Erythema nodoso sul trattamento delle gambe

Eritema nodoso

L'eritema nodoso è una reazione vascolare tossico-allergica dell'ipersensibilità del corpo a varie malattie acute e croniche e intossicazioni, tra le quali l'infezione streptococcica ( tonsillite cronica), l'intossicazione tubercolare, la sarcoidosi e le reazioni a vari farmaci (soprattutto contraccettivi orali) sono della massima importanza. Caratterizzato dall'apparizione improvvisa sulla pelle delle gambe, meno spesso sui fianchi, sugli avambracci dei linfonodi infiammatori, accompagnata da una violazione delle condizioni generali del paziente.

L'eritema nodoso si osserva di solito durante l'infanzia e l'adolescenza. Negli adulti, è meno comune (soprattutto nelle giovani donne).

eritema nodoso
Eritema nodoso sulle gambe

Eritema nodoso, di solito accompagnato da un aumento della temperatura a 38-39 °, brividi, dolori articolari, perdita di appetito, insonnia, ROE accelerato. Allo stesso tempo sulle superfici estensori della parte inferiore della gamba, meno spesso in altri luoghi, appaiono nodi densi, emisferiformi che si trovano nello spessore del derma o del tessuto sottocutaneo, leggermente al di sopra della pelle, da uno a diversi centimetri di diametro. Il colore della pelle sopra i nodi è rosso vivo, quindi diventa rosso-brunastro come l'involuzione (Figura 8), giallo-verdastro, ei nodi scompaiono senza lasciare traccia o lasciare pigmentazione temporanea. In alcuni casi, a causa della crescita periferica e del riassorbimento dell'infiltrato al centro, i nodi acquisiscono una forma anulare (eritema nodoso migrante), non c'è decadimento dei nodi. La durata dell'involuzione completa del nodo è di circa 10-15 giorni. Il decorso della malattia è acuto (alcune settimane), meno spesso cronico, quando i periodi di remissione sono seguiti da periodi di esacerbazioni (più spesso in primavera e in autunno). La prognosi è favorevole, le ripetizioni sono rare.

Trattamento : riposo a letto, analgesico (analginico), antipiretici - acido acetilsalicilico (aspirina); vitamine C, P, cloruro di calcio . Se vengono rilevati focolai focosi infetti - penicillina , per un ciclo fino a 8.000.000 di unità o biomicina , ossitetraciclina (terramicina), per un ciclo fino a 12.000.000 di unità; se sospettato di intossicazione da tubercolosi - tubazid o altri (come prescritto dal phthisiatrician), nel trattamento della sarcoidosi - corticosteroidi sistemici. Nel caso di un decorso cronico della malattia - autoemoterapia. Esterno - 20% pomata di ittiolo, impacchi di cotone, impacchi caldi. Il trattamento, di regola, è passato in un ospedale.

Prevenzione: sanificazione tempestiva dei focolai di infezione cronica.

Eritema nodoso (eritema nodoso, sinonimo: dermatite contusiforme, eritema contusiforme) è una malattia caratterizzata da uno sviluppo acuto di nodulo, doloroso quando preme eruzioni sulla pelle di un colore rossastro con una sfumatura viola, esternamente somigliante a emorragie dopo l'infortunio.

L'eritema nodoso è più comune nei bambini di età prescolare e scolare più anziane, ma la vecchia visione di una dermatosi quasi esclusivamente infantile dovrebbe essere considerata errata. La morbilità è principalmente in primavera e in autunno.

Eziologia e patogenesi . Nei bambini, l'eritema nodoso è spesso la prima manifestazione di infezione da tubercolosi (la "reazione paratubercolosa" secondo AI Strukov), negli adulti un ruolo eziologico noto è svolto dai reumatismi. Tuttavia, le teorie "puramente" tubercolari e reumatiche sull'eziologia dell'eritema nodoso sono ora abbandonate. La maggior parte degli autori moderni considera l'eritema nodoso come una malattia polietica, come una reazione allergica in numerose infezioni: tubercolosi, infezioni da streptococco, reumatismi, micosi (eruzione cutanea secondaria con epidermofitosi e tricofitosi profonda, coccidioidomicosi), afitosi e ulcera vulva acuta, malaria, lebbra, gonorrea e L'eritema nodoso negli adulti è talvolta osservato nella sarcoidosi, è spesso una manifestazione precoce delle forme di sarcoidosi mediastinico-polmonare acutamente all'inizio. La cosiddetta sindrome di Löfgren, caratterizzata da una combinazione di eritema nodoso con aumento simmetrico bilaterale dei linfonodi broncopolmonari e anergia alla tubercolina, spesso con febbre, è una manifestazione della sarcoidosi. AS Raben riferisce l'eritema nodoso al numero di lesioni non specifiche della pelle nella sarcoidosi.

Eritema nodoso può svilupparsi e dopo l'assunzione di farmaci - iodio, bromo, sulfamidico e alcuni farmaci antimalarici. Le donne sono molto più spesso malate.

Anatomia patologica . Nel derma - una moderata infiltrazione perivascolare, principalmente linfoide-cellulare. I principali cambiamenti sono localizzati nel tessuto adiposo sottocutaneo. Nella fase iniziale, il sottotipo mostra gruppi sparsi di cellule linfoidi e una quantità moderata di neutrofili situati nei setti fibrosi tra le fette di grasso e tra le cellule di grasso. Ci sono istiociti separati e talvolta eosinofili, non ci sono plasmacellule. Nei nodi formati si trova un massiccio infiltrato, localizzato, tuttavia, solo in certe aree. Non ci sono ascessi e necrosi.

Ci possono essere cambiamenti fibrinoidi nelle fibre di collagene. I fenomeni pronunciati di vasculite sono lesioni delle pareti di entrambe le arterie e le vene. Secondo Lever (WF Lever), i cambiamenti morfologici nell'eritema nodoso possono essere una risposta antigene-anticorpo ad un agente infettivo.

Quadro clinico (segni e sintomi). La localizzazione più frequente sono le gambe delle gambe, in particolare le loro superfici frontali, meno spesso le cosce e le natiche. A volte dopo un malessere precedente per 1-2 giorni acutamente, spesso con brividi e febbre a t 38-39 °, si sviluppa simmetricamente localizzato, denso, leggermente sopra la superficie della pelle dei nodi piatti ed emisferici delimitati di colore rosso di 2-3 cm di diametro doloroso quando premuto. Il colore dei nodi cambia rapidamente: in 2-3 giorni acquisiscono una livrea livida, poi marrone, gialla e verde (come nell'involuzione dell'ematoma). L'intero corso di solito dura da 1,5 a 2 settimane, i nodi scompaiono senza lasciare traccia, lasciando l'iperpigmentazione passante. I nodi spesso si ripetono, a volte c'è un corso cronico: per sostituire i dispersi, nuovi elementi appaiono negli stessi luoghi o in altri (eritema nodoso migrante). Durante l'eruzione, i pazienti, oltre alla febbre, spesso osservano l'insonnia, perdita di appetito, disturbi gastrointestinali, dolore ai muscoli e alle articolazioni; il ROE è spesso accelerato.

Qualche volta le eruzioni di nodi accompagnano l'angina, la faringite, la rhinitis, la bronchite, ma i fenomeni generali possono essere minimi.

La diagnosi si basa sull'esordio acuto della malattia e sulla caratteristica involuzione dei nodi. L'eritema eritema nodoso si distingue dall'eritema erodeo nodoso per mancanza di compattazione dei nodi, dalla pannicolite non infiammatoria (sindrome di Pfeifer-Weber-Krischen) - la migliore condizione generale e il decorso, dall'eritema multiforme essudativo - mancanza di polimorfismo delle eruzioni cutanee e localizzazione caratteristica del processo.

A volte è necessario condurre una diagnosi differenziale di eritema nodoso con ointemata (perniones), flebite, tubercolosi della pelle papulonecrotica, periarterite nodulare. Nel periodo prodromico, la diagnosi è difficile.

Le prospettive per la vita sono favorevoli; il recupero dipende dalla malattia di base. Le ricadute sono possibili.

Trattamento In un periodo acuto, è necessario il riposo a letto. L'attenzione principale dovrebbe essere rivolta all'identificazione e al trattamento della malattia di base (sanificazione dei focolai di infezione, antitubercolosi e farmaci antireumatici, rispettivamente, in queste malattie, corticosteroidi nella sarcoidosi, ecc.).

Si consiglia di prescrivere preparati sulfanilamide (specialmente quando si sta migrando la forma), aspirina (acido acetilsalicilico), salicilati (3-4 grammi di sodio salicilico al giorno), penicillina. Il trattamento con corticosteroidi in assenza di sarcoidosi, secondo BA Pratusevich, accelera l'involuzione dei nodi, ma non ne impedisce il ripetersi. Localmente nominano pomate di ittiolo al 10-20%, calore secco, UHF.

La prevenzione dell'eritema nodoso si riduce alla tempestiva guarigione del corpo (dai focolai di infezione cronica).