Centrali elettriche

Centrali elettriche

Le centrali elettriche sono imprese che generano elettricità. Le centrali elettriche sono suddivise in termica, idraulica e nucleare. Grazie alla meccanizzazione e all'automazione, le centrali elettriche sono controllate centralmente. Il personale laburista è caratterizzato da grande responsabilità e intensità.

Le condizioni di lavoro più favorevoli nelle centrali idroelettriche. Nelle centrali nucleari, i rischi per la salute sono emissioni radioattive, aerosol e gas.

I principali produttori di energia elettrica sono potenti centrali termoelettriche di tipo a blocchi, che utilizzano carbone, scisto, torba, olio combustibile, gas naturale come combustibile. I fattori nocivi sono le alte temperature, la polvere (vedi), il rumore (vedi) e le vibrazioni (vedi). In estate, la temperatura nell'officina caldaia-turbina raggiunge i 30-35 °, sulle piattaforme della caldaia, nei disaeratori e nelle cabine delle gru - 35-50 °. In inverno, il microclima è caratterizzato da improvvisi cambiamenti di temperatura e correnti d'aria. Il microclima può essere migliorato isolando completamente l'attrezzatura e il corretto funzionamento della ventilazione. Nelle stanze dei pannelli di controllo e delle cabine degli operatori di gru è necessario installare condizionatori d'aria. Durante lo scarico e il trasporto di carburante, nel locale caldaia e nel reparto ceneri, la concentrazione di carburante e polvere di cenere raggiunge i 20-100 mg / m 3 ; nella riparazione e pulizia di caldaie - 100-500 mg / m 3 . Le ceneri di olio combustibile possono causare avvelenamento di vanadio in esso contenuto e malattie della pelle causate da impurità di zolfo , nichel, vanadio, ecc.

La riduzione della polvere è facilitata da: sigillatura dei percorsi di alimentazione del carburante, introduzione di metodi senza polvere per la pulizia delle caldaie e pulizia umida dei locali. Nelle aree con emissione intensiva di polveri è necessario utilizzare un respiratore (vedere). Fonti di rumore e vibrazioni sono generatori di turbine, gasdotti, pompe, mulini, ecc. I livelli di rumore totali per le turbine sono 94-110 dB, per i mulini - 109-120 dB, nel locale caldaia - 80-95 dB, nei locali dei pannelli di controllo - 70-90 dB. I rumori sono ad alta frequenza. I parametri di vibrazione generale, poco eccedono livelli ammissibili. La riduzione del rumore e delle vibrazioni può essere ottenuta mediante un attento isolamento acustico e vibrazionale delle macchine. In alcune aree, è consigliabile utilizzare antifone (vedere Anti-rumore ).

Le centrali elettriche sono imprese (termiche, idrauliche e nucleari) che generano elettricità. La base del settore energetico è costituita da potenti centrali termiche a blocchi, che, oltre all'energia elettrica, possono produrre energia termica per le esigenze industriali e domestiche sotto forma di vapore e acqua calda (riscaldamento). Il funzionamento della centrale è controllato dalla scheda principale, dalle singole unità e unità dalle schede di gruppo e locali. Il lavoro dei macchinisti-operatori è caratterizzato da grande responsabilità e intensità, specialmente durante il periodo iniziale e in caso di emergenza. Per l'organizzazione razionale del loro lavoro, i computer di controllo sono attualmente utilizzati.

Le condizioni di lavoro più favorevoli sono le centrali idroelettriche (HPP) e le centrali nucleari (NPP).

I principali negozi della centrale termica sono la caldaia e la turbina. Il combustibile è carbone, scisto, torba, olio combustibile e gas naturale. Fattori nocivi: alte temperature, rumori intensi (vedi), polvere (vedi) e gas tossici. In estate, la temperatura raggiunge i 30-35 °, sulle piattaforme di ispezione delle acque, disaeratori e nelle cabine delle gru - 35-50 °. In inverno, il microclima è caratterizzato da improvvisi cambiamenti di temperatura e correnti d'aria. Le condizioni meteorologiche favorevoli si ottengono migliorando l'isolamento delle apparecchiature e il corretto funzionamento dei sistemi di aerazione. Si consiglia di installare condizionatori d'aria nei locali dei pannelli di controllo di gruppo e delle cabine degli operatori di gru.

Le più alte concentrazioni di polvere (10-50 mg / m 3 ) vengono osservate durante lo scarico, la frantumazione, il trasporto di carburante e nella stanza della cenere. Durante la riparazione e la pulizia delle caldaie, la concentrazione di polvere raggiunge 100-500 mg / m 3 . Negli aerosol delle ceneri di oli combustibili di poliestere contengono dal 5 al 27% di vanadio e fino all'8-10% di nichel, nelle ceneri di ceneri di carbone - fino al 24% di silice libera, cenere di scisto - fino al 10-20% di calce libera. La riduzione della polvere può essere ottenuta mediante il dispositivo di aspirazione locale, l'introduzione di metodi senza polvere per la pulizia delle caldaie e la pulizia a umido. Gli addetti alle riparazioni devono usare respiratori (vedere) e abiti da lavoro.

La concentrazione di monossido di carbonio, idrocarburi, anidridi solforose e solforose, di regola, non supera i valori ammessi. Le fonti di rumore sono turbogeneratori, linee di vapore, eiettori, pompe, mulini. I livelli di rumore totali per le turbine variano da 94 a 110 dB, per mulini a palle - da 109 a 120 dB, nel negozio di caldaie - da 80 a 95 dB, nelle stanze degli scudi di gruppo - da 70 a 90 dB. I rumori sono caratterizzati dall'intera gamma di frequenze, inclusi gli ultrasuoni. Per ridurre il rumore, è necessario isolare a vapore e gasdotti completamente insonorizzati e eliminare il rumore aggiuntivo in modo tempestivo. In alcune aree dovrebbe usare antifone.