Erythromycin (Erythromycinum; Ermycin, Erythran)

eritromicina

Erythromycin (Erythromycinum; sinonimo: Ermycin, Erythran; lista B ) è un antibiotico che è efficace contro i microbi gram-positivi ( streptococchi , pneumococchi, stafilococchi , ecc.), Così come i microrganismi che hanno acquisito resistenza alla penicillina e altri antibiotici.

L'eritromicina è usata per trattare la polmonite , la polmonite , la scarlattina , l'erisipela, la sepsi , l' otite purulenta, la tonsillite, la tonsillite , la laringite, il carbonchio, l'uretrite, le infezioni delle ferite , le malattie infiammatorie acute delle vie biliari. Viene assunto per via orale durante i pasti a 0,1-0,25 g 4-6 volte al giorno. Dosi più elevate di eritromicina: singola - 0,5 g, giornaliera - 2 g Il ciclo di trattamento è di 5-10 giorni. Gli effetti collaterali ( nausea , vomito , diarrea , debolezza) sono relativamente rari.

Forma del prodotto: compresse da 0,1 g (100.000 UI) e 0,25 g (250.000 UI). Conservare in un luogo asciutto e buio a una temperatura non superiore a 20 °.

Vedi anche Antibiotici.

Dei nuovi antibiotici che hanno ottenuto il riconoscimento dei medici curanti, dovremmo prima menzionare l'eritromicina. Nel suo spettro antibatterico, l'eritromicina è vicina alla penicillina, ma l'eritromicina è efficace nei casi in cui l'agente patogeno, in particolare lo stafilococco, è resistente a tutti gli antibiotici utilizzati in precedenza - penicillina, streptomicina, tetraciclina, cloramfenicolo, bacitracina.

L'antibiotico viene somministrato per via orale. Viene rapidamente assorbito e, dopo un'ora, viene rilevata una concentrazione di antibiotici nel sangue, che inibisce la crescita dei microbi.

L'eritromicina ha un effetto positivo nella lotta contro il trasporto di difterite. Con successo, è usato per trattare la polmonite, sepsi, osteomielite, foruncolosi, mal di gola, erisipela e malattie della pelle pustolosa.

Erythromycin (Erythromycinum; sinonimo ilothicin) è un antibiotico del gruppo macrolide, ottenuto nel 1952 da McGuire (J.M. Guire) e al. dal fluido della cultura St. erythreus. Come altri antibiotici di questo gruppo [oleandomicina (vedi), carbamicina, spiramicina (vedi), ecc.], Ha uno spettro di azione antibatterica vicino all'azione della penicillina (vedi). Sopprime la riproduzione di molti microbi gram-positivi (stafilococchi, streptococchi, pneumococchi, bacillo antrace, clostridi, difterite corinebatteri) e alcuni batteri gram-negativi (gonococchi, meningococchi, brucella, bastoncelli, pertosse), i più semplici germi del virus e i batteri più semplici (gonococchi, meningococchi, brucella, pertosse) e i batteri più semplici (gonococchi, meningococchi, brucella, bastoncini) e i germi più semplici (linfogranulomi e meningopneumonia dei topi); attivo contro i ceppi resistenti alla penicillina.

Eritromicina - base, scarsamente solubile in acqua; è ben sciolto in alcoli, cloroformio e acetone. I sali di eritromicina con acidi minerali e organici sono altamente solubili in acqua.

L'eritromicina viene rapidamente assorbita dall'intestino. Quando ingerito, 0,5 g raggiunge la concentrazione batteriostatica nel sangue delle persone dopo 1 ora e lo mantiene per 6-7 ore.

L'eritromicina ha una bassa tossicità. Dosi di 1,5-2,0 g (1 500 000-2000 000 UI) al giorno sono generalmente ben tollerate dai pazienti, anche se a volte ci sono diarree di varia intensità, nausea, vomito, vertigini e crampi allo stomaco. Il farmaco eritromicina è utilizzato all'interno da 100 000-250 000 UI alla reception. La dose massima giornaliera per un adulto - 2 000 000 UI. I bambini sotto i 5 anni nominano 5 000 - 8 000 UI per 1 kg di peso ogni 4-6 ore.

Disponibile in compresse (100.000 e 250.000 UI). Il sale complesso di lauril solfato propionil eritromicina (eritromicina-estolato, sinonimo di Ilosone) dopo l'ingestione crea concentrazioni più elevate di antibiotico nel sangue rispetto alla corrispondente dose di eritromicina. Tuttavia, in alcuni casi, specialmente quando viene utilizzato per 14 giorni o più, questo farmaco può causare ittero e cambiamenti funzionali nel fegato di tipo colestatico. Vedi anche Antibiotici.