Ebulliometriya

Ebulliometriya

Ebulliometria (dal latino Ebullire - al bollore e greco Metrein - misura, sinonimo di ebullioscopia) è un insieme di metodi per determinare i valori fisico-chimici basati sulla misurazione dell'aumento del punto di ebollizione delle soluzioni (Δt ° kip). Il valore Δt ° kip è la differenza tra i punti di ebollizione della soluzione (t °) e il solvente t ° 0 : Δt ° kip = t ° -t ° 0 . Secondo la legge di Raul per soluzioni diluite di non elettroliti non volatili
Δt ° kip = EU, (1)
dove C è la concentrazione molare della soluzione, cioè la concentrazione della soluzione, espressa in moli di soluto per 1000 g di solvente; E è l'aumento molecolare del punto di ebollizione, o costante ebullioscopica, il cui valore dipende dalla natura del solvente e non dipende dalla natura del soluto. Per l'acqua, ad esempio, è uguale a E H2O = 0,52 °. Per soluzioni diluite di elettroliti, l'equazione
Δt ° kip = iEC (2)
dove i è il coefficiente isotonico (vedi pressione osmotica), gli altri valori sono gli stessi dell'equazione (1).

Nei laboratori biochimici e clinici, l'ebullymetria ha la stessa applicazione della criometria (vedi), tuttavia, fornisce risultati meno precisi a causa delle difficoltà associate alla determinazione accurata del punto di ebollizione dei liquidi.