Virus ECHO

Virus ECHO

I virus ECHO sono virus intestinali umani. Sono piccoli virus contenenti RNA che fanno parte del gruppo del virus picorn. Alcuni tipi di virus ECHO possono causare malattie umane: meningite asettica, febbri, diarrea, gastroenterite, infezioni respiratorie , ecc.

I virus ECHO (virus orfani umani citopatici citopatici - virus "orfani" citopatici intestinali umani) sono un gruppo di piccoli virus contenenti RNA appartenenti alla famiglia del picornavirus (il genere Echovirus). Sono chiamati "orfani", perché per lungo tempo il loro ruolo nella patologia umana è rimasto sconosciuto. Isolato dall'intestino umano nello studio della poliomielite da Robbins (F. Bobbins, 1951) e altri, Miller (J. Melnick, 1952) e altri Attualmente sono noti 33 gruppi sierologici indipendenti, designati con numeri di serie da ECNO-1 a ECNO 33. La numerazione ordinaria dei virus ECHO è condizionata, poiché i ricercatori sono riusciti a effettuare una differenziazione più ragionata tra loro e a trovare caratteristiche che in precedenza erano passate inosservate. Il sierotipo ECHO-8 era simile al virus ECHO-1 ed è ora classificato come virus ECHO-1. ECHO-10 ha una serie di differenze significative rispetto ad altri virus di questo gruppo ed è quindi attribuito ai reovirus, e ECHO-28 è incluso nel gruppo dei rinovirus.

I virioni hanno la forma di un xahedron e uno stile cubico di capsomeri. Le loro dimensioni variano da 10 a 30 mmk. I virus ECHO sono ben conservati in glicerolo al 50% ea basse temperature, resistono alle fluttuazioni del pH del terreno (3.0-9.0), del cloroformio, dell'etere e del desossicolato. A t °, 50 ° vengono distrutti entro 30 minuti, a 18 ° °, rimangono da 1 a 7 giorni. I virus ECHO dei tipi 3, 6, 7, 11, 12, 13, 19, 20 e 21 causano l'emoagglutinazione degli eritrociti umani del gruppo 0.

Tutti i virus ECHO si moltiplicano e causano un effetto citopatico durante l'infezione di colture principalmente tripsinizzate di rene renale umano, scimmia, cynomolgus e scimmie verdi. La coltura di cellule amniotiche umane è anche sensibile alla maggior parte dei tipi sierologici di virus ECHO. La determinazione dello spettro delle colture sensibili, la forma e le dimensioni delle placche e l'attività di emoagglutinazione ci hanno permesso di dividere i virus ECHO in un numero di sottogruppi stabili.

Una caratteristica dei virus ECHO è la loro patogenicità nei topi, che dopo l'infezione sviluppano miosite e paralisi. Le scimmie Cynomolgus e gli scimpanzé sono anche suscettibili alle infezioni. Alcuni tipi di virus ECHO possono causare varie malattie negli esseri umani: febbre, esantema, encefalite, meningite asettica, gastroenterite, infezioni del tratto respiratorio, ecc.

Quando si isolano i virus ECHO, il liquido cerebrospinale, i tamponi faringei e le feci vengono utilizzati come materiale vaccinato. Il materiale prelevato è infetto da colture di tessuti sensibili. Per identificazione utilizzato RAC, reazioni di neutralizzazione e ritardi di emoagglutinazione.

Il valore diagnostico è la rilevazione di un aumento del titolo anticorpale nei pazienti nello studio dei sieri accoppiati. Come test differenziale, è stato anche proposto di utilizzare la 5-bromodeoxyuridina antimetabolita, che non influisce sulla riproduzione dei virus contenenti RNA, ma sopprime la riproduzione di quelli contenenti DNA. Vedi anche Virus, Malattie da enterovirus (enterovirus).