endotelioma

endotelioma

Endotelioma (endotelioma; sinonimo: angioendotelioma) è una variante di un tumore di origine vascolare, costruito dall'endotelio dei vasi sanguigni (emangiendotelioma) o linfatico (linfangioendotelioma).

Il termine "endotelioma" era usato molto prima; qui apparteneva ai cilindri, agli emangiopericitomi, agli angiomi del glomo, ai chemodettomi, ai sinoviomi, ai mesoteliomi, ai nevi dei pigmenti, ecc. Ad eccezione di questi tumori, questo termine cominciò ad essere usato molto meno spesso, e alcuni autori misero in dubbio l'esistenza di tumori dall'endotelio come una cellula altamente differenziata. il termine "endotelioma" anche come "diagnosi di ignoranza" (MF Glazunov). Recentemente, l'esistenza di tumori endoteliali non è in dubbio, ma il termine è usato con la notazione di "emangiosi" o "lymphangio", che caratterizza l'istogenesi del tumore in modo più accurato. Nella nomenclatura internazionale dei tumori (OMS), l'emangiendotelioma è diviso in benigni (angiomi capillari) e maligni.

Emangiendotelioma benigno è molto comune, soprattutto nella pelle, principalmente sul viso; a volte è multiplo, soprattutto nei bambini. I dermatologi fanno spesso riferimento all'angioma capillare come un nevo vascolare. L'endotelioma macroscopicamente benigno è un piccolo nodo di colore rosa scuro, che sovrasta la superficie della pelle, spesso ulcerando e sanguinando. Microscopicamente, il tumore consiste di intrecciarsi e anastomizzare tra loro capillari di diverso calibro, pieni di sangue. Appezzamenti di proliferazione delle cellule endoteliali sono rilevati in luoghi, principalmente nei lumi dei vasi sanguigni.

Il linfangiendotelioma benigno differisce dall'emangiendotelioma per la presenza di escrescenze papillari nelle fessure delle fessure e l'assenza di globuli rossi in esse.

Masson (P. Masson) descrisse una versione particolare dell'emangiendotelioma intravascolare, caratterizzato dalla proliferazione di grandi vasi nei lumi (emorroidi, vene pelviche, polipi nasali, ecc.) Di escrescenze papillari ramificate rivestite di endotelio, che può eseguire l'intero lume della nave come un trombo.

Emangiendotelioma maligno sono rari. Possono verificarsi in qualsiasi organo e tessuto, sono più comuni nel naso e nella gola. Sembrano nodi di colore rosa pallido, consistenza densa, su una sezione di una struttura omogenea con emorragie. Hanno pronunciato distruggendo localmente la crescita, sono in grado di produrre metastasi (principalmente ematogene, più spesso nei polmoni).

emangiendotelioma maligno
Fig. 1. Emangiendotelioma maligno.

linfangiendotelioma maligno
Fig. 2. Linfangiendotelioma maligno.

Istologicamente, gli emangiendoteliomi maligni sono caratterizzati dalla crescita di cellule endoteliali atipiche, in luoghi con la formazione di strutture vascolari malodifferenziate (Figura 1), in alcuni punti una struttura solida o alveolare. Le cellule sono rotonde, ovali o leggermente allungate con nuclei grandi, spesso pallidi o ipercromici. Ci sono molte mitosi nelle cellule. Ci sono cellule giganti multinucleate. Gli emangiendoteliomi malodifferenziati sono estremamente difficili per la diagnostica istologica e richiedono colorazioni speciali, in particolare sulle fibre argirofile.

Il linfangiendotelioma maligno è estremamente raro. Possono svilupparsi nella ghiandola mammaria diversi anni dopo la mastectomia. Microscopicamente caratterizzato dalla presenza di numerosi spazi vuoti di eritrociti e cavità rivestiti di grandi cellule atipiche, che formano strutture papillari e campi solidi (Fig. 2).

Trattamento chirurgico dell'endotelio seguito da radioterapia per endotelio maligno.