Evacuazione medica

Evacuazione medica

L'evacuazione medica è un sistema di misure per evacuare i feriti e gli ammalati dal campo di battaglia o dalla fonte di distruzione di massa e consegnarli alle stazioni mediche e alle istituzioni che forniscono assistenza medica e cure a loro.

L'evacuazione medica è un elemento essenziale del supporto medico-evacuazione delle truppe (vedi supporto medico-evacuazione) e assistenza alla popolazione nel sistema del servizio medico di protezione civile (vedi). In tempo di pace, l'evacuazione medica viene utilizzata per disastri naturali e altri disastri, accompagnati da un gran numero di vittime. Il motivo principale per la necessità di eseguire l'evacuazione medica è, di norma, opzioni di trattamento estremamente limitate per i pazienti colpiti e direttamente sul luogo di lesione o malattia quando sono prodotti in serie. Indubbiamente, nell'interesse del trattamento (malato) affetto da questi sul luogo della lesione o della malattia sarebbe più appropriato. Allo stesso tempo, avrebbero ricevuto rapidamente il tanto necessario riposo e sarebbero stati trattati dallo stesso medico dall'inizio alla fine della malattia. Tuttavia, le difficoltà nel creare le condizioni necessarie sul posto per organizzare il trattamento al livello adeguato, l'incapacità di concentrare qui le forze e i mezzi necessari, e in alcuni casi il pericolo di combattimento e il rischio associato di lesioni ripetute alle vittime richiedono inevitabilmente l'evacuazione medica.

Pertanto, l'evacuazione medica è un evento forzato - non solo non indifferente alla salute della persona evacuata, ma anche pericolosa, poiché è associata a un disturbo del riposo, allo smembramento degli aiuti medici. Allo stesso tempo, questo evento è necessario. A questo proposito, il servizio medico è obbligato per quanto possibile a limitare l'evacuazione medica, a combinarlo razionalmente con il trattamento ea condurre l'evacuazione nei modi e nei mezzi più favorevoli.

Nelle condizioni della guerra moderna, l'evacuazione medica è il mezzo più importante per assicurare la fornitura tempestiva di assistenza medica qualificata e specializzata agli ammalati e ai malati. Prevede la consegna rapida di tutte le persone colpite e ammalate esattamente a quelle fasi di evacuazione medica (vedi), dove le ragioni mediche più razionali e in conformità con la situazione devono essere rese coerentemente prima cure mediche, specializzate e specializzate, nonché trattamento ospedaliero. Tuttavia, in condizioni favorevoli, è consigliabile effettuare l'evacuazione medica, scavalcando alcune fasi dell'evacuazione medica, direttamente presso istituti progettati per fornire un'assistenza completa specializzata (evacuazione su appuntamento).

Nell'attuale esercito, l'evacuazione medica inizia con la raccolta, la rimozione e la rimozione delle vittime di massa dal campo di battaglia e il centro della distruzione di massa (vedere Rimozione e rimozione di coloro che sono colpiti). L'organizzazione della collezione di feriti sul campo di battaglia è responsabilità dell'anziano assistente medico del battaglione. La rimozione dei battaglioni colpiti è organizzata dal medico anziano del reggimento. L'ulteriore evacuazione viene effettuata per ordine di supervisori medici più alti. Il principio di evacuazione, in cui il capo medico superiore invia il suo trasporto agli stadi del livello inferiore del servizio medico, è chiamato evacuazione "su se stesso"; non esclude la responsabilità dei superiori medici subordinati per la rimozione dei feriti e dei malati "da se stesso".

Per l'evacuazione viene utilizzato il trasporto speciale in ambulanza (vedere) e il trasporto previsto per il trasporto. Quest'ultimo viene utilizzato principalmente lungo il percorso quando lo si rimette dopo lo scarico verso il retro (rifornimento inverso vuoto).

Sulla sezione dal campo di battaglia al PMP, possono essere utilizzati trasportatori speciali e ambulanze di piccole dimensioni con un'elevata capacità di attraversamento del paese per la rimozione dei feriti, nell'area tra il PMP e il MedSB - un'ambulanza automobilistica. L'evacuazione da MedSB, di regola, è effettuata da auto-sanitario, così come da trasporto aereo. Gli elicotteri stanno diventando sempre più importanti per l'evacuazione.

Per l'evacuazione medica all'interno delle basi ospedaliere e oltre i loro limiti, viene utilizzato il trasporto automobilistico, il trasporto ferroviario e idrico appositamente attrezzato, nonché gli aerei sanitari e di trasporto. Indubbiamente, in futuro, gli aerei delle ambulanze e gli aerei da trasporto saranno insieme al trasporto su strada e su rotaia uno dei principali mezzi di evacuazione degli ammalati e dei malati.

Nel sistema MSGO, in caso di epidemie nucleari, la tempestiva raccolta di feriti in luoghi appositamente designati e la loro successiva rimozione ed esportazione verso il PKO è di fondamentale importanza. Questi compiti sono svolti da squadre sanitarie in collaborazione con squadre di soccorso. L'esportazione è organizzata dal trasporto del PKO, così come dai mezzi allegati L'evacuazione dall'OPM alla base dell'ospedale è organizzata dal dipartimento medico dell'area operativa. Diversi tipi di trasporto su strada possono essere utilizzati in quest'area, in condizioni appropriate - trasporto ferroviario e idrico, così come elicotteri.

L'evacuazione medica è strettamente correlata all'ordinamento medico del trasporto di evacuazione (vedi Ordinamento medico ). Solo a seguito di un'evacuazione condotta con cura, lo smistamento medico è possibile organizzare razionalmente l'evacuazione medica. Il destino dei feriti e degli ammalati dipende dalla soluzione di tali questioni, come l'istituzione di indicazioni e controindicazioni all'evacuazione, la scelta del tipo di trasporto, la determinazione dell'ordine di evacuazione e la destinazione.

Quando si organizzano i trasporti, è necessario attribuire una seria importanza alla preparazione adeguata degli sfollati, che si basa principalmente sul personale paramedico (ispezione prima della spedizione, controllo della documentazione medica, correzione delle medicazioni e immobilizzazione, introduzione di antidolorifici, ecc.). Dovrebbe fornire cibo, dissetarsi e prendersi cura degli evacuati lungo il percorso. Quando si utilizza l'alimentazione inversa, è necessario prepararla per il trasporto degli ammalati e dei malati - per riscaldare, installare quando possibile i dispositivi di sospensione, per mettere un letto morbido, ecc. Tutte queste misure dovrebbero fornire le condizioni più favorevoli lungo la strada.

L'evacuazione medica è un sistema di misure che provvedono al trasporto di feriti e malati, che necessitano di cure, dalle aree di combattimento delle truppe (o dai centri di distruzione di massa che sono sorti nella retroguardia delle truppe) alle istituzioni mediche situate sia nel teatro di operazioni militari (più o meno lontano dalla prima linea) e oltre nella parte posteriore del paese. il
l'evacuazione più medica è uno degli elementi più importanti del sistema di supporto medico per le truppe (vedi Assistenza medica e di evacuazione per le truppe). L'evacuazione medica può essere effettuata (su larga scala) e in tempo di pace se è necessario trasportare le vittime da aree di disastri naturali (terremoti, alluvioni, ecc.).

L'evacuazione medica dovrebbe essere considerata come un evento di natura forzata; è usato in tutti i casi in cui il trattamento dei feriti e dei malati sul posto è per una ragione o l'altra impossibile o inopportuno per ragioni mediche. Molto spesso, la necessità di evacuazione medica avviene in condizioni di combattimento sfavorevoli, soprattutto quando la capacità degli ospedali esistenti non corrisponde al numero di feriti e malati in entrata e se è impossibile creare condizioni appropriate per il loro trattamento ospedaliero più o meno prolungato. L'evacuazione medica viene spesso utilizzata anche nella natura manovrabile delle operazioni militari quando sorge la necessità di ricollocare le loro strutture mediche.

In passato, l'evacuazione dei feriti e degli ammalati a lungo era stata tagliata fuori dal processo di trattamento ed era considerata principalmente come un evento puramente militare, non medico. Solo l'esperienza della prima guerra mondiale del 1914-1918. con le sue enormi perdite nelle persone e il volume senza precedenti di evacuazione ha portato a una revisione radicale di questo problema. Century A. Opple propose un sistema di trattamento graduale, che comprendeva una combinazione di misure mediche e di evacuazione. Tuttavia, questo sistema è stato implementato e ha ricevuto ulteriore sviluppo creativo solo dopo la Grande rivoluzione socialista di ottobre.

L'evacuazione medica è attualmente considerata la componente più importante del supporto medico-evacuazione per le truppe, che è inestricabilmente legata al processo di fornitura di assistenza medica ai feriti e ai malati e al loro trattamento; il legame inestricabile e l'interdipendenza di evacuazione e misure mediche costituiscono la base fondamentale del moderno sistema di supporto medico-evacuazione delle Forze Armate dell'URSS. Allo stesso tempo, l'evacuazione medica è accompagnata da misure mediche (assistenza medica, ospedalizzazione, trattamento) e smistamento (vedi Ordinamento medico), solo un elemento separato di un complesso processo di evacuazione medica e deve essere subordinata all'idea generale di organizzare il supporto medico-evacuazione per le truppe adottate per il moderno stadio di sviluppo delle forze armate e della medicina militare.

In tutti i casi, l'evacuazione medica deve essere organizzata in modo tale da assicurare (in questa particolare situazione) le migliori condizioni per fornire assistenza medica ai feriti e ai malati e per il loro successivo trattamento. Di particolare importanza sono: 1) consegna dei feriti e dei malati alle fasi di evacuazione medica (vedi trattamento Stage) in tempo utile per garantire la fornitura tempestiva di cure mediche; 2) la direzione dei feriti e dei malati in stretta conformità con le indicazioni mediche nelle istituzioni mediche specializzate (bypassando le fasi intermedie di evacuazione medica), progettata per fornire alcuni tipi di cure mediche, vale a dire l'applicazione del principio di evacuazione per lo scopo; 3) evitare l'eccessivo trabocco da parte dei feriti e dei malati delle fasi separate di evacuazione medica, poiché ciò comporta un netto deterioramento della qualità dell'aiuto medico e delle condizioni di ospedalizzazione; 4) consegna precoce dei feriti e dei malati alle istituzioni mediche, dove possono essere lasciati per un trattamento sistematico.

Dal punto di vista del trasporto puramente medico dei feriti e dei malati durante l'evacuazione, ha un effetto traumatico sugli sfollati e quindi li danneggia (N. I. Pirogov considerava il trasporto dei feriti come un male assoluto ma inevitabile). A questo proposito, il servizio medico dell'esercito sovietico prevede una serie di misure che riducono l'impatto negativo dei trasporti: l'uso dei mezzi di trasporto più favorevoli per l'evacuazione dei feriti gravi, l'uso di trattamenti in loco, ecc. Attualmente, l'evacuazione dei feriti e dei malati nell'esercito sovietico è considerata importante funzione medica progettata per garantire la rapida consegna delle cure mediche e il successivo trattamento delle vittime, riducendo al minimo gli effetti traumatici del trasporto ovki.

Ai fini dell'evacuazione medica utilizzato una varietà di veicoli. Le persone ferite e ammalate possono essere evacuate su veicoli di uso generale - su camion, e talvolta anche su veicoli da combattimento (ad esempio, mezzi corazzati per il trasporto di persone), aerei da trasporto, che sono equipaggiati di conseguenza. Ma la maggior parte specializzata per il trasporto di ambulanze specialistiche (pazienti) gravemente feriti (vedi), che fornisce loro le condizioni più favorevoli di evacuazione. Attualmente, i tipi più comuni di trasporto di ambulanze utilizzati in un teatro di operazioni militari sono vari tipi di ambulanze e ambulanze (elicotteri). I treni militari di ambulanza (temporanei e permanenti) sono utilizzati per l'evacuazione lungo le ferrovie e le navi di trasporto sanitario sono utilizzate per le comunicazioni marittime e fluviali.

Il moderno sistema di supporto medico di evacuazione per le truppe, basato sui principi di trattamento specialistico e di evacuazione come previsto e tenendo conto dell'ambiente di lavoro estremamente difficile del servizio medico, causato dalla possibilità di uso diffuso da parte del nemico di missili nucleari e altre armi di distruzione di massa, nonché aree posteriori paesi, notevolmente complicato l'organizzazione di evacuazione medica. In alcuni casi, una parte significativa dei feriti e dei malati viene ritardata per il trattamento fino al recupero finale (trattamento in loco) nelle strutture mediche delle basi ospedaliere installate in un teatro di operazioni. A questo proposito, è necessario che gli sfollati siano distribuiti secondo le indicazioni mediche alle numerose istituzioni mediche specializzate di queste basi ospedaliere e, se possibile, consegnati direttamente a queste istituzioni, evitando le fasi intermedie dell'evacuazione medica. Di conseguenza, l'evacuazione medica, a partire dai battaglioni medici e sanitari e dai singoli distaccamenti medici, ha acquisito una natura a più livelli, che a sua volta richiede la creazione di organismi speciali che contribuiscono alla sua più chiara attuazione (distribuzione medica e punti, smistamento ospedali).

L'evacuazione medica è organizzata, di regola, sul principio del "sé", cioè ogni capo medico (o organo direttivo) utilizza il trasporto medico a sua disposizione per rimuovere i feriti dalle parti (inferiori) subordinate del servizio medico; per esempio, il capo del servizio militare dell'esercito invia veicoli per evacuare feriti e malati dalle divisioni, il medico della divisione dai reggimenti. Tale organizzazione di evacuazione medica offre la possibilità di un uso più rapido e razionale dei veicoli in conformità con la situazione in rapido mutamento. Tuttavia, a seconda delle sue condizioni, l'evacuazione medica può anche essere organizzata "da sola" quando, per esempio, il trasporto del reggimento viene inviato con feriti a un battaglione medico oa un'unità medica separata.

La presenza di moderni veicoli sanitari, in particolare di aerei per ambulanze con un ampio raggio d'azione, consente anche l'evacuazione medica su lunghe distanze, evitando i collegamenti individuali del sistema di evacuazione medica. Di conseguenza, diventa possibile gestire in maniera più efficiente i flussi di evacuazione quando vengono distribuiti tra singole istituzioni mediche o basi ospedaliere in un teatro di operazioni militari per evitare di sovraccaricare questi ultimi o evacuare feriti e malati da trattare nella parte posteriore del paese, scavalcando alcune delle basi ospedaliere distribuite su sterrato e comunicazioni ferroviarie.

Complicato in connessione con la specializzazione del processo medico, l'evacuazione medica non può essere organizzata e condotta correttamente senza un'attenta selezione di ogni gruppo di sfollati feriti e malati (vedi Ordinamento medico). Solo a queste condizioni gli sfollati possono essere adeguatamente distribuiti alle istituzioni mediche specializzate in base alla necessità di determinati tipi di cure e cure mediche o per stabilire la procedura per il loro trasporto - il modo di trasporto con cui il ferito o il malato devono essere evacuati, il luogo e l'ordine di evacuazione, trasporto (sdraiato, seduto). I risultati di tale evacuazione e smistamento dei trasporti sono registrati insieme alle istruzioni sulla diagnosi accertata di ferita (malattia) e assistenza medica ricevuta dai feriti o dai malati, nei documenti di evacuazione medica della forma stabilita - la tessera sanitaria primaria e la busta di evacuazione, che accompagnano l'evacuato fino alla fase finale di evacuazione.

L'evacuazione medica è organizzata secondo il piano medico militare. La pianificazione per l'evacuazione medica viene effettuata dopo una valutazione approfondita della situazione di combattimento e si basa su un calcolo preliminare di eventuali perdite, dati sulle vie di fuga, aree dei posti di pronto soccorso e istituzioni mediche, nonché informazioni sulle risorse dei veicoli di evacuazione. Sulla base di tutti questi dati, vengono calcolati i bisogni del trasporto dell'ambulanza e viene presa una decisione sulla sua distribuzione alle direzioni di evacuazione e all'ordine di lavoro durante la battaglia (operazione).

Vedi anche Assistenza medica delle Forze Armate.