Trattamento dei sintomi enterocolite acuta enterite

Enterite, enterocolite

L'enterite è un'infiammazione dell'intestino tenue; enterocolite - infiammazione simultanea dell'intestino tenue e crasso. Distinguere tra enterocolite acuta e cronica.

Enterocolite acuta (enterite). L'enterite acuta è rara, il più delle volte la lesione è del tipo di enterocolite o gastroenterocolite. Si verifica principalmente nei mesi estivi-autunnali.

L'enterocolite acuta può essere una sindrome di molte malattie batteriche, parassitarie e virali. L'enterocolite acuta può svilupparsi a causa di intossicazione alimentare (vedi). Il suo verificarsi è anche possibile in connessione con l'uso di alcol, alimenti grezzi, bevande fredde, specialmente durante i periodi caldi; dopo sovrariscaldamento generale e surriscaldamento, seguito da super raffreddamento.

A volte si sviluppa sotto idiosincrasia (vedi) per alcune sostanze alimentari (fragole, fiocchi di latte, lamponi, ribes nero) e ad alcune medicine.

Fattori predisponenti: indebolimento dell'organismo da precedenti malattie, carenza secretoria dello stomaco, pancreas.

Anatomia patologica. I cambiamenti catarrali della parete intestinale con iperemia ed edema della mucosa, individuano emorragie in esso sono più spesso trovati.

Il quadro clinico e il decorso della malattia dipendono dall'eziologia e dallo stato precedente del paziente. La malattia inizia in modo acuto, con perdita di appetito, a volte vomito, sbavando e diarrea fino a 5-10 volte al giorno. I dolori parossistici sono localizzati intorno all'ombelico e intensificati quando l'intestino viene svuotato. Brontolando, i dolori diminuiscono dopo che lo sgabello è di nuovo rinforzato prima della prossima defecazione. Lo sgabello è inizialmente molle, quindi liquido. Con la predominanza della dispepsia di fermentazione nelle feci, si osserva una notevole quantità di acidi organici e bolle di gas; con la prevalenza di dispepsia putrefattiva nelle feci c'è una maggiore quantità di ammoniaca. Nei casi più gravi, i pazienti sono pallidi, la pelle è secca, gli occhi cadono, la lingua è secca, ricoperta e l' odore sgradevole dalla bocca . L'addome è gonfio. Con una feci frequente e abbondante, si verifica la disidratazione. La diuresi (la quantità di urina escreta) cade. Possono comparire convulsioni associate a disidratazione e esaurimento del corpo con cloruro di sodio.

Previsione Nella maggior parte dei casi, la malattia è completamente guarita; a volte assume una forma cronica.

Trattamento Assegnare un rigoroso riposo a letto. Nei casi più gravi, il paziente è ricoverato in ospedale. È necessario lavare lo stomaco attraverso la sonda e inserirlo attraverso di esso dopo aver lavato 20-25 g di magnesio solfato sciolto in 1/2 tazza di acqua. Si consiglia di utilizzare farmaci sulfamidici ( sulgin 1 g 4 volte al giorno per 3-4 giorni). Quando si disidrata, si somministra una soluzione isotonica di cloruro di sodio e una soluzione di glucosio al 5% di 250 ml per via sottocutanea una volta al giorno. Con una diminuzione della pressione sanguigna - mezaton 1 ml di una soluzione all'1% per via intramuscolare.

Entro 12-24 ore al paziente viene somministrato solo forte, caffè nero. Dal secondo giorno della malattia, si consiglia la decozione di riso, la gelatina di mirtilli. Il 3 ° giorno viene prescritta una dieta di 4 giorni e dal 5 ° giorno una dieta dietetica di 4 giorni (vedere). Il passaggio alla nutrizione normale è graduale.

Prevenzione : mangiare cibi benigni, lavarsi le mani prima dei pasti e manutenzione igienica dei piatti per cucinare.

Enterite, enterocolite (enterite, enterocolite, dall'eutera greca - intestino, intestino, kolon - colon).

Enterite - infiammazione dell'intestino tenue. Come unità nosologica, VP Obraztsov ha individuato. L'enterite si trova raramente come una malattia isolata, più spesso il processo cattura contemporaneamente lo stomaco (gastroenterite) e il colon (enterocolite).

Eziologia Enterite e enterocolite sono di origine diversa: infettiva specifica (febbre tifoide, paratifo, colera, dissenteria) e non specifica (influenza, sepsi, erisipela, polmonite, ecc.) E parassitaria (vermi, ecc.). Le cause frequenti di enterite e enterocolite sono le violazioni dell'igiene alimentare - consumo di cibi rudi, non del tutto benigni, sovraccarico intestinale con cibi ricchi di fibre grossolane, legumi, zucchero, pane grosso, che causano un aumento dei processi di fermentazione nell'intestino. I fattori che causano l'enterite (enterocolite) sono anche il consumo
per lungo tempo cibo grasso con carenza di proteine ​​nella dieta, aderenza a un lungo periodo di una dieta strettamente parsimoniosa, una carenza di proteine ​​alimentari, vitamine, l'abuso di cibi affumicati, marinate, sottaceti e liquori. Lo sviluppo di enterite (enterocolite) è favorito da difetti dell'apparato masticatorio, cibo frettoloso, perdita delle proprietà battericide del succo gastrico nell'insufficienza secretoria e rapida evacuazione del contenuto dello stomaco (ingestione di cibo non degradato dai batteri nell'intestino tenue), insufficienza pancreatica secretoria e malattie del fegato, tratto biliare .

Le cause frequenti di enterite (enterocolite) sono intossicazione alimentare (vedi) e intossicazione (alcali, acidi, mercurio, arsenico, fosforo), nonché allergia alimentare (gamberi, fragole, molluschi, uova, ecc.) E droga (bromo, iodio, salicilati, goricvet, ecc.).

L'enterite (enterocolite) può essere osservata dopo ustioni cutanee, probabilmente a causa della formazione in queste condizioni di una quantità significativa di sostanze simili all'istamina.

Questa malattia si osserva di solito nei mesi estivi, soprattutto nelle zone con temperature ambientali elevate, così come nelle persone che lavorano nei negozi caldi a causa dell'aumentata perdita di liquidi e sale da cucina con il sudore, consumo di abbondanti quantità di liquido. Quest'ultimo rafforza la funzione motoria dell'intestino, causando una frequente e liquida feci con disidratazione del corpo e una maggiore vulnerabilità della mucosa intestinale. Per lo sviluppo della diarrea estiva è anche importante e una forte diminuzione della secrezione gastrica, una diminuzione dell'appetito.

Lo sviluppo di enterite cronica (enterocolite) è di solito osservato con un inetto trattamento di forme acute di questa malattia, fame di proteine, ipo- e avitaminosi, interruzione del metabolismo minerale, che causa processi infiammatori e atrofici nell'intestino.

I fattori che predispongono allo sviluppo di enterite acuta e cronica (enterocolite) stanno indebolendo l'organismo da precedenti malattie, sovraccarico mentale e fisico.

Anatomia patologica . Enterite acuta (enterocolite). I più spesso osservati sono forme catarrale e catarrale-follicolare, meno spesso difterite e molto raramente gangrenosa, che complicano la distrofia alimentare (con perforazione spesso perforata). Le forme catarrale e catarrale-follicolare sono accompagnate da edema della mucosa e localizzano emorragie in esso, sovrapponendosi alla superficie del muco, della fibrina. I vasi sono dilatati, l'epitelio si sta assottigliando. Il processo infiammatorio si estende anche ai vasi mesenterici linfatici.

Enterite cronica (enterocolite). Esistono iperemia e gonfiore della mucosa intestinale, gonfiore dei follicoli, desquamazione dell'epitelio intestinale, sudorazione dell'essudato sieroso e fibrinoso. Le forme pesanti sono accompagnate da degenerazione della parete intestinale. L'intestino tenue è allungato e ingrossato, la mucosa è atrofica, i villi sono levigati, compattati e ispessiti, tutti gli strati della parete intestinale sono diluiti, i cambiamenti degenerativi si osservano nelle cellule nervose dello strato sottomucoso e muscolare, nonché nei nodi intramurali di Meissner e Auerbach.

Quadro clinico e complicanze . Enterite acuta (enterocolite) . La malattia inizia in modo acuto ed è caratterizzata da malessere generale, diarrea (feci 5-10 volte al giorno), dolori crampi prevalentemente intorno all'ombelico, che di solito compaiono prima della defecazione, si calmano e si intensificano di nuovo prima del nuovo movimento intestinale. L'appetito è assente o diminuito, la salivazione distraente, la nausea, a volte il vomito, spesso ripetuto. Inizialmente, le masse vomito contengono i resti di cibo, e quindi solo muco con una miscela di bile. Nell'addome c'è un brontolio, una sensazione di trasfusione di liquido, che aumenta prima della defecazione. La Cal è inizialmente molle, quindi liquida e fetida, di colore giallognolo e giallo-verde, con molto muco, fibre muscolari non digerite, granuli di amido, cristalli di acidi grassi e goccioline di grasso. Con la predominanza della dispepsia di fermentazione, le feci contengono una quantità significativa di acidi organici e gas; con dispepsia putrefattiva - una maggiore quantità di ammoniaca. Con la localizzazione del processo infiammatorio solo nell'intestino tenue e il lento passaggio del cibo attraverso l'intestino, i processi di digestione possono continuare nei segmenti distali dell'intestino con una flora batterica ed enzimi. In tali casi, le feci saranno prive di impurità patologiche.

I pazienti sono pallidi, le labbra sono asciutte, la lingua è asciutta e ricoperta da un rivestimento bianco, lo stomaco è gonfio, gli occhi affondati. Nei casi più gravi, il dolore si diffonde in tutto l'addome, crampi agli arti, dolore ai muscoli a causa della disidratazione e dell'esaurimento del corpo da parte dei cloruri. La temperatura corporea è normale o subfebrilla, febbrile con enterite acuta necrotica (enterocolite). Ci sono flatulenza e dolore nell'intestino tenue. Quando la palpazione del cieco, il rumore di schizzi è quasi sempre rilevato (un segno di VP Obraztsov). Il polso è piccolo e frequente. Ipotensione. Esistono oliguria, microembruria, albuminuria, causate da aumentata permeabilità capillare, diminuzione del flusso ematico renale e filtrazione glomerulare. La disidratazione provoca un ispessimento del sangue, globuli rossi. Con la gastroenterite, la dispepsia gastrica si unisce anche ai sintomi sopra elencati, con gastroenterocolosi - frequenti desideri di defecazione, tenesmo. La forma ulcera-necrotica procede con leucocitosi neutrofila ad alta temperatura, a volte termina con cancrena dell'intestino con peritonite perforata, accompagnata da diarrea sanguinolenta, collasso, che spesso porta a morte i pazienti.

Nell'enterite acuta (enterocolite) possono verificarsi le seguenti complicanze: nefrite acuta, cistite , neurite, colecistite, epatite, angiocolite, ecc.