vitamine

vitamine

Le vitamine sono composti organici biologicamente attivi di cui il corpo ha bisogno in piccole quantità, che fanno parte degli enzimi e hanno un effetto catalitico sul metabolismo di proteine, grassi e carboidrati ; partecipare alla regolamentazione dello stato funzionale di sistemi e organi.

Il corpo umano non è in grado di sintetizzare le vitamine, quindi la loro principale fonte è il cibo (vedi la tabella Il contenuto di vitamine negli alimenti pdf 117 KB). La sintesi di vitamine in natura è effettuata da piante. Una persona riceve vitamine direttamente dai cibi vegetali o indirettamente attraverso prodotti animali (carne, latte, ecc.), In cui le vitamine sono state accumulate da materiali vegetali durante la vita dell'animale.

In alcuni casi, con il cibo, il corpo non riceve vitamine pronte, ma composti organici, che per la loro struttura chimica sono vicini alle vitamine e sono chiamati provitamine. Le provitamine vengono convertite nel corpo nelle vitamine corrispondenti (vedi Carotene). La sintesi di alcune vitamine viene effettuata dalla microflora intestinale, ma è insignificante e non può soddisfare pienamente il fabbisogno umano di vitamine.

Entrando nel corpo, le vitamine sono combinate con specifici complessi proteici (apoenzimi), con conseguente formazione di enzimi (vedi).

Attualmente, ci sono diverse dozzine di composti che possono essere attribuiti alle vitamine, ma solo circa 20 di essi hanno un'importanza diretta per la nutrizione e la salute umana. Sono indicati con le lettere dell'alfabeto latino: A, B, C, D, E, H, K, ecc., Che è principalmente dovuto alla storia della scoperta di una particolare vitamina ed è saldamente conservato fino ad oggi. Tuttavia, quando stabiliscono l'esatta struttura chimica delle vitamine, ottengono altri nomi che riflettono la loro natura chimica, in modo che la designazione delle lettere delle vitamine manchi gradualmente.

La classificazione delle vitamine si basa sulla loro solubilità in acqua o grassi.

Vitamine idrosolubili: B1 (tiamina, aneurina), B2 ( riboflavina ), PP (niacina, acido nicotinico, ammide dell'acido nicotinico), gruppo vitamina B6 ( piridossina , piridossale, piridossamina), B12 (cobalamine), acido folico (folacina, pteroxymin, pteroksamin) ), B3 (acido pantotenico), H (biotina), colina , inositolo (meso- inositolo ), C ( acido ascorbico ), P (bioflavonoidi).

Vitamine liposolubili: A (retinolo, axeroftolo ), D (calciferols), E (tocoferoli), K (fillochinoni).

La quantità di vitamine necessarie a una persona è trascurabile rispetto al fabbisogno di proteine, grassi e carboidrati. Il fabbisogno di una persona per le vitamine varia a seconda dell'età, del lavoro, dell'ambiente, delle condizioni del corpo, delle condizioni climatiche, della composizione alimentare , ecc. Con un grande dispendio di energia, i processi metabolici avvengono in modo più intenso, che a sua volta richiede più vitamine (vedere tabella " Requisiti giornalieri del bisogno umano di vitamine pdf 87,3 KB). In varie malattie, i requisiti per le vitamine possono aumentare a seconda della natura della malattia, dello stato corporeo e delle sue caratteristiche individuali.

L'assunzione inadeguata di singole vitamine o una violazione del loro assorbimento porta allo sviluppo di processi patologici sotto forma di ipo e avitaminosi specifiche . L'assunzione eccessiva di alcune vitamine porta a ipervitaminosi .

C'è un gruppo di sostanze che in vari modi viola l'uso biochimico delle vitamine da parte della cellula vivente. Queste sostanze sono chiamate antivitamine. Possono essere divisi in due gruppi principali. Il primo gruppo comprende sostanze chimiche che inattivano le vitamine scindendole, distruggendo o legando le molecole di vitamine in forme inattive. Il secondo gruppo comprende sostanze chimiche strutturalmente simili o strutturalmente correlate alle vitamine. Come risultato dell'azione di antivitamine di entrambi i gruppi, il normale andamento del processo metabolico è disturbato. Alcuni farmaci hanno proprietà anti-vitaminiche ( antibiotici , farmaci sulfamidici , dicoumarin, ecc.). Pertanto, durante un ciclo di trattamento con questi farmaci, di norma, la terapia vitaminica viene eseguita contemporaneamente.

Vitamine come farmaci - vedi articoli sulle singole vitamine.