Ezofagokardiografiya

Ezofagokardiografiya

La cardiografia esofagea (dal greco Oisophagos - esofago, kardia - cuore e grafo - scrivi) - questa è una registrazione grafica dei movimenti cardiaci, eseguita attraverso l'esofago.

La tecnica L'esofagocardiografia viene eseguita utilizzando una sonda sottile in gomma o PVC, una cui estremità, che termina in un palloncino di gomma a parete sottile, viene iniettata nell'esofago alla profondità richiesta e l'altra è collegata all'apparecchio di registrazione. I registratori più semplici sono la capsula Marea e la capsula leggera di Frank, che è registrata su un kimografo. Recentemente, come cardiografo esofageo, sono stati utilizzati gli strumenti di misura per i registratori elettronici per registrare la curva di pressione nelle cavità del cuore; forniscono la registrazione di massima qualità. Vantaggi speciali sono offerti dall'uso di dispositivi di registrazione multicanale, che consentono contemporaneamente l'esofagocardiogramma di registrare l'ECG, il PCG, il cardiogramma apicale, lo sfigmogramma carotideo. Un tale studio policentrografico facilita notevolmente l'interpretazione dell'esofagocardiogramma e l'interpretazione delle sue singole onde.

La registrazione dell'esofagocardiogramma è possibile anche con l'aiuto di un sensore piezo in miniatura (vedi Piezografiya), posizionato nell'esofago. I segnali dal sensore vengono inviati all'amplificatore e quindi al dispositivo di registrazione.

La cardiografia esofagea viene eseguita nella posizione supina del paziente; L'anestesia preliminare della membrana mucosa della faringe con una soluzione 1-2% di dikain è desiderabile. Quando si registrano le contrazioni dell'atrio sinistro (esophagoatriogram), il sensore viene inserito nell'esofago ad una profondità di 30-40 cm dal bordo degli incisivi, il ventricolo sinistro (esophageoventriculogram) - 35-45 cm, pulsazioni dell'aorta (esophagoorthogram) - 20-30 cm.

Esofagocardiogramma normale . In un normale esopagogo, ci sono tre onde. La prima è l'onda di contrazione atriale, denotata come onda A, o come, si verifica in 0,05 sec. dopo l'inizio dell'onda P sull'ECG e termina in media dopo 0,13 sec. La seconda ondata - il ventricolare, indicato come onda B, o vs, inizia in media in 0,05 sec. dopo l'inizio dell'onda Q sull'ECG, viene spesso suddiviso nelle onde B e C. L'aspetto di questa onda è solitamente dovuto a un aumento della pressione nell'atrio sinistro a causa di una deflessione di una valvola atrio-ventricolare sbalzata nella sua cavità durante una contrazione isometrica del ventricolo sinistro. La successiva diminuzione della curva coincide nel tempo con la fase di rapida espulsione del sangue dal ventricolo sinistro, è spiegata da una diminuzione del volume del cuore e una scarica dell'atrio sinistro dall'esofago. La terza onda D è causata dal riempimento passivo dell'atrio sinistro dalle vene polmonari e nel tempo corrisponde alla fase di lenta espulsione del sangue dal ventricolo sinistro e dalla fase di rilassamento isometrico. La fine del suo vertice di plateau coincide con il momento di apertura della valvola mitrale e il ginocchio discendente di questa onda coincide con la fase di riempimento rapido del ventricolo sinistro all'inizio della diastole. Questa ondata è seguita da un piccolo aumento graduale, corrispondente al lento riempimento dell'atrio sinistro dalle vene polmonari, quando il flusso di sangue verso di esso prevale al di fuori del ventricolo sinistro (Fig. 1). È stato stabilito che l'esophagoatriogramma riflette in modo abbastanza accurato i cambiamenti di pressione nell'atrio sinistro. La registrazione del ventrogramma esofageo non ha alcun valore pratico. L'esofago-orogramma normale è simile alla curva di pulsazione aortica ed è caratterizzato da una grande onda positiva che si verifica durante l'espulsione del sangue dal ventricolo sinistro nell'aorta.


Fig. 1. Esophagoatriogram (2) di una persona sana, registrato contemporaneamente con un elettrocardiogramma (1), cardiogramma (3) e fonocardiogramma (4): A è l'onda di contrazione atriale; B - onda ventricolare; D -, onda che riempie l'atrio.

Esofagocardiogramma con malattie cardiache . Il più grande interesse pratico sono i cambiamenti dell'esofago-grafi con difetti cardiaci mitrali. Con insufficienza della valvola mitrale, la cavità tra l'onda ventricolare (B) e l'onda di riempimento atriale (D) è scarsamente espressa, nei casi gravi le onde B e D si uniscono e vengono sostituite da un'onda grande, che riflette il riempimento avanzato dell'atrio sinistro sia dalle vene polmonari sia dal flusso sanguigno inverso. dal ventricolo sinistro. Il ginocchio ascendente di quest'onda ha spesso piccole tacche, apparentemente dovute alle turbolenze che si verificano durante questo e corrispondenti al rumore dell'insufficienza mitralica. La sua parte superiore coincide spesso con il secondo tono cardiaco. L'onda termina in una ripida discesa (Fig. 2).


Fig. 2. Esophagoatriogram di un paziente con insufficienza della valvola mitrale (le designazioni sono le stesse di Fig. 1).

Fig. 3. Esophagoatriogram di un paziente con stenosi dell'orifizio atrioventricolare sinistro (le stesse designazioni di Fig. 1).

Nella stenosi mitralica sull'esofagografo, nella maggior parte dei casi si osserva un aumento dell'ampiezza e della durata dell'onda A e una lenta diminuzione della curva nella fase di riempimento rapido del ventricolo sinistro dall'atrio (Fig. 3). Con un grado più severo di stenosi, l'apice e l'inizio del ginocchio discendente dell'onda D si trovano prima, che è causato dalla precedente apertura della valvola mitrale a causa dell'aumentata pressione nell'atrio sinistro. Al difetto mitralny combinato sui segni di esofagocardiogramma di entrambi i difetti sono trovati, ma in la maggior parte casi i segni caratteristici d'insufficienza della valvola mitralny sono più distintamente rivelati.

Il valore dell'esofagocardiografia per la clinica non è stato ancora completamente chiarito. È stato stabilito che la forma della curva di esophagoatriogram può essere giudicata sullo stato della funzione contrattile dell'atrio sinistro. L'uso della cardiografia esofagea in uno studio policentrografico (con ECG, PCG, cardiografia apicale, ecc.) Consente di studiare la struttura di fase della sistole atriale sinistra, importante per la diagnosi dei difetti cardiaci mitrali. Controindicazioni allo studio sono grave insufficienza cardiaca, tendenza alla trombosi ed embolia, la condizione grave generale del paziente, esofagite acuta.