Sindrome di Edie (WJ Adie)

Sindrome di Edie

Sindrome di Edie (WJ Adie; sinonimo: malattia di Edie, pupillotonia, sindrome di Weyl, sindrome di Weyl-Ray, sindrome di Kerer-Edie, sindrome di Edie, Holmes-Edie) sono disturbi pupillari e areflessia negli arti inferiori.

La localizzazione del processo patologico che causa la sindrome di Edie, la sua eziologia e patogenesi non è chiara. C'è una opinione che la sindrome di Edie sia causata da una lesione delle seguenti formazioni: percorsi sopranucleari ai nuclei di una terza coppia di nervi; coppia di nervi dei nuclei III; ipotalamo; nodo ciliare; brevi nervi ciliari; sfintere della pupilla; collegamento efferente del riflesso pupillare alla luce. Alcuni autori hanno trovato la sindrome di Edie in trauma cranico, encefalite, diabete, alcolismo e nevrosi. In letteratura ci sono indicazioni della possibilità di associazione della sindrome di Edi con sifilide, avitaminosi o infezione. Alcuni autori ritengono che la sindrome di Edie dipenda dai disordini metabolici causati dalla disfunzione endocrina e, prima di tutto, dall'insufficienza surrenalica, altri spiegano la comparsa della sindrome di Edie dal ritardo dell'acetilcolina a causa dell'indebolimento della sua distruzione da parte della colinesterasi nei dispositivi pupillari miocardici.

Il fenomeno della pupilla tonica, che consiste nella midriasi unilaterale e nella sua riduzione estremamente lenta, è accompagnato dalla perdita di uno o più riflessi tendinei nelle gambe senza la presenza di altri sintomi neurologici. Secondo Edie, l'allievo tonico è una violazione unilaterale; è più largo del normale, spesso deformato, non reagisce immediatamente alla luce, si espande lentamente al buio e si restringe con effetti di luce, e si restringe e si espande con convergenza e accomodamento. Tale pupilla si espande e si restringe sufficientemente sotto l'influenza di agenti farmacologici appropriati, reagisce alle irritazioni dolorose. A volte queste caratteristiche di base sono significativamente modificate.

La gravità della sindrome di Edie è completa e incompleta. Viene rilevato su un lato e meno spesso su entrambi i lati. In alcuni casi, l'alunno con disturbi unilaterali è già sano. A volte c'è una violazione della sistemazione, che è espressa dalla vaghezza della visione degli oggetti. Quando l'instillazione di gomatropina ed ezerina nell'occhio, l'innervazione pupillare parasimpatica è inibita.