Trattamento di sintomi di Tsutsugamushi (akamushi, kedani giapponese)

tsutsugamushi

Tsutsugamushi (sinonimo: akamushi, kedani febbre, febbre giapponese del fiume) è una malattia febbrile acuta causata dalla rickettsia , che si manifesta con un affetto primario e un'eruzione cutanea sulla pelle.

L'agente eziologico di tsutsugamushi - Rickettsia tsutsugamushi. Il custode dell'infezione in natura sono roditori e alcuni tipi di acari rossastri (Trombididae). L'infezione umana si verifica quando le zecche vengono risucchiate nello stadio larvale che vive in boschetti, valli fluviali. Nelle aree endemiche per zutsugamushi, possono verificarsi epidemie . La malattia è comune nei paesi del sud-est asiatico, nelle isole del Pacifico, in Australia. Nell'Unione Sovietica, i casi sono descritti in Primorsky Krai e in Tagikistan. Immunità dopo una breve malattia.

Il quadro clinico (sintomi e segni). Il periodo di incubazione è di 5-21 giorni. Il periodo prodromico non è sempre osservato. La malattia inizia acutamente, di solito con un aumento della temperatura di 38 ° a 39 °. Durata della febbre 2-3 settimane. Nei luoghi di morsi di zecca (sulle braccia, sotto le ascelle) c'è un affetto primario sotto forma di piaghe, accompagnato da linfadenite regionale. Entro la fine della prima settimana, sulla pelle appare una macula (maculata), quindi un'eruzione maculo-papulare (spot-nodulare), che scompare con un calo di temperatura. Spesso dopo l'eruzione rimane la pigmentazione . La febbre è accompagnata da mal di testa, debolezza, tachicardia , calo della pressione sanguigna (il collasso è possibile nei casi gravi). Alcuni pazienti sviluppano polmonite atipica che perde, a volte c'è epatite secondaria e nefrite . Il recupero è lento. La prognosi dipende dalla gravità della malattia.

La diagnosi può essere fatta sulla base di dati epidemiologici (soggiorno in un'area endemica) e sintomi clinici: febbre, affezione primaria con linfoadenite locale. La diagnosi di laboratorio è fondamentale e si basa sul rilascio del patogeno dal sangue. Dalla seconda settimana della malattia, viene posta una reazione di agglutinazione con Protein OHC, che è considerata positiva nei titoli da 1: 80 e oltre.

Il trattamento zutsugamushi spende levomicetina, biomicina , terramicina. La levomicetina è prescritta in una dose fino a 5 g entro 24 ore. Al fine di prevenire le recidive dopo 8 a 14 giorni, è prescritto un ulteriore 3-4 g.

La prevenzione dello tsutsugamushi si riduce alla radura e allo sviluppo culturale degli habitat delle zecche infermieristiche, dello sterminio dei roditori, dell'usura impenetrabile agli indumenti intimi, imbevuto di agenti deterrenti. Recentemente offerto (N. G. Kekcheeva) vaccino contro la chemio vivo.

Tsutsugamushi (sinonimo: febbre dei fiumi giapponesi, febbre da cespuglio, akamushi, ecc.) È una malattia rickettsiana acuta che di solito si manifesta con la presenza di affetti primari e rash maculo-papulare.

Tsutsugamushi è distribuito solo nell'emisfero orientale. Scontri significativi di malattie sono state osservate tra le forze coloniali anglo-americane durante la seconda guerra mondiale.

L'agente eziologico di tsutsugamushi - Rickettsia tsutsugamushi - fu isolato per la prima volta da Hayashi (N. Hayashi) nel 1920 dal sangue di un paziente in Giappone, ma venne erroneamente attribuito al genere Theileria. Nagayo (M. Nagayo, 1930) e Ogata (N. Ogata, 1931) quasi simultaneamente isolarono e descrissero il patogeno come R. tsutsugamushi e R. orientalis. Nella letteratura mondiale vengono usati entrambi i termini.

L'agente causale di tsutsugamushi differisce nella morfologia dalle rickettsiae del gruppo del tifo e dalle rickettsiae del gruppo della febbre maculata. Questi sono diplococchi o diplobacilli, più spessi e più corti di altre rickettsia, da 0,8 a 2 micron di lunghezza e da 0,3 a 0,5 micron di larghezza. R. tsutsugamushi, come le rickettsiae del gruppo del tifo, si riproduce nel citoplasma delle cellule, senza mai colpire il nucleo. Sono sistemati in una gabbia a gruppi liberi o singolarmente, sono macchiati da Romanovsky - Giemsa e Muromtsev in viola scuro, che si trasformano in un colore lilla, di Macchiavello e Zdrodovsky sono dipinti in colore blu scuro, in quanto hanno una decolorazione di fucsina durante la differenziazione acida, e In questo caso, si osserva una forte colorazione polare.

Si nota la capacità di R. tsutsugamushi di lisi e la loro rapida morte a temperatura ambiente. Con l'essiccazione sotto vuoto, il titolo infettivo di una coltura di rickettsial è nettamente ridotto. La conservazione prolungata di rickettsiae è osservata a t ° -20-70 °.

Come altri parassiti intracellulari, R. tsutsugamushi non cresce sui terreni batterici. Tendono a moltiplicarsi male nelle sacche di vitellino degli embrioni di pollo; capace di moltiplicarsi nel corpo di topi bianchi, conigli, ratti bianchi e di cotone, criceti, porcellini d'India e scimmie. L'infezione è più chiaramente e regolarmente riprodotta in topi bianchi. Sviluppano un'infezione generalizzata, che termina con la morte del 90-100% degli animali 10-20 giorni (una media di 14) dopo l'infezione. Tuttavia, sono stati descritti i ceppi che causano la forma cronica latente di tsutsugamushi, che è stabilita solo nei test di immunità quando gli animali infetti sono stati reinfettati con ceppi altamente virulenti.

Le proprietà immunologiche di R. tsutsugamushi non sono ben comprese. Quando tsutsugamushi non sono state osservate reazioni cross-immunologiche con agenti patogeni di altre rickettsie. Le persone che sono state ammalate e gli animali hanno una breve immunità alla reinfezione. La struttura antigenica di R. tsutsugamushi è peculiare: una variabilità significativa delle proprietà antigeniche è nota in diversi ceppi. Ricercatori giapponesi hanno identificato tre sierotipi di R. tsutsugamushi corrispondenti ai ceppi di Gilliam, Karp e Kato. La relazione sierologica con altre rickettsiae non è descritta.

Tsutsugamushi può servire come classico esempio di una malattia con focolai naturali. La fonte di infezione è rappresentata dalle larve delle zecche a guscio rosso (famiglia Trombiculidae), in cui l'agente patogeno viene trasmesso transfanasalmente e transovarialmente. Il ruolo del battito Leptotrombidium akamushi (akamushi) è il più studiato.

Gli alimentatori di larve di zecche - piccoli roditori, marsupiali e insettivori - sono coinvolti nel processo di circolazione di R. tsutsugamushi nella focalizzazione naturale e costituiscono un ulteriore serbatoio di infezione.

L'epidemiologia di zutsugamushi è stata studiata in modo sufficientemente dettagliato nei focolai endemici del Giappone e durante le epidemie di massa in Nuova Guinea, Ceylon, Isole Filippine e altri.In genere malattie sporadiche o piccoli focolai che si verificano nella popolazione locale in relazione al lavoro sul campo, raccolta di rami secchi, ance, ecc. L'infezione delle persone tsutsugamushi si verifica negli habitat delle larve di zecche (portatori) nelle valli dei fiumi del Giappone e dell'Australia, nei boschetti di palme da cocco con abbondante sottobosco e erba si ergono sulle isole dell'Oceano Pacifico, vale a dire. ah con un microclima caldo e umido favorevole alle zecche. L'incidenza tra i gruppi non immuni è epidemica.

tsutsugamushi
Curva di temperatura di un paziente con una forma grave di tsutsugamushi (secondo Blake).

Il quadro clinico della malattia nell'uomo varia da casi gravi, che terminano con la morte, a forme lievi e cancellate. Dopo un periodo di incubazione di 5-17 giorni [Philip (S. R. Philip), ecc.) O 10-18 giorni [Blake (FG Blake), ecc.], Si osserva un improvviso aumento di t ° a 38-39 °; la febbre (Fig.) dura 10-21 giorni (Philip e altri) o 1-2 settimane (Blake e altri). Al posto dell'aspirazione della portantina, spesso si forma un affetto primario. Di regola, si notano linfadenite e linfangite regionali. Entro la fine del primo o all'inizio della seconda settimana, appare un'eruzione maculare sul corpo, che poi passa nel maculo-papulare, a volte estendendosi alle piante e ai palmi delle mani. In metà dei pazienti dopo la scomparsa dell'eruzione si osserva una pigmentazione a lunga durata. Il periodo febbrile è accompagnato da mal di testa, debolezza generale e talvolta aumento della frequenza cardiaca. In alcuni pazienti si sviluppa una polmonite secondaria, si verifica un disturbo circolatorio e si verifica un danno al sistema nervoso.

Dopo un calo litico della temperatura per 1-3 giorni, si verifica un recupero lento. In altri casi, la morte si verifica a causa di polmonite batterica, disturbi circolatori e altri fenomeni nella seconda settimana della malattia. Negli ultimi anni, sono state descritte forme lievi di tsutsugamushi, che si verificano senza eruzione cutanea, senza affezioni primarie, solo con febbre e cefalea a breve termine. La ricaduta è possibile.

La mortalità in tsutsugamushi varia ampiamente. In Giappone, prima dell'uso di antibiotici, la mortalità tra le persone di età compresa tra 11 e 20 anni era del 15%, da 21 a 30 anni - fino al 20% e oltre 60 anni - 59%.

La diagnosi clinica della malattia è difficile. La diagnostica di laboratorio viene effettuata isolando ceppi patogeni da pazienti su topi bianchi e utilizzando RAC.

Il trattamento di tsutsugamushi con antibiotici (chlormycetin, aureomycin, eccetera) è efficace. La prescrizione di antibiotici riduce drasticamente il periodo febbrile e in quasi tutti i casi previene la morte. Chlormycetin è prescritto in una dose fino a 5 g entro 24 ore con un'assunzione aggiuntiva di 3-4 g in 8-14 giorni per prevenire le ricadute.

La prevenzione dello tsutsugamushi si riduce a misure anti-zecca: la distruzione dei boschetti, il drenaggio del suolo, la cultura dell'agricoltura, la distruzione dei roditori - zecche di zecche, trattamento con insetticidi dei luoghi delle zecche. Nella protezione individuale contro le zecche vengono utilizzati repellenti e indumenti resistenti alle zecche. La prevenzione specifica di tsutsugamushi non è sufficientemente sviluppata. I vaccini uccisi non erano molto efficaci.

Vedi anche i rickettsioses.