enostosis

enostosis

Enostosi (enostosi, dal greco En - in, interno e osteo - osseo) è un sintomo della formazione patologica della sostanza ossea dall'interno dell'osso, dall'endosteo, sotto l'influenza di vari processi. Per via topica, questo processo, in contrasto con l'esostosi (vedi), la periostosi e l'osteosi (vedi Deformazione Ostotica) dovrebbe essere attribuito allo spazio del midollo osseo. La sostanza ossea di nuova formazione può occupare un'area limitata o, diffondendosi per l'intera lunghezza dell'osso, causare un ispessimento diffuso dello strato corticale fino alla completa distruzione del canale del midollo osseo (eburneation ossea; Fig. 1).

Il riconoscimento a vita di enostosi è possibile solo con l'aiuto dell'esame a raggi X. Nel quadro dell'enostosi, la natura stessa della malattia è spesso stabilita. Ad esempio, nella forma osteoplastica del sarcoma osteogenico, viene rilevata un'enostosi limitata strutturata con confini sfocati; nella malattia del marmo, la formazione di osso enostatico crea un restringimento pronunciato e persino la scomparsa del canale del midollo osseo e nell'osteopoikilia, la densificazione multi-focale della sostanza spugnosa (principalmente le ossa periferiche delle estremità). Tuttavia, la diagnosi deve tenere conto della totalità dei sintomi clinici e radiologici. L'enostasi spesso si sviluppa contemporaneamente all'osteosi e alla periostosi. In senso stretto, si può parlare di enostosi solo in quei casi in cui prevale chiaramente quantitativamente la localizzazione adiacente della formazione patologica della sostanza ossea.

Oltre all'enostosi, che ha una chiara origine (con tumori, malattie sistemiche, aumento dello stress meccanico), ci sono manifestazioni di enosi focale, la cui causa rimane sconosciuta (Figura 2). Clinicamente, l'enostosi di questo tipo esiste asintomaticamente come uno stato specifico della sostanza ossea e non come un processo patologico in via di sviluppo. Ciò include, in particolare, le cosiddette isole compatte dell'osso spugnoso. Enotosis dovrebbe essere considerato come un sintomo di cambiamenti patologici in varie malattie ossee.

Fig. 1. Enostosi diffusa con malattia di marmo; osso tubulare di eburneation (farmaco).
Fig. 2. Enostosi limitata del femore di eziologia sconosciuta.