Estratto di tintura medicinale valeriana

valeriana

La valeriana (Valeriana) è un genere di piante erbacee biennali e perenni della famiglia valeriana (Valerianaceae). La Valeriana officinalis (Valeriana officinalis) è quasi universalmente distribuita nell'URSS. I rizomi raccolti, puliti, lavati e asciugati e le radici di valeriana sono utilizzati in autunno. I preparati valeriani sono usati come sedativo per eccitazione nervosa, insonnia , nevrosi cardiovascolare ; hanno anche proprietà antispasmodiche. Nel miele Viene utilizzata la pratica: infusione di radice di valeriana (Inf. radicis Valerianae) al ritmo di 6-10 g di radice per 180-200 ml di acqua, designare 1 tabella. l. 3-4 volte al giorno; tintura di valeriana (Tinctura Valerianae) e tintura di valeriana essenziale (Tinctura Valerianae aetherea), prescritta per 20-30 gocce per ricevere 3-4 volte al giorno; Estratto di valeriana di spessore (Extractum Valerianae spissum) viene utilizzato in pillole a 0,04-0,05 g per ricevimento. Vedi anche Sedativi .

valeriana officinalis
Fig. 12. Valeriana officinalis (sotto - rizoma con radici, fondo del gambo e foglia basale).

Chiamato valerian officinalis, sono combinati diversi tipi di valeriana. Hanno tutti un valore medicinale. Ma molte di queste piante e gemelli inutili. Pertanto, è importante ricordare che aspetto ha la valeriana.

L'infiorescenza di fiori rosa pallidi e fragranti è lanciata verso l'alto da un gambo di mezzo metro. Dall'alto è solcato, dentro - cavo. In estate, le tazze di fiori sono invisibili, sono avvolte all'interno, ma non appena i frutti maturano, si spiegano con ciuffi di piume a dieci punte. Il vento volerà, raccoglierà semi, paracaduti e porterà dalla pianta madre.

Nel primo anno di vita, solo le rosette di foglie basali si sviluppano, nel secondo anno, gli steli crescono, le piante fioriscono.

I botanici sono stati a lungo sorpresi dalla capacità di Valerian di adattarsi agli habitat più diversi. Cresce più spesso nelle radure e nei bordi umidi e persino paludosi della foresta, nelle pianure alluvionali dei fiumi, tra i cespugli, sui prati umidi e sui pendii, nelle steppe di piume d'oca, nelle bruciature e nelle pinete, in alta montagna e persino nella tundra. Non è solo in Kamchatka, Chukotka, Kolyma e in Carelia. E anche se la valeriana è così diffusa, questa preziosa pianta non è sufficiente. Ecco perché è necessario prendersi cura della ripresa dei boschetti valeriani: scavare i rizomi quando i frutti sono volati, ma i gambi con gli scudi rimangono ancora, altrimenti è difficile riconoscere la pianta.

La guarigione della valeriana non è fuori terra e le parti sotterranee della pianta: rizoma e radici. È molto importante conoscere le loro caratteristiche distintive. Freschi, i rizomi appena scavati sono leggeri, leggermente giallastri. Quando essiccati, il loro colore cambia. Diventano marrone scuro. E, curiosamente, non solo il colore cambia: le radici di valeriana fresche odorano non proprio piacevoli, peculiari di molte radici, e secche diventano molto profumate, con l'odore insito solo in esse.

Collezionisti inesperti a volte confondono la droga valeriana con un'altra, che non ha valore medicinale, ma spesso cresce insieme - valeriana foglia intera. Questa pianta è più piccola, inodore, assomiglia un po 'al suo altro prezioso parente - valeriana, sambuco.

Accade anche che radici tossiche di piante tossicodipendenti entrino nella collezione. Né i fiori né le foglie hanno nulla a che fare con la valeriana, e la sua radice è più leggera e non ha un odore simile. Ma tu metti le radici vicino alla valeriana, e loro assorbono l'odore, e poi inducono in errore i collezionisti.

A volte tra le radici medicinali possono essere rizoma molto velenoso di elleboro Lobel. Sii attento! Alle radici del Lobel di Elleboro ci sono radici avventizie simili a corde leggere.

Sia le foglie, l'infiorescenza, sia i fiori rosa sono molto simili alla valeriana, la medicinale è la canapa a doppia stevie. Puoi distinguerli dalla radice, è forte, cilindrico allo stevie.

I rizomi della valeriana della valeriana scavata in autunno vengono lavati in cestini, vengono essiccati per 2-3 giorni nell'aria, stesi in uno strato di 15 cm, quindi dispersi ed essiccati all'ombra. Più l'essiccazione è lenta, più l'odore di valeriana più persistente sarà alla radice.

La valeriana ha un effetto sedativo sul sistema nervoso. I suoi farmaci sono utilizzati per eccitazione nervosa, insonnia, nevrosi del sistema cardiovascolare, con spasmi del tratto gastrointestinale e altre malattie.

Sebbene la droga valeriana stia crescendo quasi in tutto il nostro paese, i boschetti sono rari. I collezionisti di materie prime violano le regole del raccolto: scavano le radici quando la valeriana è ancora in fiore, il che significa che la pianta non può riprendere dai semi. Per salvare le piante, evitare l'esaurimento delle scorte, è necessario raccogliere la valeriana solo dopo la maturazione dei semi e non più di una volta ogni 2 anni. I buchi dopo aver scavato le radici devono addormentarsi. Lasciare 1-2 piante per 5-10 m 2 . Raccogli i semi. Seminateli in natura, crescete nei letti, poi piantate di nuovo in luoghi dove la valeriana cresce abitualmente.

I semi di valeriana maturano da giugno a settembre, e all'inizio di luglio è già possibile seminare i primi semi maturati per ottenere buone piantine entro l'autunno. Seminare i semi nelle scanalature di una profondità di 1-1,5 cm, possono essere chiusi o in polvere con humus. La distanza tra le scanalature è di 12-15 cm, in 10-15 giorni compaiono dei germogli. Le piantine sono piantate in un luogo permanente a fine settembre - inizio ottobre (quando hanno 3-5 foglie vere) in file con una distanza di 45 cm; 20 cm dovrebbero essere lasciati tra le piante. Il terreno per la semina viene preparato in anticipo e concimato con letame o compost al tasso di 4 kg per 1 m 2 . Vengono anche introdotti fertilizzanti minerali (preferibilmente un NPK) 20-30 g per 1 m 2 . Sul terreno acido è necessario fare più lime.

Se coltivi la valeriana dai semi, puoi seminarli all'inizio della primavera, o in estate, o prima dell'inverno.

La valeriana ben tollerata ombreggiatura, perché in natura cresce all'ombra di arbusti e alberi. I rizomi devono scavare nel secondo anno dopo la semina. Per renderli più potenti, i gambi di potatura che appaiono in estate. In genere, la valeriana selvatica ha una lunghezza della radice di 5 cm e quella cresciuta su un letto è di 15 cm.

Lascia le migliori piante per i semi, annaffiali abbondantemente, nutrili con fertilizzanti. La valeriana risponde bene ai fertilizzanti organici e minerali. Poiché i semi della valeriana maturano allo stesso tempo, è importante avere il tempo di raccoglierli prima che si sbriciolano. Per fare questo, i peduncoli sono tagliati ancora verde-giallastro, essiccati sotto un baldacchino e trebbiato.