

Uno dei segni della e-avitaminosi è una violazione dei processi associati alla riproduzione degli animali. La vitamina E si trova nelle piante e si trova in grandi quantità nel germe di grano, riso, avena, soia e in tutte le parti verdi delle piante. Un sacco di vitamina E in alcuni oli vegetali, specialmente nell'olio di germe di grano, nella soia e nell'olio di palma.

Gli scienziati sono riusciti a isolare la vitamina E in forma pura. Si chiama tocoferolo. Il bisogno di una persona per la vitamina E non è esattamente determinato, ma, a giudicare da alcuni dati, è compreso tra 10 e 30 milligrammi al giorno.

La mancanza di vitamina E nelle donne non impedisce la gravidanza. Tuttavia, si osservano ulteriori ritardi di sviluppo del feto, è possibile che il feto e la placenta (il posto dei bambini) siano riassorbiti e si osservino aborti spontanei. Questi ultimi sono spesso osservati nelle mucche affette da brucellosi. La vitamina E è riuscita a ridurre tali aborti dal 35 al 2%. La progenie delle femmine E-avitaminous è poco praticabile. La prole ha osservato convulsioni, paralisi delle gambe; gran parte della progenie muore nei primi giorni dopo la nascita.

Nei maschi, una carenza di vitamina E si riflette nello stato degli spermatozoi, che perdono mobilità e diventano irregolari. Le stesse ghiandole seminali sono anche soggette a cambiamenti, che, nel deficit di e-vitamine, perdono la loro capacità di formare cellule germinali. Allo stesso tempo, i cambiamenti che avvengono nell'E-avitaminosi nei maschi, a differenza delle femmine, sono irreversibili, cioè non possono essere curati.

La vitamina E è anche associata a molti altri processi che si verificano nell'uomo e negli animali. In assenza di vitamina E, gli animali sviluppano una serie di cambiamenti nei muscoli e nel sistema nervoso, che assomigliano alla distrofia muscolare nell'uomo.

La possibilità dello sviluppo di e-avitaminosi nell'uomo non è stata stabilita, ma i preparati di vitamina E hanno un effetto benefico sulle donne che soffrono di aborti spontanei. Quando furono introdotti, la gravidanza in queste donne procedette normalmente e la nascita terminò con la nascita di un bambino normale. La vitamina E è anche usata per trattare le malattie muscolari.

Secondo le sue proprietà chimiche, la vitamina E ha la capacità di proteggere i grassi dall'ossidazione, grazie alla quale è ampiamente utilizzata nell'industria alimentare.