Elettroterapia (elettroterapia)

electropathy

L'elettroterapia (o elettroterapia) è l'uso di vari tipi di elettricità a scopi terapeutici. Basato sulla proprietà di alcuni tipi di energia elettrica a dosi terapeutiche per modificare lo stato funzionale di organi e sistemi.

L'energia durante il trattamento elettrico viene fornita al corpo sotto forma di corrente elettrica, campi magnetici o elettrici e le loro combinazioni. Il tipo di energia determina il luogo del suo assorbimento nei tessuti e la natura dei processi fisico-biologici primari alla base delle reazioni dell'intero organismo. Applicare effetti generali, locali e segmentali. Il corpo in tutti i casi reagisce all'impatto nel suo complesso, ma a seconda dell'area di applicazione dell'energia, le sue reazioni possono essere sia generali che principalmente locali. Con le tecniche segmentali, l'esposizione a zone riflessogene superficiali provoca anche reazioni in organi situati in profondità che ricevono innervazione dallo stesso segmento del midollo spinale di queste zone. In tutti i metodi, le cosiddette reazioni aspecifiche che sono comuni a molti fattori fisici si manifestano sotto forma di aumento della circolazione sanguigna, del metabolismo e del trofismo dei tessuti. Allo stesso tempo, l'azione di ciascun fattore è anche caratterizzata da reazioni specifiche a lui peculiari. Pertanto, la corrente galvanica provoca la ridistribuzione di ioni e cambiamenti nei processi biochimici nei tessuti. Agendo come stimolante biologico, contribuisce ai processi di ripristino della conduzione nervosa disturbata. L'uso di questa corrente con l'introduzione simultanea di piccole quantità di farmaci attraverso la pelle intatta (vedi Elettroforesi, sostanze medicinali ) assicura la loro azione attiva per lungo tempo.

Correnti d'impulso costanti e alternate (vedi corrente pulsata ) possono causare, a seconda della frequenza, intensità e altri parametri, un aumento dei processi inibitori nel SNC, un effetto analgesico e migliora la circolazione sanguigna , la contrazione muscolare. Le correnti pulsate ad alta frequenza (vedi darsonvalizzazione, locale), che stimolano i recettori della pelle e gli organi profondi con scariche ad alta frequenza, contribuiscono a ridurre l'eccitabilità del sistema nervoso e l'eliminazione dello spasmo vascolare. Quando esposti a campi magnetici pulsati ad alta frequenza (vedi darsonvalizzazione, generale), le correnti parassite deboli sono indotte nei tessuti, sotto l'influenza di cui aumenta il metabolismo e si possono eliminare i disturbi funzionali del sistema nervoso. Un campo magnetico continuo alternato di frequenza e intensità molto maggiori (vedi Induzione) induce intense correnti parassite nel corpo, a seguito del quale si genera un notevole calore nei tessuti e si creano condizioni per lo sviluppo inverso dei processi infiammatori subacuti e cronici.

Sotto l'influenza di un campo elettrico costante ad alta tensione (vedi Franklinization ), il rapporto di carica dei tessuti di tutto il corpo cambia e lo stato funzionale del sistema nervoso, emopoiesi e metabolismo migliorano. Inoltre, aeroioni, ozono e ossidi di azoto, che si formano durante uno scarico "silenzioso", hanno anche un effetto. Il campo elettrico di frequenza ultraelevata (vedi terapia UHF ), che causa la rotazione e l'oscillazione delle molecole proteiche dipolari dei tessuti, colpisce principalmente i tessuti che sono vicini nelle proprietà fisiche ai dielettrici (nervi, tendini , tessuto adiposo, tessuto cerebrale) e ha un effetto curativo non solo in processi infiammatori cronici, ma anche in acuti, inclusi purulenti.

Le oscillazioni elettromagnetiche di altissima frequenza (vedi la terapia a microonde), assorbite dai fluidi tissutali , generano calore locale fino a 4-5 cm Le oscillazioni elettromagnetiche del decimetro con lo stesso meccanismo di assorbimento dell'energia e di azione sui tessuti del corpo forniscono un riscaldamento più profondo e uniforme e hanno effetto terapeutico in vari processi infiammatori subacuta e cronica.

Indicazioni - vedi articoli sui singoli tipi di elettroterapia (darsonvalutazione, corrente pulsata, induzione, ecc.).

Controindicazioni per elettroterapia sono neoplasie maligne, una tendenza a sanguinamento, emorragie significative fresche nella cavità o nei tessuti, insufficienza cardiaca grave e gravidanza.

Elettroterapia (elettroterapia) - l'uso di energia elettrica per scopi terapeutici.

A seconda della struttura della corrente elettrica, direzione, intensità, frequenza, durata dell'esposizione, luogo di applicazione, combinazione con altri fattori terapeutici, nonché a seconda dello stadio della malattia, risposta individuale a determinati tipi di energia elettrica, il trattamento con corrente elettrica provoca varie reazioni di tessuti, organi e sistemi del corpo. Neuroumorali e neuroriflettenti da vari tipi di elettroterapia regolano le funzioni del sistema nervoso, il metabolismo, gli organi endocrini, la circolazione sanguigna e linfatica, ecc. L'effetto più duraturo si ottiene nel trattamento di pazienti subacuti, e in alcuni casi nel periodo acuto della malattia. Alcuni tipi di elettroterapia sono controindicati in alcuni casi, ad esempio l'uso della corrente tetanizzante nella paralisi spastica, nella diatermia (onda lunga e media) nei processi purulenti che non hanno vie di uscita del pus, ecc. Non usare l'elettroterapia in pazienti con insufficienza circolatoria di grado III, ipertensione Stadio III, con sanguinamento acuto, malattie maligne, ecc. Alcuni pazienti non tollerano determinati tipi di elettroterapia.

La corrente elettrica viene applicata in modalità continua e pulsata. I tipi di corrente elettrica utilizzati a scopi terapeutici sono elencati nella tabella.

Elettroterapia di base
Corrente continua Corrente alternata
Corrente continua a bassa tensione
a) galvanico
b) elettroforesi

Corrente di impulso a bassa tensione
a) rettangolare (correnti di Leduc)
b) tetanizing (faradico)
c) esponenziale (correnti di Lapika)
Corrente diadinamica (corrente di Bernard)
Costante campo elettrico ad alta tensione - elettricità statica (franklinization)


Corrente a bassa tensione
a) sinusoidale
b) interferendo
c) modulato sinusoidale
Correnti ad alta frequenza
a) correnti d'Arsonval (corrente d'impulso ad alta frequenza)
b) diatermia
Campo elettromagnetico di alta frequenza
a) darsonvalorizzazione generale (autoinduzione)
b) inductothermy (diatermia a onde corte)
c) campo elettromagnetico UHF continuo
d) campo elettromagnetico pulsato UHF
e) microonde

Corrente continua a bassa tensione continua . La galvanizzazione (vedi) migliora la permeabilità della membrana cellulare, migliora la circolazione linfatica, promuove il riassorbimento dei prodotti di decadimento, migliora il trofismo e i processi di rigenerazione tissutale e accelera il ripristino della conduzione nervosa disturbata. Questi cambiamenti dipendono dalla reattività dell'organismo, dal corso del processo patologico, dalla reazione del sistema nervoso centrale, dalla pelle secca che resiste alla corrente continua; la conducibilità elettrica della pelle e dei diversi tessuti è diversa, le linee di forza dei tessuti sono distribuite in modo non uniforme in diversi tessuti. Le sostanze medicinali vengono iniettate nel corpo dalla corrente galvanica attraverso la pelle e le mucose (vedi elettroforesi medicinale). In precedenza, questo effetto veniva chiamato ionoforesi, galvanizzazione ionica, ecc. A.E. Scherbak sviluppava la teoria dei "riflessi ionici", in cui, insieme al riflesso cutaneo locale, si genera una risposta generale dell'organismo.

Le sostanze medicinali iniettate dalla corrente galvanica, anche in piccole quantità, durano più a lungo nei tessuti, le reazioni avverse sono significativamente ridotte, l'inattivazione di alcune sostanze (ad esempio gli antibiotici) rallenta. In questi processi, oltre alle variazioni della reattività dei tessuti (sotto l'influenza della corrente galvanica), l'influenza della corrente sulla struttura della sostanza medicinale può avere un ruolo.

Le correnti continue a impulsi a bassa tensione (vedi la corrente a impulsi) migliorano i processi di frenatura nel cervello, sono usati per la terapia elettrofonica (vedi); la corrente tetanizzante (in precedenza chiamata faradica) riduce il muscolo scheletrico, è utilizzata per l'elettrodinamica e l'elettrodiagnostica classica; La corrente esponenziale (Lapika) nella sua struttura assomiglia alla corrente dell'azione del nervo, provoca una reazione motoria e nei muscoli profondi, è usata principalmente per l'elettro-ginnastica.

Corrente diadinamica (Bernard) - una corrente sinusoidale pulsante, rettificata e costante, utilizzata in varie modifiche (monofase o bifase, con periodi brevi o lunghi, ecc.); uno degli antidolorifici più efficaci per lesioni acute, subacute e croniche del sistema nervoso periferico, muscoli, articolazioni, ecc.

Campo elettrico ad alta tensione costante (vedi Franklinizzazione). C'è un campo elettrico e particelle d'aria cariche - aeroioni di ozono e ossidi di azoto. L'intero corpo è interessato, la circolazione sanguigna periferica viene ampliata, la funzione trofica del sistema nervoso viene potenziata e il sangue e il metabolismo vengono stimolati.

Corrente alternata di bassa tensione - interferente (modulazione ionica). La corrente è formata dall'aggiunta di due circuiti CA con una frequenza di 3900-4000 Hz e 3990-4000 Hz; l'interferenza viene creata nell'intervallo di frequenza 10-100 Hz; La modulazione ionica agisce direttamente sui tessuti e sugli organi profondi, causando un blocco del percorso tra il fuoco della lesione e il sistema nervoso centrale. È usato per il trattamento di malattie infiammatorie non purulente, alcune lesioni dei muscoli e del sistema nervoso con forti dolori.

La corrente modulata sinusoidale ricevuta dall'apparecchio Amplipuls-3 è caratterizzata da una frequenza portante di 5000 Hz e modulazioni in frequenza da 10 a 150 Hz e ampiezze da 0 al valore massimo; Ha un effetto analgesico pronunciato e un effetto sul trofismo nervoso.

Correnti ad alta frequenza . Corrente impulsiva di alta frequenza e alta tensione - darsonvalizzazione locale (vedi) - con una frequenza di 300-400 kHz e tensione fino a 10-15 kV provoca reazioni riflesse di tutti i sistemi (e degli organi interni), riduce l'eccitabilità dell'apparato neuromuscolare, ha un analgesico pronunciato, effetto antiprurito, antispastico, migliora il trofismo, favorisce la crescita delle granulazioni e dell'epitelio. Diatermia (vedi) - la frequenza di 500-1500 kHz, tensione 100-150 V, corrente fino a 1-2 a; si forma calore endogeno nei tessuti, si attivano i processi biochimici e la troficità, si aumenta il metabolismo, la fagocitosi, si pronuncia un effetto analgesico e soprattutto antispastico. È usato per i processi subacuti e cronici e, in alcuni casi, per quelli acuti. Si consiglia di combinare la diatermia con altri fattori fisici - galvanodiatremia (vedi), diatermoplastica, diatermia e fangoterapia.

Campo elettromagnetico di alta frequenza . Con la darsonvalutazione generale (autoinduzione), ci sono deboli correnti ad alta frequenza che il paziente non sente; i processi inibitori nel sistema nervoso centrale sono migliorati, la pressione sanguigna arteriosa nei pazienti con ipertensione I B, II stadio A diminuisce leggermente, i processi metabolici sono migliorati e i disturbi funzionali del sistema nervoso vengono corretti. Induzione (vedi) - diatermia a onde corte, frequenza 13,56 MHz; il campo elettromagnetico ad alta frequenza induce correnti parassite. Con le stesse indicazioni, inductothermy ha vantaggi significativi rispetto alla diatermia (onda lunga e media) a causa di una distribuzione più uniforme della corrente e dello sviluppo uniforme del calore nei tessuti, è meglio tollerata dai pazienti e dà un effetto terapeutico più duraturo. Campo elettromagnetico continuo UHF (vedi terapia UHF), la frequenza di 40,68 MHz, la potenza dei generatori da 10 a 350 watt. Le dosi atermiche e oligotermiche sono utilizzate principalmente. Si consiglia di trattare non solo i processi subacuti, ma anche i processi infiammatori e purulenti (bolle, carbonchi, ecc.). Una pronunciata azione antinfiammatoria, risolutiva, anestetica, ipotensiva, batteriostatica e di altro tipo ha permesso di stabilire un'area estremamente ampia di applicazione della terapia UHF. Campo elettromagnetico pulsato UHF: frequenza 39 MHz, potenza media 15 W, impulso 15 kt. L'azione oscillatoria è maggiore che con un campo elettromagnetico UHF continuo; nominato circa alle stesse indicazioni (ipertensione I B, stadio II A, endoarterite, malattie infiammatorie del fegato e delle vie biliari, malattie delle articolazioni di varie eziologie, ecc.). Microonde (vedi: terapia a microonde) - oscillazioni elettromagnetiche di altissima frequenza (2375 MHz), la potenza massima del circuito di uscita è di 150 watt. Con questo metodo di elettroterapia si ottiene una distribuzione ancora più uniforme rispetto ai metodi di trattamento descritti e alla distribuzione del calore nei tessuti, e un effetto oscillatorio ancora maggiore. L'azione batteriostatica, l'aumento dell'attività fagocitica, l'aumento dell'attività del sistema reticoloendoteliale, ecc., Sono efficaci: il trattamento di processi infiammatori acuti, disordini metabolici, disordini trofici, malattie delle articolazioni, sistema nervoso periferico, ecc.