Il tè è una bevanda fatta infondendo le foglie di una pianta del tè.

Il tè ha proprietà toniche grazie alla sua caffeina, agli oli essenziali e ai tannini ( tannino del tè).

Il contenuto di caffeina nel tè varia dall'1,2 al 3%, una parte significativa di esso è in combinazione con i tannini. Gli oli essenziali di tè, che sono contenuti in quantità molto ridotte (circa lo 0,006%), danno un sapore alla bevanda e hanno un effetto stimolante sul corpo, completando l'effetto della caffeina. Tannini - tannini (8 - 15%) - determinano il gusto, il colore, l'astringenza del tè, la maggior parte di essi hanno attività di vitamina P e azione antimicrobica. Il tè contiene acidi organici (principalmente ossalici e citrici), che sono importanti nella formazione di un bouquet aromatico. I principali indicatori della qualità del tè, nonché i metodi di ricerca, sono indicati in uno speciale GOST (n. 1936-64).

Il tè è ricco di fluoro (75-100 parti per 1 milione di parti di sostanza secca). Il suo contenuto dipende dalla capacità di assorbire il fluoro dal terreno dalla pianta stessa (il cespuglio del tè), dal fertilizzante, dall'età della foglia del tè, dal momento del raccolto e dalla "geografia" del tè. La quantità di fluoruro nella bevanda finita dipende dalla sua forza, dalla durata dell'infusione, ecc. L'ebollizione della cosiddetta essenza porta ad un aumento del contenuto di fluoro e ad un cambiamento nel gusto. Il miglior gusto e aroma ha il tè, insistendo 5 minuti; 1 tazza contiene circa 0,2 mg di fluoro. Nel Regno Unito, dove tutti i residenti bevono tè a prescindere dall'età, un bambino riceve 1,26 mg di fluoro al giorno solo dal tè e un adulto riceve 2,33 mg al giorno. In Iran, il consumo di questa bevanda è il più alto del mondo - 48.000 tonnellate all'anno (qui è bevuto più che in Inghilterra), in Polonia - circa 21.000 tonnellate all'anno.

In tè come Assamese, Darjeeling, Ceylon, ecc., 100 g di foglie secche contengono da 10,25 a 15,25 mg di fluoro. Nel tè cinese può variare da 3 a 400 ppm, poiché i cinesi usano pesticidi contenenti fluoruro per spruzzare il cespuglio del tè. Il latte contiene solitamente 0,17 ppm di fluoro, ma se le mucche bevono acqua, che contiene ad esempio 8 ppm di fluoro, la quantità di questo elemento nel latte aumenta a 0,3 ppm. Quindi anche con il tè, bisogna stare attenti! Forse da questo punto di vista non dovresti bere un tè troppo forte.

Tè - foglie della pianta del tè, trasformate con un metodo industriale. L'infusione di tè in acqua calda, con lo stesso nome, è ampiamente usata da molte nazioni come bevanda aromatizzata; appartiene al gruppo di bevande contenenti alcaloidi. I principali tipi di tè: foglia lunga (nera e verde), mattone, piastrellata; tè nero a foglia lunga più comune. I componenti più importanti del tè sono i tannini (tannino del tè), la caffeina, gli estratti (vedi tabella).

I componenti più importanti di diversi tipi di tè
Oggetti di studio Componenti del tè (in% secco. Sostanze)
tannino caffeina sostanze estrattive
materiale di partenza
Tipo di tè:
verde
giallo
il rosso
il nero
mattone (dalle vecchie foglie ruvide)
25,0

24.5
21.7
17.5
14,7
10.0
2.35

2.30
2.30
2.35
2.35
1.20
44.3

45.4
43.1
40.3
38.2
28.5

Nel processo di lavorazione delle foglie di tè, la maggior parte delle parti costitutive subisce trasformazioni biologiche, che determinano essenzialmente la qualità del tè (il colore dell'infusione, dell'aroma e del gusto) come prodotto della produzione industriale.

I tannini del tè sono una miscela di vari composti organici; la maggior parte appartiene alla catechina (vedi) e ai loro derivati. Questi ultimi hanno un'elevata attività della vitamina P (vedi Vitamina P). Una parte significativa dei tannini si perde durante la fermentazione, che è un processo importante nella produzione di tè nero. A questo proposito, nel tè verde (non fermenta) i tannini sono più che nel nero, e la sua attività con vitamina P è 1,5 volte superiore. I tannini hanno anche proprietà antimicrobiche.

La caffeina (vedi) è la parte più importante del tè: deve il suo effetto tonico al corpo alla sua bevanda. La quantità di caffeina nel tè varia a seconda della varietà botanica delle materie prime e del tipo di tè - dal 2-3 al 5% (sostanza secca); specialmente i suoi molti nelle giovani foglie della savana. Nei gradi più alti del tè georgiano, la sua quantità raggiunge il 3% della composizione e nel più basso 1,96-1,71%.

Gli oli essenziali contenuti nel tè danno un sapore alla bevanda. Il tè contiene anche vitamina C, tiamina e acido nicotinico. Una parte significativa della vitamina C viene distrutta nel processo di fermentazione della foglia: 226 mg% nella sua foglia verde e 17,4 mg% nel tè nero finito; tiamina nel tè nero - 94,4 μg%; acido nicotinico nel tè nero - 15 240 μg%, nel tè verde - 10 260 μg%. La cenere di tè - circa il 5% di essa - contiene potassio (fino al 40%), calcio (4,24%), magnesio (6,47%), fosforo, ecc.