Ehrlich Diazoreaction

Ehrlich Diazoreaction

La diazoreazione di Ehrlich è un test qualitativo per l'individuazione di sostanze biologicamente importanti nel sangue e nelle urine. Si basa su una reazione di colore non specifica tra Ehrlich diazoreattiva e alcune sostanze organiche (pirrolo, cresolo, Indicano, proteine ​​contenenti amminoacidi tirosina, triptofano, istidina, ecc.).

Reazione diazoica nelle urine Reagenti: 1) diazoreactic (0,5 g di acido solfanilico e 5 ml di soluzione di acido cloridrico al 25% in 100 ml di acqua); 2) soluzione allo 0,5% di nitrito di sodio.

La procedura per eseguire questa reazione: 1-2 gocce di II reagente vengono aggiunte a 4 ml di reagente I, 4 ml di urina vengono aggiunti, quindi 1 ml di soluzione di ammoniaca al 10%; Il tubo è tappato e il liquido viene agitato finché non appare una schiuma. Il campione è considerato positivo per un colore rosa o rosso e negativo se è giallo o arancione. Una reazione positiva si osserva in molte malattie febbrili: tifoide e tifo tifo , tubercolosi miliare, linfogranulomatosi, morbillo, trichinosi , ecc.

Diazo reazione nel sangue. È usato nella determinazione della bilirubina, con la quale una miscela di diazoreattivi in ​​alcune proporzioni dà un colore rosso. La diazoreazione di Ehrlich è alla base della maggior parte dei metodi per la determinazione quantitativa e qualitativa della bilirubina (vedi).

Paul Erlich
Paul Ehrlich, 1915

Ehrlich diazoreaction (P. Ehrlich) è una reazione di colore tra Ehrlich diazoreattivo e un certo numero di sostanze organiche (pirrolo, cresolo, indican, ecc.) Che entrano in un composto con il gruppo azo (-N = N-), utilizzato per la determinazione quantitativa di sostanze biologicamente importanti in sangue e urina.

Preparazione del diazoreattante: in una soluzione di 5 g di acido solfanilico in 50 ml di acido cloridrico forte (d = 1,12) aggiungere acqua ad un volume di 1 l; Alla soluzione risultante è stata aggiunta una soluzione allo 0,5% di nitrito di sodio. Questo forma l'acido diazofenilsolfonico (reagente di Ehrlich), che forma composti azoici colorati con alcune sostanze biologicamente importanti presenti nel sangue e nelle urine.

La diazoreazione di Ehrlich è stata ampiamente utilizzata nella clinica per la determinazione qualitativa e quantitativa della bilirubina nel sangue (vedi sotto). Il diazoreatt è anche usato per determinare tirosina, istidina e istamina. Le proteine ​​che contengono amminoacidi - tirosina, triptofano e istidina - danno una colorazione rosso-arancio con un agente diazoreattivo. Quando si determinano certe sostanze come componente per ottenere un composto azoico colorato, non si usa acido solfanilico, ma altri composti ciclici, ad esempio, nella determinazione di fenoli nel sangue e nelle urine, para-nitroanilina, nella determinazione di sulfonamidi, acido 2R, ecc.

Diazo reazione nel sangue . La bilirubina in diazoreazione dà un caratteristico colore rosso-viola. Questo fenomeno è stato utilizzato per la maggior parte dei metodi per la determinazione qualitativa e quantitativa della bilirubina ematica. Attualmente, il metodo più utilizzato è Endrashik, che consente di determinare separatamente la frazione di bilirubina.

Reattivi: a) reagente caffeina: 5 g di caffeina, 7,5 g di benzoato di sodio e 12,5 g di sodio acetato vengono sciolti con leggero riscaldamento in acqua distillata e portata a 0,1 l con acqua; b) diazoreattante: il primo reagente - 1 g di acido solfanilico viene sciolto in una piccola quantità di acqua e, aggiungendo 15 ml di HCl concentrato, viene riempito con acqua fino a 1 litro; il secondo reagente è una soluzione allo 0,5% di nitrito di sodio.

Prima dell'uso, miscelare 10 ml del primo reagente e 0,25 ml del secondo. Per determinare la bilirubina totale, si aggiungono 3,5 ml di reagente caffeina e 0,5 ml di diazoreattivo a 1 ml di siero e, quando si determina la bilirubina diretta, si aggiungono 3,5 ml di soluzione fisiologica e 0,5 ml di diazoreattivo a 1 ml di siero. Mescolare bene, entrambi i campioni dopo 5 minuti. colorimetria contro una soluzione di compensazione costituita da 1 ml di siero, 3,5 ml di reagente per caffeina e 0,5 ml di soluzione fisiologica con un filtro a luce verde. La bilirubina indiretta è determinata sottraendo dal totale diretto.

La diazoreazione nelle urine consiste nell'aggiungere 10 ml di soluzione diazoreattiva e 10 ml di ammoniaca a 10 ml di urina fresca. Dopo una vigorosa agitazione, appare un colore rosa o rosso carminio. La reazione è considerata positiva se non solo il liquido è colorato, ma anche la schiuma formata. Giallo o arancione indica un risultato negativo. Nei casi dubbi, la formazione di un sedimento di colore blu-verde o nero il giorno successivo rende possibile considerare la reazione positiva. Attualmente questa reazione non ha significato pratico, poiché non è specifica ed è caratteristica di molte malattie febbrili: tifoide e tifo, tubercolosi miliare, poliserozitosi, morbillo, malattia di Hodgkin, polmonite, difterite, erisipela, trichinosi. Inoltre, le droghe: oppio, morfina, dionina, atofan, esametilentetrammina, rabarbaro, eroina, crisarobina, salvarsan danno una colorazione simile e preparazioni di tannino, fenolo e suoi derivati, cresolo, guaiacolo e salina interferiscono con la reazione.